Da "Il sole 24 ore"
Laura Federicis

Laura Federicis

Coordinatore Area Relazioni Istituzionali
Centro Studi, Convenzioni,
Assistenza Presidenza e Direzione Generale
Segreteria Sezione Turismo

Contatti
Telefono: 085 4325543 - 3405579577
Email: l.federicis@confindustriachpe.it

Confindustria Chieti Pescara e Camera di Commercio Chieti Pescara mettono a disposizione del territorio ABC Abruzzo Blockchain, la piattaforma che affianca le imprese garantendo il tracciamento digitale dei prodotti abruzzesi.

“ABC Abruzzo Blockchain – Tutela Promuovi Espandi” per le imprese di Chieti e Pescara, è uno strumento di ultima generazione per creare un tracciamento digitale di autenticità partendo dalla storia del prodotto.

Ascoltiamo i presidenti Silvano Pagliuca e Gennaro Strever e nella nuova puntata di Imprese InForma, TG Flash della Camera di Commercio di Chieti Pescara:

https://youtu.be/X2QjlyNonco.

Ricordiamo inoltre che ABC costituisce un percorso di evoluzione digitale che vuole potenziare la crescita economica del tessuto produttivo abruzzese, in gran parte costituito da piccole e medie imprese, dove una quota crescente di export è detenuta soprattutto dai settori design e food&wine.

La piattaforma è on line all’indirizzo https://www.abruzzobc.it/: nella sua home page fornisce tutte le informazioni necessarie alle imprese interessate a conoscere questo strumento e presenta in una vetrina le aziende già aderenti.

Nell’area riservata, ad accesso con password, la piattaforma rende disponibili dashboard aziendali riservate dove ogni realtà industriale del territorio ha la possibilità di configurare la tracciabilità della storia dei propri prodotti. Il tracciato notarizzato su blockchain è condiviso con i consumatori e con tutti gli attori della filiera: ogni lotto di produzione gestito in piattaforma ABC contiene le informazioni raccolte durante il processo di produzione di un prodotto, al fine di garantirne trasparenza, fiducia e tracciabilità. L’accesso del consumatore finale a queste informazioni avviene tramite lettura di QR-Code posizionati sul prodotto finito o tramite link web condiviso dall’azienda nelle sue attività di marketing e vendita.

La necessità di ottenere maggiore visibilità lungo la catena del valore non è mai stata più importante. Nella ricerca di soluzioni e metodologie per affrontare il problema, molte aziende riconoscono che la blockchain, migliorando la visibilità e aumentando l’efficienza attraverso le catene del valore, è uno strumento utile non solo per risolvere i problemi esistenti, ma per costruire mercati e servizi completamente nuovi.

Adesso è il momento giusto per sperimentare la tecnologia, ma partendo sempre dalle esigenze aziendali: sono queste, infatti, che devono trainare le applicazioni, e non la tecnologia. Alla base deve esserci sempre una visione strategica e una valutazione di business.

Le imprese che vogliono adottare ABC possono assicurarsi le molteplici funzionalità offerte con un unico investimento destinato alla configurazione del proprio caso aziendale (2.500 euro), senza sostenere quindi i consueti investimenti di avvio di un sistema blockchain, che sono solitamente ingenti se affrontati singolarmente. 

Per ricevere ulteriori informazioni, potrete contattare i nostri uffici (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o compilare l’apposita survey che trovate qui https://it.surveymonkey.com/r/AbruzzoBlockchain.

Non perdete questa occasione unica di portare innovazione e risultati nel vostro business aziendale.

DICONO DI ABC: 

IlSole24Ore

RETE8 

TV6

LAQTV 

EconoMIA dialoghi sull'impresa - RETE8

La video testimonianza del Presidente della Sezione Agroalimentare Roberto Di Domenico

Superbonus al 110%: le complessità di procedura ed il rinvio di una eventuale proroga a dicembre depotenziano la misura.

Pescara, 27 aprile 2021 - Il Presidente di Ance Chieti Pescara, Gennaro Strever, rileva che la già complessa macchina burocratica per l’attivazione dei progetti di superbonus rischia di disperdere molte energie necessarie per fruire del beneficio fiscale e quindi evidenzia che aspettare dicembre per la proroga al 2023 significherebbe perdere il 50% delle possibili iniziative visto che gli interventi necessitano di una programmazione lunga e precisa.

Infatti, un minor tempo per gli affidamenti degli incarichi professionali, le verifiche urbanistiche, la progettazione e l’ultimazione dei lavori da garantire entro i termini previsti dalla norma per evitare la decadenza dei benefici, rischia di creare forti timori per i cittadini e per le imprese esecutrici, con la conseguente riduzione degli interventi.

Tra le iniziative che potranno essere più penalizzate vi sono soprattutto gli interventi strutturali e sismici di cui necessiterebbero gran parte degli edifici ante anni 70, che seppur realizzati con i migliori standard dell’epoca, non rispondono pienamente alla mutata classificazione sismica del nostro territorio regionale ed alle più stringenti norme tecniche sulle costruzioni che man mano sono state migliorate. Per tali edifici l’incentivo fiscale costituisce una grande opportunità.

Quindi è assolutamente condivisibile ed opportuna l’iniziativa nazionale assunta da Ance con tutte le altre associazioni della filiera delle costruzioni, del mondo professionale e degli amministratori di condomini delle sigle sindacali con il comunicato stampa “SUPERBONUS: IMPRESE, LAVORATORI, ARTIGIANI, PROFESSIONISTI, CONDOMÌNI UNITI PER LA PROROGA IMMEDIATA E CON RISORSE CERTE” (allegato).

"EconoMIA, dialoghi sull'impresa" del 26 aprile 2021 è stato dedicato al tema "Responsabilità sociale di impresa per l’economia di domani". 

Ospite da remoto ALESSANDRA SMERILLI, coordinatrice della Task force Economia della Commissione Vaticana per il Covid-19, è stata nominata a fine marzo nuovo sottosegretario allo Sviluppo Umano Integrale che ci ha parlato di come preparere l’economia post Covid e come possono uscire migliori dalla crisi i cittadini e gli imprenditori, nonchè del ruolo delle donne nell'economia. 

Ospiti in studio NICOLA FABRIZIO, Vice Presidente Piccola Industria Confindustria Chieti Pescara, CEO Metamer che ha presentato le linee guida di Confindustria e delle imprese locali sul tema RSI, unitamente alla sua esperienza aziendale, e MAURO MENZIETTI, Presidente Associazione Nazionale Audioprotesisti, A.D. Istituto Acustico MAICO sul tema dell'integrazione della diversità. 

"EconoMIA, dialoghi sull'impresa" è il format tv di Confindustria Chieti Pescara, in onda il lunedì sera alle 21:30 su Rete8.

 Per rivedere la trasmissione: https://youtube.com/playlist?list=PLDddtD-LF1g5X8BJW7_dD3k4KoSdp-0un

 Appuntamento a lunedì prossimo con altri temi di attualità per le imprese!

Torna il format "90 minuti con" che dal 2008 porta a Pescara l'esperienza diretta di studiosi, scienziati, imprenditori e manager di successo internazionale su tematiche di grande attualità.

Il 14 maggio alle 16:30 affronteremo un tema di urgente interesse per tutti: "Intelligenza Artificiale: l’algoretica sia sempre al servizio dell’uomo".

Ne parleremo con un testimonial d'eccezione, che, come scrive lui stesso, cerca di mettere a fuoco il significato etico e antropologico della tecnologia per l'Homo sapiens: siamo una specie che da 70.000 anni abita il mondo trasformandolo, la condizione umana è una condizione tecno-umana...

Si inoltra, in allegato, lettera di invito del Presidente Pagliuca all’evento insieme al programma.

Auspicando una vostra gradita adesione all’evento in streaming,
segnaliamo il link per l’iscrizione:
https://it.surveymonkey.com/r/Etica_e_tecnologia_PaoloBenanti_ConfCHPE

Cordiali saluti.

PNRR: SERVE VISIONE STRATEGICA SU FILIERE CENTRALI DELLA MANIFATTURA. L’ITALIA E L’EUROPA RISCHIANO DI RESTARE INDIETRO
Il quadro macroeconomico proposto dal Documento di Economia e Finanza, le misure più urgenti per le imprese e il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Questi i temi al centro dell’incontro tra il Presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, e il Presidente del Consiglio, Mario Draghi. “Gli effetti della pandemia sull’economia, sul lavoro e sui redditi sono diseguali nel mondo e tra Paesi avanzati. In questo quadro, l’Europa rischia di restare indietro e l’Italia più indietro dell’Europa stessa” - cosi Confindustria in una nota diffusa dopo l’incontro.
“Per un anno Confindustria ha sottolineato l’esigenza di coinvolgere tutte le forze economiche e sociali per convogliare l’ingente mole di risorse europee su finalità credibili e condivise. Ma il tempo per le imprese è trascorso invano e ora, nel confermare la disponibilità a collaborare con il Governo, Confindustria – ha proseguito la nota - pone l’accento su tre punti cruciali: il Def; il secondo tema riguarda le necessità più urgenti per le imprese: liquidità, patrimonializzazione, ristori, lavoro; Il terzo tema riguarda il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza di cui non si conoscono ancora i dettagli. Confindustria ribadisce alcuni auspici di ordine generale, già formulati al Governo precedente. Un sistematico coinvolgimento delle parti sociali nell’attuazione del Piano, in linea con le indicazioni europee; una governance del Piano snella, la cui cabina centrale presso il MEF si occupi non solo della gestione dei flussi finanziari e rendicontazione dei progetti, ma dia supporto operativo alla gestione del PNRR; e infine serve una visione industriale strategica. Nel precedente PNRR non mancavano solo cronoprogrammi, costi e impatti, come invece richiedono le guidelines europee. Mancava qualunque approfondimento per le filiere centrali della nostra manifattura, automotive, siderurgia, componentistica, automazione industriale, chimica, farmaceutica, tessile-moda, alimentare. Così come era del tutto assente – ha aggiunto Confindustria - l’obiettivo di aumento della concorrenza e della produttività, due temi strettamente correlati tra loro perché la produttività negativa che l’Italia registra da 25 anni”.

PNRR: SAREBBE UN GRAVE ERRORE NON PROROGARE IL SUPERBONUS 110% . IL GOVERNO DEVE PUNTARE SUL MANIFATTURIERO
“Dalle indiscrezioni che circolano sul PNRR, sembra che da parte del Governo non ci sia la volontà di prorogare la misura del Superbonus 110% fino a dicembre 2023. Sarebbe un gravissimo errore perché danneggerebbe il settore delle costruzioni, che è volano dell’economia ed è ad alta intensità di occupazione. La proroga è necessaria, tanto più che il Superbonus è partito in ritardo viste le complessità amministrative”. Così Emanuele Orsini, Vice Presidente di Confindustria per il credito, la finanza e il fisco. “Una scelta miope quanto incomprensibile perché penalizza fortemente il settore manifatturiero. Invece di destinare ancora una volta ingenti risorse ad Alitalia, il Governo dovrebbe puntare sull’industria, l’unica ad aver reagito ai colpi della crisi e che continua a sostenere il Paese” – ha sottolineato Orsini. “Il Superbonus 110% è una misura che, con l’ammodernamento del patrimonio immobiliare del Paese, consente di raggiungere gli obiettivi di transizione ecologica previsti dal PNRR”- ha concluso il Vice Presidente.

LAVORO: NON HA SENSO SPOSTARE ANCORA Il TERMINE PER I LICENZIAMENTI. AZZERARE I CONTATORI E TOGLIERE I TICKET
“Si pensa di mettere tutto il sistema sotto una bolla pensando che poi, finita la pandemia, tutto ritorni come prima. Ma non sarà così”. Questo il commento del Vice Presidente Maurizio Stirpe, in un’intervista a La Stampa, dopo l’incontro con il Ministro Orlando, in cui i sindacati hanno chiesto un’ulteriore proroga del blocco dei licenziamenti fino al 31 ottobre. “Si teme uno tsunami occupazionale. Ma noi non abbiamo questa percezione” - ha spiegato Stirpe. “Pertanto non riusciamo a capire le ragioni per cui si debba modificare un provvedimento che già prevede uno sblocco graduale e che è stato assunto non più tardi di un mese fa”. E, rispondendo al segretario della CGIL Maurizio Landini, il Vice Presidente ha aggiunto: “noi siamo pronti a vaccinare e nessuno ha detto che vuole licenziare”. Quindi Maurizio Stirpe ha proposto una soluzione: “se si vuole fare di più basta azzerare i contatori della cig, in modo da assicurare ad ogni azienda 52 settimane di cassa integrazione, e togliere i ticket”. In questo modo, secondo il Vice Presidente, cadrebbe qualunque alibi, perché un’impresa che ha la possibilità di usufruire di ulteriori 52 settimane, non avrebbe motivo di licenziare un lavoratore non avendo altri costi a cui far fronte.“ Credo che questa modalità di cambiare continuamente le cose e spostare sempre i paletti avanti e indietro, ingeneri solo confusione, ci faccia perdere tempo e distolga l'attenzione dal problema dei problemi: la riforma degli ammortizzatori sociali” - ha fatto notare Stirpe.

CONFINDUSTRIA: BONOMI NOMINA RENZO ROSSO DELEGATO PER L’ECCELLENZA, BELLEZZA E GUSTO DEI MARCHI ITALIANI
Il Presidente di Confindustria Carlo Bonomi ha nominato Renzo Rosso, fondatore e presidente del Gruppo OTB, Delegato dell’Associazione per Eccellenza, Bellezza e Gusto dei Marchi Italiani. La delega a Renzo Rosso si aggiunge a quelle già affidate dal Presidente Bonomi lo scorso giugno a Gianfelice Rocca come Advisor per le Life Sciences, Stefan Pan come Delegato per l’Europa e Aurelio Regina per l’Energia. “L’industria italiana è riconosciuta in tutto il mondo per le sue caratteristiche di eccellenza in termini di design, cura, qualità dei materiali e delle lavorazioni. Un’immagine delle nostre produzioni – ha affermato il Presidente di Confindustria Carlo Bonomi – che alimenta e veicola allo stesso tempo l’amore per l’Italia e l’attrattività del nostro Paese. Sono fiero di poter contare sull’energia e il pragmatismo di Renzo Rosso che, con la sua storia imprenditoriale di assoluto successo e prestigio internazionale, sarà un valido ambasciatore dei marchi italiani e offrirà un contributo significativo alle scelte strategiche e non più rinviabili che tutti noi siamo chiamati a prendere per il rilancio della nostra economia, in Europa e nel mondo”. “Il Made in Italy è un asset fondamentale del nostro Paese – ha aggiunto il neodelegato di Confindustria Renzo Rosso – e chi le dà valore sono le tante realtà imprenditoriali che portano avanti una tradizione unica e irripetibile. Ringrazio il Presidente Bonomi per la fiducia, sono pronto a dare il mio contributo e la mia esperienza, e conto sul supporto dei tanti marchi di prestigio italiani”.

B20: INSEDIATO L’INTERNATIONAL ADVOCACY CAUCUS. COORDINANO MARCEGAGLIA ED ELKANN. BESOS E AMBANI TRA I MEMBRI
Valorizzare il ruolo delle donne attraverso la creazione di un nuovo ambiente di lavoro e affrontare la sfida del cambiamento climatico. Queste i due temi cardine al centro del primo incontro dell’International Advocacy Caucus (IAC), l’organismo internazionale del B20 la cui nomina, dopo quella dell’Advisory Board, completa la governance del più autorevole fra gli Engagement Group istituiti dal G20. A coordinare questo gruppo insieme alla Chair del B20, Emma Marcegaglia, sarà John Elkann, Chairman e CEO EXOR N.V. e Stellantis Group. “Con l’International Advocacy Caucus, il B20 Italy 2021 completa la propria governance inserendo profili internazionali di altissimo livello. La sua prima riunione ha luogo esattamente tre mesi dopo l’avvio ufficiale dei lavori il 20,21 gennaio. Sono fiera del percorso fin qui svolto e sono certa che raggiungeremo gli obiettivi che ci siamo prefissi con la formulazione di proposte concrete per il G20, a partire dall’impiego, le donne e i cambiamenti climatici. La visione e l’esperienza delle donne e degli uomini che compongono il Caucus sarà fondamentale". Così Emma Marcegaglia, B20 Chair.

B20, SALUTE: INNOVAZIONE E COOPERAZIONE PUBBLICO PRIVATO AL CENTRO DEL PRIMO INCONTRO TRA IL MINISTRO SPERANZA E LA TASK FORCE
Più innovazione, non solo tecnologica, ma anche regolatoria, e nuovi modelli di collaborazione tra pubblico e privato che mettano al centro i pazienti. È questa la linea che emerge sia dalle voci governative che da quelle delle imprese e del mondo accademico durante il primo B20-G20 Dialogue, ospitato dalla Task Force Health & Life Sciences del B20, l'engagement group ufficiale G20 riservato alle imprese con oltre 1000 delegati delle maggiori aziende globali. L'evento digitale, organizzato dalla Task Force guidata dal Chair Sergio Dompé, ha visto la partecipazione di Emma Marcegaglia Presidente del B20, del Ministro della Salute Roberto Speranza e del Ministro della Salute indonesiano Budi Gunadi Sadikin, che nel 2022 ospiterà il G20. “Dagli interventi del Ministro Roberto Speranza e del Ministro Sadikin è emerso con chiarezza che per uscire dalla crisi, le partnership tra pubblico-privato e i pazienti sono al centro di una visione della Salute integrata condivisa sia da governi che dalle imprese – ha sottolineato Sergio Dompe’. Un altro punto fondamentale è l’importanza dell’ecosistema che unisce i tanti attori dell’innovazione. Con Emma Marcegaglia, con i Co-Chair che mi affiancano e la Task Force tutta, il B20 sta lavorando affinché per consegnare ai leader del G20 soluzioni che rendano permanente la fenomenale accelerazione nella ricerca e sviluppo che ci ha permesso di avere vaccini in meno di un anno invece che in un decennio”.

Leggi il comunicato stampa sull’incontro con Draghi sul PNRR e sul Superbonus 110% e l’audizione sul Def
https://www.confindustria.it/notizie/dettaglio-notizie/carlo-bonomi-incontra-il-presidente-del-consiglio-mario-draghi
https://www.confindustria.it/notizie/dettaglio-notizie/DEF-in-linea-con-le-nostre-previsioni-sul-PNRR-Italia-si-gioca-il-futuro
https://www.confindustria.it/home/media/comunicati-stampa

Leggi l’intervista di Stirpe a la Stampa
https://bit.ly/3xic8kS

Leggi il comunicato sulla nomina di Renzo Rosso a delegato del Presidente per l’eccellenza, la bellezza e il gusto dei marchi italiani
https://bit.ly/3tLilnc

Leggi le ultime notizie sul B20
https://www.confindustria.it/home/media/comunicati-stampa

Mirko Basilisco è il nuovo Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Chieti Pescara
“Dinamismo e capacità di produrre cambiamenti radicali, i giovani con cuore e spirito critico sappiano costruire il sistema economico di domani. Next Generation e Green Economy per guardare al futuro”

Pescara, 23 aprile 2021 – Mirko Basilisco, classe 1988, è il nuovo presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Chieti Pescara, che conta oltre 135 aderenti. L’elezione è avvenuta ieri pomeriggio.

Basilisco è Consigliere di Amministrazione e Direttore R&D/Business Development della Dinamic Service Srl, azienda specializzata nel confezionamento conto terzi su scala nazionale e internazionale, nonché Presidente della New Fergi.

“La difficile situazione economica italiana e mondiale, tanto più in ottica di ripresa post Covid, ci porta ogni giorno, sempre con maggiore intensità, a trattenerci nei nostri ambienti lavorativi presi nel rispondere alle continue difficoltà che quotidianamente affrontiamo. Tutto questo impegno è estremamente corretto e necessario, non dobbiamo però dimenticare l'importanza di far parte di un sistema come quello di Confindustria e in particolare del Gruppo Giovani Imprenditori, che è un valore aggiunto per ognuno di noi. Qui abbiamo la possibilità di confrontarci, fare RETE, crescere personalmente, a beneficio di noi tutti e delle nostre aziende. Next Generation e Green Economy sono strumenti fondamentali per guardare al futuro: li dobbiamo conoscere e poter mettere in campo appieno”, ha dichiarato nel suo discorso ai soci il neo eletto presidente.

Il Gruppo Giovani Imprenditori è un movimento che agisce nell'ambito della struttura associativa al quale aderiscono le nuove leve dell'imprenditoria locale. Per far parte del Gruppo occorre operare in aziende iscritte all'Associazione ed avere un'età compresa tra i 18 ed i 40 anni. Il Gruppo ha tra i suoi scopi rafforzare nei giovani imprenditori lo spirito associativo, stimolare la consapevolezza della funzione etico-sociale dell'imprenditore, promuovere iniziative atte ad approfondire la conoscenza dei problemi economici, sociali, politici e tecnici dell'industria nonché diffondere la cultura d'impresa e favorire l'imprenditorialità.

Il programma della nuova presidenza, oltre un proseguo naturale del Gruppo e della sua progettualità, prevede un ulteriore inserimento di attività e spunti che stimolino maggiormente il percorso di crescita, come il rafforzamento delle relazioni industriali e con il mondo bancario e assicurativo, nonché il rafforzamento della propensione all’estero in ottica di rendersi orgogliosi ambasciatori del Made in Italy.

E inoltre: “La questione digitale è sicuramente un tema che riguarda da vicino tutte le aziende, piccole, medie e grandi. Per realizzare la trasformazione digitale, l'investimento tecnologico è condizione necessaria ma non sufficiente. Occorre una profonda trasformazione dei processi organizzativi, dei modelli di business, della cultura e delle competenze digitali di manager e lavoratori. Sarà per il gruppo una grande sfida riuscire a produrre risultati anche su questa tematica sempre più importante e decisiva”, ha concluso Basilisco.

Eletti ieri anche i Consiglieri del Gruppo:

Sara Barbarossa, Cesar di Barbarossa Enio e F.lli Srl

Paolo De Grandis, Polymatic Srl

Cristiano D'Ortenzio, Drt Operation Srl

Stefano Perazzelli, Team Consulting Payroll & Legal Srl

Paolo Pietrostefani, Cfa Consulenza e Finanzia D'azienda Srl

Mattia Travaglini, Icori Srl

Francesco Valentini, Enesco Srl

Confindustria Chieti Pescara e Camera di Commercio Chieti Pescara hanno presentato ABC Abruzzo Blockchain, la piattaforma che affianca le imprese garantendo il tracciamento digitale dei prodotti abruzzesi.

“ABC Abruzzo Blockchain – Tutela Promuovi Espandi” per le imprese di Chieti e Pescara, è uno strumento di ultima generazione per creare un tracciamento digitale di autenticità partendo dalla storia del prodotto.

Come funziona? qui il breve video di presentazione: https://www.youtube.com/channel/UCGRi24fedGXfac2OislMWiQ 

ABC costituisce un percorso di evoluzione digitale che vuole potenziare la crescita economica del tessuto produttivo abruzzese, in gran parte costituito da piccole e medie imprese, dove una quota crescente di export è detenuta soprattutto dai settori design e food&wine.

La piattaforma è on line all’indirizzo https://www.abruzzobc.it/: nella sua home page fornisce tutte le informazioni necessarie alle imprese interessate a conoscere questo strumento e presenta in una vetrina le aziende già aderenti.

Nell’area riservata, ad accesso con password, la piattaforma rende disponibili dashboard aziendali riservate dove ogni realtà industriale del territorio ha la possibilità di configurare la tracciabilità della storia dei propri prodotti. Il tracciato notarizzato su blockchain è condiviso con i consumatori e con tutti gli attori della filiera: ogni lotto di produzione gestito in piattaforma ABC contiene le informazioni raccolte durante il processo di produzione di un prodotto, al fine di garantirne trasparenza, fiducia e tracciabilità. L’accesso del consumatore finale a queste informazioni avviene tramite lettura di QR-Code posizionati sul prodotto finito o tramite link web condiviso dall’azienda nelle sue attività di marketing e vendita.

Nel concreto, un esempio dei vantaggi di cui le aziende potranno beneficiare: il tracciamento di origine, dell’avanzamento ordine, delle fasi di lavorazione espletate in house (certificato di proprietà), l’accreditamento committenze, la tracciabilità dei lotti, la messa a sistema di entità nella stessa filiera che non hanno rapporti diretti tra loro e l’allineamento con clienti già orientati alla blockchain (grandi catene di distribuzione). ABC nasce da un tavolo di lavoro avviato nel 2019 in Confindustria Chieti Pescara che ha messo a rete molteplici esperienze di esperti e aziende. Inoltre, la piattaforma ABC è stata da pochi giorni citata come best practice nazionale sul libro bianco della blockchain, edito da Assolombarda.

La necessità di ottenere maggiore visibilità lungo la catena del valore non è mai stata più importante. Nella ricerca di soluzioni e metodologie per affrontare il problema, molte aziende riconoscono che la blockchain, migliorando la visibilità e aumentando l’efficienza attraverso le catene del valore, è uno strumento utile non solo per risolvere i problemi esistenti, ma per costruire mercati e servizi completamente nuovi.

Adesso è il momento giusto per sperimentare la tecnologia, ma partendo sempre dalle esigenze aziendali: sono queste, infatti, che devono trainare le applicazioni, e non la tecnologia. Alla base deve esserci sempre una visione strategica e una valutazione di business.

Per questo come vostra Associazione di riferimento vogliamo essere ancora una volta al vostro fianco con una visione e uno strumento innovativo.

Le imprese che aderiranno potranno assicurarsi le funzionalità offerte da ABC con un unico investimento destinato alla configurazione del proprio caso aziendale (2.500 euro), senza sostenere quindi i consueti investimenti di avvio di un sistema blockchain, che sono solitamente ingenti se affrontati singolarmente. 

Per ricevere ulteriori informazioni, potrete contattare i nostri uffici (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o compilare l’apposita survey che trovate qui https://it.surveymonkey.com/r/AbruzzoBlockchain.

Non perdete questa occasione unica di portare innovazione e risultati nel vostro business aziendale.

DICONO DI ABC: 

IlSole24Ore

RETE8 

TV6

LAQTV 

EconoMIA dialoghi sull'impresa - RETE8

La video testimonianza del Presidente della Sezione Agroalimentare Roberto Di Domenico

Confindustria Servizi - Le convenzioni Retindustria: il risparmio che fa volare il tuo business.

Sali anche tu a bordo!

RETINDUSTRIA rappresenta una rete di oltre 40 partner che, grazie a offerte dedicate ed in esclusiva sui principali prodotti e servizi legati all’attività di impresa, supporta il business degli Associati Confindustria.

Se sei associato e vuoi scoprire tutti i vantaggi e le opportunità a te riservate sfoglia la brochure allegata o guarda il video:

https://www.youtube.com/watch?v=VNWZJIfsiU4&ab_channel=Confindustria

​​Se non sei associato contattaci per ulteriori info!

Speranza: il coordinamento delle iniziative e la condivisione delle conoscenze ed esperienze sia fondamentale per vincere le sfide del futuro.

Il Ministro indonesiano della Salute Sadikin – ospitante G20-2022: ricerca, Big Data e intelligenza artificiali fondamentali per una Salute che garantisca accesso universale alla Salute.

Sergio Dompé: ecosistema dell’innovazione fondamentale per creare una Sanità più resiliente e sostenibile. Il B20 vuole dare un contributo fondamentale attraverso raccomandazioni al G20.

Di seguito il comunicato stampa di Confindustria:
Più innovazione, non solo tecnologica, ma anche regolatoria, e nuovi modelli di collaborazione tra pubblico e privato che mettano al centro i pazienti. È questa la linea che emerge sia dalle voci governative che da quelle delle imprese e del mondo accademico durante il primo B20-G20 Dialogue, ospitato oggi dalla Task Force Health & Life Sciences del B20, l'engagement group ufficiale G20 riservato alle imprese con oltre 1000 delegati delle maggiori aziende globali.

L'evento digitale, organizzato dalla Task Force guidata dal Chair Sergio Dompé, ha visto la partecipazione di Emma Marcegaglia Presidente del B20, del Ministro della Salute Roberto Speranza e del Ministro della Salute indonesiano Budi Gunadi Sadikin, che nel 2022 ospiterà il G20. L’evento s’inscrive all’interno del percorso che l’8 ottobre consegnerà a Mario Draghi, Chair del G20 italiano, tre raccomandazioni per rilanciare il settore della Salute rendendolo più sostenibile e resiliente a pandemi e crisi. Sono intervenuti, tra gli altri, i quattro Co- Chair della Task Force: Werner Baumann (CEO Bayer); Sir Mark Caulfied (Chief Scientist Genomics England); Geoff Martha (Chairman & CEO Medtronic); Leon Wang (EVP International AstraZeneca).

“Il dialogo con il settore privato è un’occasione importante per sottolineare ancora una volta quanto il coordinamento delle iniziative e la condivisione delle conoscenze ed esperienze sia fondamentale per vincere le sfide del futuro. In questo senso, il G20 può e deve essere la chiave di volta in questo processo. L’Italia è pronta a fare la sua parte nel consesso internazionale”, ha dichiarato il Ministro Speranza nel suo intervento. “Il G20 di quest’anno si svolge in un contesto complesso come quello della pandemia che ha causato la morte di quasi tre milioni di persone e ha stravolto i sistemi sanitari nel mondo – ha sottolineato il Ministro italiano - Un contesto in cui, per citare le parole del Segretario Onu Guterres, la ripresa deve trasformarsi in una reale opportunità di fare le cose correttamente per il futuro. I Paesi più industrializzati del G20 possono svolgere un ruolo chiave per stimolare un cambiamento positivo a livello internazionale. In particolare, il programma del G20 di quest’anno è incentrato su 3 pilastri: Persone, Pianeta e Prosperità con la salute come elemento trasversale. L’incontro di oggi all’interno della B20 Health and Life Science Task Force ha evidenziato ancora una volta la pressione che la pandemia ha esercitato su tutti i sistemi sanitari nazionali e la necessità di rafforzare la prontezza di reazione alle crisi globali. Dobbiamo sviluppare e migliorare gli standard di cure primarie e allo stesso tempo favorire l’uso delle tecnologie digitali, comprese la robotica e l’elaborazione dati, come elementi centrali per affrontare le sfide future e per accelerare l’evoluzione verso una copertura sanitaria universale”.

La ripresa di un ruolo guida nella ricerca e sviluppo di nuovi farmaci e vaccini e nella diagnostica e da parte degli Stati che devono promuovere innovazioni ad alto valore aggiunto equilibrando la prospettiva della sanità pubblica con quella della comunità scientifica sono temi chiave del Policy Paper su cui sta lavorando la Task Force B20 e che verrà presentato all’incontro in autunno dei ministri della Salute del G20.

“La ricerca scientifica, la tecnologia, i big-data e l’Intelligenza Artificiale stanno trasformando tutte le industry – ha sottolineato nel suo intervento il Ministro della Sanità indonesiano, Budi Gunadi Sadikin, che nel 2022 ospiterà il G20 – L’Indonesia è composta da oltre 30mila isole e solo attraverso l’innovazione è oggi possibile assicurare la centralità del paziente con costi sostenibili. Quando soffia il vento dell’innovazione molti Paesi erigono dei muri per proteggersi, mentre ancora pochi pensano a come sfruttarlo a vantaggio dei propri cittadini e per questo le raccomandazioni al G20 del Policy Paper del B20 sono importanti”.

“Dagli interventi del Ministro Roberto Speranza e del Ministro Sadikin è emerso con chiarezza che per uscire dalla crisi, le partnership tra pubblico-privato e pazienti sono al centro di una visione della Salute integrata condivisa sia da governi che dalle imprese – ha sottolineato Sergio Dompe’. Un altro punto fondamentale è l’importanza dell’ecosistema che unisce i tanti attori dell’innovazione. Con Emma Marcegaglia, con i Co-Chair che mi affiancano e la Task Force tutta, il B20 sta lavorando affinché per consegnare ai leader del G20 soluzioni che rendano permanente la fenomenale accelerazione nella ricerca e sviluppo che ci ha permesso di avere vaccini in meno di un anno invece che in un decennio”.

Il Direttore Generale di Confindustria Chieti Pescara dr. Luigi Di Giosaffatte è intervenuto al TGR RAI 3 di sabato 17 aprile su ripartenze, crisi del manifatturiero e ZONA ECONOMIA SPECIALE (ZES).

Qui il link al servizio: https://confindustriachpe.it/multimedia-gallery/intervento-del-direttore-generale-di-giosaffatte-al-tgr-abruzzo-del-17-aprile-2021-edizione-delle-14-00 

Pagina 3 di 296

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account