Da "Il sole 24 ore"
Claudia Pelagatti

Claudia Pelagatti

Affari Internazionali, Education
Segreteria Sezione Agroalimentare, Sistema Moda

Telefono 085 4325539 - 3405526414
email c.pelagatti@confindustriachpe.it

Nel febbraio scorso la Commissione europea ha avviato il secondo riesame delle misure di salvaguardia sull’import siderurgico, in vigore dal 2018 in risposta ai dazi USA sull’acciaio e sull’alluminio (il regolamento UE istitutivo delle misure definitive prevede il loro riesame annuale e un primo riesame si è concluso nel settembre 2019 - rif. ns comunicazione del 27/09/2019).

Nei giorni scorsi, la Commissione europea ha notificato all’OMC gli esiti di tale secondo riesame e le proposte di modifica delle misure attuali (documento allegato) che, come evidenziato nelle premesse, prendono in considerazione gli effetti dello shock economico prodotto dalla pandemia di COVID-19 sul mercato siderurgico (drastico crollo della domanda e riduzione delle vendite, che interessano praticamente tutte le categorie di prodotti, uniti al quadro di incertezza e alle asimmetrie geografiche registrate a livello mondiale nella rapidità e nei tempi della ripresa).

Tali proposte di modifica nelle prossime settimane saranno presentate agli Stati membri per poter essere applicate a partire dal 1° luglio 2020 (fino al 30 giugno 2021, scadenza programmata delle misure).

Tra i principali cambiamenti proposti si segnalano:

due adeguamenti generali della gestione dei contingenti riguardanti, il primo, l’allocazione dei volumi contingentali specifici per Paese splittata su base trimestrale anziché annuale al fine di assicurare flussi più stabili di import; il secondo, concepito per proteggere i piccoli Paesi esportatori, pone limiti all’accesso ai volumi residui globali da parte dei paesi che beneficiano di quote specifiche per paese (ad es. attraverso un importo massimo di quota residua accessibile nell’ultimo trimestre del 2021 o un accesso controllato per i paesi che hanno esaurito la loro quota specifica);
modifiche applicate a tre principali categorie di prodotti: - coil laminato a caldo (categoria 1), a cui attualmente si applica una quota globale autonoma, sarà allineato a tutti gli altri prodotti con l’introduzione dal 1 luglio 2020 del sistema misto di quote specifiche per paese e residuali; coil laminato a caldo inossidabile (categoria 8), al contrario, le quote specifiche per Paese attualmente in vigore, dal 1 luglio 2020 saranno sostituite da una quota globale gestita su base trimestrale (la Commissione ritiene che le misure antidumping, in vigore dall’8 aprile scorso sull’import dalla Cina, dall’Indonesia e da Taiwan, possano condizionare la capacità esportativa di tali paesi verso la UE ai loro livelli storici, con il rischio di produrre una carenza di offerta sul mercato di questa categoria di prodotti); grandi tubi saldati (categoria 25), alla luce degli andamenti anomali di import osservati dalla Commissione nell’ambito di tale secondo riesame, anche l'allocazione delle quote per questa categoria di prodotti sarà modificata con una ripartizione in due sottocategorie: il materiale tipicamente utilizzato nei principali progetti di ingegneria sarà gestito con un’unica quota globale mentre a tutti gli altri tubi saldati di grandi dimensioni verranno applicate le quote specifiche per Paese;
viene confermato l’aumento del 3% dei volumi delle quote annuali per tutti i prodotti dal 1 luglio 2020 (la Commissione non ha dunque ritenuto di dare seguito alle richieste dei produttori europei, rappresentati in Eurofer, che avevano sollecitato una riduzione delle quote del 75% per far fronte alla crisi determinata dal Covid-19).

Europa
Albania: le Autorità dell’Albania hanno dichiarato lo stato di calamità naturale fino al 23 giugno 2020 e disposto, a partire dal 10 marzo, il blocco totale dei collegamenti aerei e marittimi da/per l’Italia. I confini via terra restano aperti solo per il trasporto delle merci.
Austria (agg.03/06): fino al 15 giugno, fatti salvi motivi particolari di salute e di visita ai familiari rispetto ai quali permane un certo margine di discrezionalità delle Autorità di frontiera, è permesso l’ingresso dalla repubblica Ceca, Slovacchia, Svizzera, Lichtenstein, Germania, Ungheria, Slovenia e Italia purché si abbia un certificato medico attestante la negatività al Covid 19, non risalente oltre i 4 giorni. In assenza di tale certificato è obbligatorio sottoporsi ad un isolamento fiduciario di 14 giorni, possibilità esistente solo per i cittadini austriaci e per chi è residente o domiciliato in Austria. Il ministero degli Interni di Vienna ha confermato altresì che l'Austria già da adesso può essere attraversata senza fare soste. Rimangono sospesi fino al 14 giugno i collegamenti aerei con Italia, Bielorussia, Francia, Spagna, Regno Unito, Paesi Bassi, Cina, Ucraina, Russia e Iran. I collegamenti ferroviari con l’Italia rimangono invece sospesi fino al 25 giugno.In caso di arrivo via aereo (possibile solo con volo non diretto dall’Italia), esclusivamente ai cittadini residenti o domiciliati in Austria è offerta la possibilità di effettuare presso un laboratorio privato presente in aeroporto un tampone Covid 19. La negatività del tampone esonera dalla prevista quarantena.
Belgio: le autorità federali belghe hanno reintrodotto i controlli di frontiera a partire dal 20 marzo, al fine di impedire l’accesso al Paese a chi non ne abbia reale necessità (in particolare coloro che non siano residenti o che non abbiano una valida motivazione lavorativa).
Bielorussia: a bordo dell'aereo è prevista la misurazione della temperatura corporea e la compilazione di un questionario nel quale il passeggero dovrà fornire una serie di informazioni volte a favorirne la rintracciabilità. All'arrivo all'aeroporto di Minsk, i passeggeri sono sottoposti al test per verificare l'eventuale infezione da coronavirus. Il risultato del test viene comunicato di regola il giorno successivo (solo in caso di test positivo). A tutti passeggeri - eccetto quelli in transito - è richiesto un periodo di autoisolamento di 2 settimane. Nel caso di esito positivo del test, sono previste misure di quarantena in strutture sanitarie locali.

Si informa che le autorità ucraine hanno adottato misure di salvaguardia provvisorie sull’import di materiali polimerici. In allegato le informazioni di dettaglio.

Con la legge 24 aprile 2020 numero 27, di conversione del Decreto legge 17 maggio 2020 numero 18, sono stati ampliati i termini di validità delle autorizzazioni in scadenza tra il 31 gennaio 2020 il 31 luglio di competenza dell’UAMA (dunque anche quelle relative all’esportazione di beni Dual Use).

Pertanto le autorizzazioni di competenza di questa autorità nazionali scadute di validità nel periodo compreso tra il 31 gennaio 2020 il 31 luglio 2020 – attuale termine di cessazione dello stato di emergenza come dichiarato dalla delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio scorso che non siano state espressamente prorogate – sono da ritenersi valide anche senza un provvedimento amministrativo di proroga fino alla data del 29 ottobre 2020.

Si allega la nota MAECI – UAMA di riferimento.

L’Agenzia ICE e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale danno il via alla seconda fase di webinar Mercati in Diretta con quattro nuovi appuntamenti dedicati a Messico, Corea del Sud, Vietnam e Paesi Bassi, secondo il calendario seguente:

• Messico - lunedì 8 giugno 2020, ore 16.00

• Corea del Sud - lunedì 15 giugno 2020, ore 11.00

• Vietnam - mercoledì 24 giugno 2020, ore 10.00

• Paesi Bassi - lunedì 13 luglio 2020, ore 10.00

Ogni webinar prevede una presentazione della situazione economica aggiornata del mercato a seguito dell'emergenza sanitaria, dei provvedimenti adottati, 

delle iniziative e dei progetti attuati e delle opportunità di business per le imprese italiane.
La partecipazione è gratuita ed è possibile registrarsi anche per più eventi, mediante la compilazione di un unico form.

Trovate i dettagli dell’iniziativa unitamente alle modalità di partecipazione al link 2° Ciclo Webinar Mercati ICE

Giovedì, 28 Maggio 2020 15:51

Istruzione, un patto pubblico-privato

In allegato l'articolo pubblicato su Il Sole 24 Ore del Vice Presidente di Confindustria per il Capitale Umano, Vincenzo Brugnoli.

L'ICE Agenzia organizza l'11 giugno 2020 alle ore 10.00 un Webinar sul Piano Europeo per gli Investimenti Esterni – Focus Africa.

Il Webinar ha l'obiettivo di fornire informazioni sugli strumenti finanziari attivati dal Piano Europeo per gli Investimenti Esterni (EIP), con particolare riguardo al continente africano e sul ruolo svolto da soggetti bancari e/o finanziari nazionali in questo ambito.

La Commissione UE ha promosso il Piano Europeo per gli Investimenti Esterni (PIE) con l'obiettivo di stimolare gli investimenti privati con strumenti di garanzia, contro-garanzia e blending, promuovendo in tal modo progetti di investimento che le banche tradizionali non finanzierebbero, creando crescita economica e posti di lavoro nei paesi beneficiari. Le imprese interessate ai finanziamenti, devono passare attraverso le istituzioni finanziarie che gestiscono questi fondi. Per l'Italia è stata incaricata Cassa Depositi e Prestiti.

Interverranno come relatori, rappresentanti della Commissione Europea, della BEI (Banca Europea per gli Investimenti), della Cassa Depositi e Prestiti, che illustreranno gli strumenti finanziari disponibili e le modalità per accedervi. Sarà prevista, inoltre, dopo gli interventi, una sessione speciale di domande e risposte.

I Soci interessati a partecipare al Webinar dovranno compilare, entro il 09 giugno 2020, il modulo di adesione presente al seguente link:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScxbo7C4IW67cw05kMXGpW_WmSkU2sWE5YRKyoAfzdJ5C9mEg/viewform

Si allega comunicazione di ICE Agenzia con i dettagli del Programma.

Saipem invita i soci di Assafrica al Webinar “Mozambico: tra transizione energetica e nuovi equilibri geopolitici” che si svolgerà il 4 giugno p.v. dalle ore 15.00 alle 16.30 in diretta streaming.

L'evento è dedicato al ruolo del gas naturale liquefatto (GNL) nella transizione energetica e ai nuovi equilibri geopolitici all’orizzonte, con un focus particolare sull’Africa. Di seguito e in allegato maggiori dettagli sul programma e le modalità di collegamento.

In riferimento al progetto di Gas Naturale Liquefatto (GNL) in Mozambico, i Vertici aziendali di Saipem analizzeranno macro-trends e nuove sfide della transizione energetica insieme all’International Energy Agency (IEA), all’Istituto per gli studi di politica internazionale (ISPI) e ad un rappresentante del mondo finanziario.

Il talk si svolgerà in lingua italiana e sarà disponibile la traduzione simultanea in inglese. Si allega il Programma in italiano ed inglese.

I Soci interessati potranno collegarsi all'evento al seguente link: https://streaming.saipem.com/OpenTalks/, dandocene informazione (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Confindustria Assafrica & Mediterraneo insieme all'Ambasciata d'Italia a Khartoum e ad Africa & Affari, organizzano un Incontro in videoconferenza "Doing Business in the New Sudan" l'11 giugno p.v. alle ore 15.00.

Esplorare le opportunità del nuovo Sudan per le imprese italiane e per il Made in Italy, creando canali di collegamento e possibili partnership, è l’obiettivo dell'Incontro, che sara' occasione per approfondire un Paese che ha grande voglia di rilanciarsi e che gode di consolidati rapporti sia nella regione dell'Africa Orientale che anche con i Paesi del Golfo.

Ad un anno dalla caduta del Presidente Al Bashir, l’incontro rappresenta un momento centrale nell‘azione di avvicinamento delle imprese italiane al Nuovo Sudan con il supporto della diplomazia economica italiana. Parteciperanno, oltre all'Ambasciatore d'Italia Vassallo ed al Presidente di Confindustria Assafrica & Mediterraneo Giovanni Ottati, la Direttrice dell'Agenzia degli Investimenti del Sudan Heba Mohamed Ali ed il Vicepresidente della Sudanese Employer Federation Mr. Anthony Haggar, con cui sara' possibile interagire.

Tre i settori focus: energie rinnovabili, agroalimentare, infrastrutture e costruzioni. 

I Soci interessati a prendere parte all'Incontro, possono dare conferma a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e per conoscenza a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando il nominativo del referente aziendale che interverrà ed il relativo indirizzo e-mail, entro venerdi' 5 giugno p.v.

Ai Soci che avranno dato conferma di adesione verrà inviato il link per partecipare all'Incontro.

Europa
Albania: le Autorità dell’Albania hanno dichiarato lo stato di calamità naturale fino al 23 giugno 2020 e disposto, a partire dal 10 marzo, il blocco totale dei collegamenti aerei e marittimi da/per l’Italia. I confini via terra restano aperti solo per il trasporto delle merci.
Austria: fino al 31 maggio, fatti salvi motivi particolari di salute e di visita ai familiari rispetto ai quali permane un certo margine di discrezionalità delle Autorità di frontiera, è permesso l’ingresso via terra dalla Svizzera, Lichtenstein, Germania, Ungheria, Slovenia e Italia purché si abbia un certificato medico attestante la negatività al Covid 19, non risalente oltre i 4 giorni. In assenza di tale certificato è obbligatorio sottoporsi ad un isolamento fiduciario di 14 giorni. Tale disposizione non si applica a cittadini austriaci e di chi risiede o è domiciliato nel Paese. I voli con l’Italia sono formalmente sospesi fino al 22 maggio mentre i collegamenti ferroviari fino al 25 giugno. In caso di arrivo via aereo (possibile solo con volo indiretto), in assenza di certificato per evitare la quarantena è possibile effettuare presso un laboratorio privato presente in aeroporto un test che verifichi la negatività al Covid 19.

Pagina 6 di 124

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account