Da "Il sole 24 ore"
Laura Federicis

Laura Federicis

Assistenza Presidenza e Direzione, Convenzioni, Centro Studi, Ufficio Relazioni con i Media
Segreteria Sezione Turismo

Telefono 085 4325543 - 3405579577
email l.federicis@confindustriachpe.it

Ogni anno l'Assemblea dell'Associazione diventa un appuntamento pubblico molto importante ed attenzionato e quest'anno in modo particolare in quanto Confindustria Chieti Pescara avrà l'onore di avere ospite il Presidente Nazionale VINCENZO BOCCIA.

L'evento rappresenterà un altissimo momento di confronto sui temi legati all'Innovazione e alla Digitalizzazione con ospiti di calibro internazionale. Una riflessione sui mutamenti e sulle trasformazioni che stanno investendo non solo il mondo dell'impresa, ma l'intero contesto politico e sociale.

L'evento si svolgerà il giorno 9 luglio, a Pescara presso la straordinaria cornice dell'AURUM – La fabbrica delle Idee. Godrà di una altissima visibilità sui media nazionali e locali nonché attirerà la massiccia partecipazione di imprenditori, managers, istituzioni e autorità.

Confindustria Chieti Pescara, facendo seguito alla felice collaborazione instaurata con alcuni di voi già negli scorsi anni, intende mettere a vostra disposizione anche in questa occasione una opportunità strutturata di visibilità, modulando i servizi e le opportunità per modalità di sponsorizzazione così come dettagliato nell'allegato.

 Per ogni ulteriore informazione: dr.ssa Marilena Mariani (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel.0854325511); dr.ssa Laura Federicis (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel 0854325543).

In allegato la lettera del Direttore Generale indirizzata a tutti i soci, il piano sponsorizzazioni, il modulo di prenotazione.

ELITE presenta oggi 25 nuove società italiane, superando le 1.130 aziende all'interno del network di cui 700 in Italia

• ELITE è il programma internazionale del London Stock Exchange Group nato in Borsa Italiana nel 2012 in collaborazione con Confindustria e dedicato alle aziende ambiziose

• La community internazionale di ELITE raggiunge quota 1.134 aziende, di cui 700 italiane, per 84 miliardi di euro di ricavi e oltre 485.000 dipendenti

• Grazie alla partnership con Confindustria sono stati attivati ELITE Desk, diffusi su tutto il territorio nazionale, attraverso i quali sono state selezionate 10 società tra le imprese che entrano oggi in ELITE

Grazie al desk Elite di Confindustria Chieti Pescara, DECO Spa partecipa alla classe che entra oggi nel network internazionale di ELITE, il programma del London Stock Exchange Group nato in Borsa Italiana nel 2012 con la collaborazione di Confindustria e dedicato alle aziende ambiziose con un modello di business solido e una chiara strategia di crescita.
Proprio grazie alla partnership con Confindustria sono stati attivati ELITE Desk, diffusi su tutto il territorio nazionale, attraverso i quali sono state selezionate 10 delle imprese che entrano oggi in ELITE.

ELITE dà oggi il benvenuto alle 25 nuove società italiane ammesse al programma dedicato alle imprese ad alto potenziale di crescita. Le nuove aziende italiane che da oggi iniziano il proprio percorso provengono da 11 diverse regioni e operano in differenti settori tra cui Industria, Salute e Food & Beverage a ulteriore conferma della capacità di ELITE di rappresentare l'economia reale.

Luca Peyrano, CEO, ELITE ha dichiarato:
"Partendo dall'Italia, ELITE ha saputo creare un modello di eccellenza dedicato alle migliori aziende riconosciuto a livello internazionale. Siamo felici di dare oggi il benvenuto alle 25 nuove aziende ELITE individuate in collaborazione con Confindustria, che rappresentano 15 diversi settori e provengono da 11 diverse regioni italiane. Il futuro del nostro Paese è strettamente collegato alla capacità di fare impresa e valorizzare le aziende più virtuose. Questo il ruolo fondamentale di ELITE: abilitare il cambiamento, creare valore e supportare la crescita. ELITE è prima di tutto una piattaforma per crescere, solo dopo arriva la finanza, che è al servizio delle idee e delle ambizioni dell'impresa. Oggi ELITE è un network globale di oltre 1.130 imprese provenienti da 41 Paesi, a testimonianza di come questo modello possa rispondere alle esigenze delle aziende di qualità a prescindere dalla loro geografia".

Silvano Pagliuca, Presidente di Confindustria Chieti Pescara ha dichiarato:
"A circa due anni dall'apertura dell'Elite desk in Confindustria Chieti Pescara registriamo con grande soddisfazione l'ingresso nel programma dell'importante azienda Deco Spa, leader nel settore ambientale, alla quale auguriamo un proficuo percorso, che ne accresca le competenze finanziarie e la competitività. La collaborazione con Borsa Italiana ha prodotto quindi già importanti frutti, segno che il terreno su cui abbiamo seminato cultura della crescita è fertile e le aziende sono pronte a cogliere le opportunità che Confindustria mette a loro disposizione. Altre nostre aziende hanno già manifestato un concreto interesse al programma, ed in occasione della prossima finestra prevista in autunno incrementeranno la platea di aziende abruzzesi Elite. Prosegue quindi la nostra azione di sostegno alla innovazione, compresa quella finanziaria, complementare rispetto ai tradizionali canali bancari. Chi abbia interesse ad approfondire questi temi può rivolgersi ai nostri uffici o inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.".

MATCH4.0 - Digital Innovation Hub Abruzzo, nell'ambito dell'accordo "100 giornate per le imprese manifatturiere" che la rete nazionale dei Digital Innovation Hub di Confindustria ha siglato con la SIEMENS spa, in collaborazione con il Polo Tecnico Professionale della Meccanica, Meccatronica ed Automazione e l'ITS Sistema Meccanica di Lanciano, è lieta di invitarvi a partecipare alla visita al Centro Tecnologico Siemens (TAC) di Piacenza per scoprire il valore e le opportunità offerte dalla Digitalizzazione.

Nel corso della visita, avrete l'opportunità di conoscere lo stato dell'arte dell'offerta digitale di Siemens: Simulazione, Digital Twin, Virtual Commissioning, Industrial IOT and Cloud, Cyber Security, Predictive Maintenance, Augmented Reality, Future of Automation sono solo alcune delle tecnologie presentate ed esemplificate attraverso un approccio olistico, che interessa tutte le funzioni ed i processi aziendali: una SMART FACTORY con le tecnologie più innovative per la digitalizzazione e con competenze multidisciplinari a disposizione delle imprese del nostro territorio.

Il viaggio, previsto per il prossimo venerdì 10 maggio 2019, sarà effettuato con pullman gran turismo nell'arco della giornata, con partenza presunta da alcuni punti di ritrovo lungo la direttrice autostradale A14, in orario utile per giungere a destinazione alle ore 11:00. Il ritorno è previsto in serata. Ulteriori dettagli saranno disponibili a breve.
Avendo a disposizione n. 25 posti in rappresentanza delle imprese, è possibile la partecipazione di 1 rappresentante per azienda, a titolo gratuito, facendo presente che le adesioni saranno prese in considerazione in base all'ordine di arrivo a questa segreteria (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.), e comunque entro il prossimo venerdì 3 Maggio.

Ulteriori informazioni sul TAC Siemens: www.siemens.it/tac.

EcoMob è l'Expo dedicato alla mobilità sostenibile, al cicloturismo e all'ecologia ambientale. Dal 13 al 15 settembre a Pescara, un vero e proprio incubatore di cultura sostenibile.

Questa seconda edizione si avvale del patrocinio di Confindustria Chieti Pescara, nonchè di CCIAA Chieti Pescara, Cna Abruzzo, del Comune di Pescara e di Abruzzo Turismo. 

In allegato la documentazione informativa di ecoMOB EXPO Village 2019.
L'edizione 2018 ha conseguito risultati brillanti: oltre 5.000 visitatori, 40 espositori in più di 3.000 mq indoor e 9.000 outdoor, oltre 100 brand presenti in varie modalità, 2 meeting di carattere nazionale, 1 workshop formativo per giornalisti, 2 forum sulle ciclovie regionali, 3 eventi ludici e musicali.
ecoMOB expo village 2019 continuerà ad avere una notevole rilevanza europea con la collaborazione di importanti istituzioni nazionali e regionali creando un forte interesse intorno ad enti ed aziende che parteciperanno attivamente anche quest'anno.


L'expo vuole promuovere e sostenere le proprie tematiche stimolando un mercato in forte espansione attraverso l'interazione con le aziende del settore: una ragionevole operazione di marketing per un sicuro ritorno commerciale e di immagine.

Possibilità di acquisto stand e sponsorizzazioni, nonchè collaborazioni nell'area food e musica. 

Per ulteriori informazioni:
Gianluca Giallorenzo
CEO Founder - Resp. Marketing
338.8644110
Mimmo Giallorenzo
CEO Founder - Resp. Commerciale
392.0768659

ECOMOB Expo <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Infografica dal CSC - Brexit: altri sei mesi d'incertezza

La Brexit è rinviata almeno sino al 31 ottobre 2019, prolungando l'incertezza soprattutto nel Regno Unito. A rischio di restare deteriorata la fiducia (quella delle imprese a marzo ha segnato il minimo dal 2009) e svalutata la sterlina (-9,5% rispetto ai livelli pre-Brexit).

I più recenti indicatori qualitativi per l'andamento delle attività economiche prefigurano una lieve contrazione nel settore dei servizi, componente cruciale per il PIL inglese.

Il legame dell'economia britannica all'UE27 è molto forte, con il 47 per cento dell'export di beni made in UK che nel 2017 è approdato nel Mercato unico; l'esposizione dell'UE27 verso il Regno Unito è del 6 per cento. Questo aiuta a capire i rapporti di forza delle due parti nelle negoziazioni sulla Brexit.

Il divorzio dall'UE mette a rischio anche i processi di produzione delle multinazionali che operano in UK: corporation del calibro di Panasonic, Dyson, Nomura e Goldman Sachs stanno ridimensionando la loro struttura produttiva nel Regno Unito.

In allegato l'infografica

Conosci già le Convenzioni per gli associati Confindustria? c'è anche IP

Italiana petroli S.p.A. mette a disposizione dei Soci Confindustria la possibilità di acquistare Carburanti a condizioni vantaggiose sulle Stazioni a marchio TotalErg ed IP oltre che Lubrificanti ed AdBlue®, tramite l'utilizzo di Carte Petrolifere (IP Plus) valide su tutta la rete del gruppo API (il più grande Network di Accettazione Fuel Cards a livello italiano).

IP Plus è strumento privativo di pagamento comodo ed affidabile per pagare Carburanti, Lubrificanti e prodotti speciali e servizi con addebito in fattura; molto più di una semplice carta, IP Plus rappresenta lo strumento ideale in grado di rispondere tanto alle esigenze specifiche dei responsabili flotte quanto a quelle degli autisti: eliminerete gli anticipi di Contante agli autisti e la compi­lazione di documenti cartacei.

Per maggiori informazioni:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ricordiamo che per usufruire di tutti i vantaggi delle Convenzioni è indispensabile il certificato associativo che potrete richiedere a:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Martedì, 16 Aprile 2019 11:11

Convenzioni Confindustria: l'offerta Q8

Conosci già le Convenzioni per gli associati Confindustria? c'è anche

FUEL CARDS Q8

Kuwait Petroleum Italia offre ai Soci di Confindustria condizioni esclusive sull'acquisto di carburante attraverso i prodotti fuel cards dedicati alle imprese e ai possessori di Partita IVA: CartissimaQ8, carta carburante per le piccole e grandi flotte di automobili o veicoli commerciali, e RecardQ8, l'offerta che include carte carburante ricaricabili disponibili nelle versioni, business e coupon, e i Q8 TicketFuel, i buoni carburante digitali.

Documentazione completa in allegato. 

Per maggiori informazioni:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ricordiamo che per usufruire di tutti i vantaggi delle Convenzioni è indispensabile il certificato associativo che potrete richiedere a:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

COMUNICAZIONE ALLA STAMPA

Porti: Confindustria Chieti Pescara chiede subito l'annessione a Civitavecchia, la ZES è pienamente compatibile con il passaggio di competenza e resta una priorità. Il Governatore Marsilio firmi per il bene della nostra Regione. _________________________________________________________________

La portualità abruzzese è costretta a vivere, per una scelta poco ponderata, un ruolo subalterno, sotto il profilo amministrativo, alla portualità delle Marche.
L'Abruzzo, Regione centrale, cerniera tra il Nord e il Sud e tra l'Est e l'Ovest, è vocata ad un ruolo certamente più importante, vista la sua condizione geografica di land bridge Tirreno-Adriatico, che ingloba le aree retroportuali ed interne del Lazio e dell'Abruzzo in un corridoio logistico estremamente funzionale.


Il cambio di autorità portuale per i porti abruzzesi da Ancona a Civitavecchia è assolutamente possibile anzi auspicabile, perché Civitavecchia è un porto della rete trans-europea dei trasporti e pertanto la ZES_Abruzzo può collegarsi perfettamente al porto laziale. Chi sostiene il contrario, sostiene il falso.


Confindustria Chieti Pescara, Confindustria Civitavecchia e le tre sigle sindacali regionali CGIL CISL e UIL sono già intervenute diverse volte sulla stampa e con una lettera al Ministro Toninelli difendendo questi principi. La trasversalità tirreno adriatica, ricordiamolo, aveva già incassato peraltro il sostegno dei governatori di Abruzzo e Lazio (D'Alfonso e Zingaretti) in una lettera di intenti firmata il 24 febbraio 2016.
La ZES, infatti, nella sua finalità normativa, interverrebbe anche per valorizzare lo sviluppo del traffico merci tra i due mari Tirreno e Adriatico: la posizione geografica di Lazio e Abruzzo risulta particolarmente favorevole e altamente funzionale agli obiettivi di sviluppo dei trasporti intermodali tra la Penisola Iberica e l'area Balcanica, l'est Europa e il Medio Oriente. In quest'ottica un'unica Autorità di Sistema Portuale non solo è la soluzione più coerente con la ZES, ma faciliterebbe il riconoscimento, da parte della Commissione Europea, di un corridoio Barcellona-Civitavecchia-Ortona-Pescara-Ploce tra le reti transeuropee dei trasporti. Un'opportunità per accedere ad ingenti finanziamenti e far crescere il sistema infrastrutturale Abruzzese. Il nostro territorio peraltro è già ricco di infrastrutture per la connettività: due porti di rilevanza nazionale, due porti regionali, l'autoporto di Avezzano inattivo, l'Interporto Val Pescara – che gode di una uscita autostradale sulla A25 appositamente dedicata, quella di Manoppello, con una superficie di 959.000 mq. che potrebbe ospitare ogni tipo di merce - l'Aeroporto internazionale d'Abruzzo - ubicato a 4 Km dal centro di Pescara direttamente sulla SS5 Tiburtina Valeria, fulcro per il turismo e con un servizio cargo ancora da immaginare - tutti non lontani dall' autostrada A24, che ha ancora forti potenzialità di sviluppo in termini di traffico. Sta a noi costruire con queste tessere e con il giusto collante la visione della connettività abruzzese.


"Chiediamo alla politica di assumersi la responsabilità davanti alla storia e al futuro degli abruzzesi di questa scelta" ha dichiarato il Presidente di Confindustria Chieti Pescara Silvano PAGLIUCA. "È su quest'asse Pescara/Ortona/Vasto-Civitavecchia che si possono realizzare gli interessi più generali dell'economia regionale e nazionale, favorendo lo sviluppo delle connessioni funzionali ai flussi di merci e persone, in grado di generare valore aggiunto sul territorio. In tale ottica, risulta indispensabile integrare la rete europea dei trasporti, valorizzandone l'intermodalità e incrementando nuove linee delle Autostrade del Mare, per spostare merci dalla gomma all'acqua e al ferro e perseguire benefici economici, ambientali e di maggiore sicurezza. Un territorio con buone infrastrutture, è più attrattivo per le imprese". Conclude Pagliuca: "Siamo a disposizione del Presidente Marsilio per ogni collaborazione possibile, ma è ormai necessario che anche il nuovo governo regionale Abruzzese sottoscriva l'intesa con il Lazio e chi si faccia portavoce con il Ministro Toninelli e il governo nazionale per evitare che l'Abruzzo resti tagliato fuori. Attivare il corridoio significherà per le province di Chieti e Pescara diventare la piattaforma logistica del centro Italia: il nostro aeroporto e le altre nostre infrastrutture diverrebbero, di fatto, satelliti delle infrastrutture di Roma".

Per ulteriori informazioni Confindustria Chieti Pescara:
Ufficio Relazioni con i Media - Dr.ssa Laura Federicis – tel 0854325543 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblichiamo la newletter

Pillole di contaminazione: innovazione e dintorni

dedicata a tutte le imprese associate e ai curiosi del settore #innovazione dalla Presidenza di Confindustria Chieti Pescara.

La blockchain è ormai uscita dalla fase delle promesse per diventare una realtà per il business.
https://www.economyup.it/innovazione/gli-italiani-e-la-blockchain-la-fotografia-ipsos-di-una-relazione-in-crescita/?utm_campaign=economyup_nl_20190414&utm_source=economyup_nl_20190414&utm_medium=email&sfdcid=0030O00002LZ1fyQAD

La nuova cultura imprenditoriale delle startup che serve allo sviluppo dell'Italia
https://www.economyup.it/startup/la-nuova-cultura-imprenditoriale-delle-startup-che-serve-allo-sviluppo-dellitalia/?utm_campaign=economyup_nl_20190414&utm_source=economyup_nl_20190414&utm_medium=email&sfdcid=0030O00002LZ1fyQAD

Auto a guida autonoma: tutto sul primo test su strada in Italia
https://www.economyup.it/automotive/auto-a-guida-autonoma-tutto-sul-primo-test-su-strada-in-italia/?utm_campaign=economyup_nl_20190414&utm_source=economyup_nl_20190414&utm_medium=email&sfdcid=0030O00002LZ1fyQAD

Telematic box: vantaggi e svantaggi della scatola nera per auto obbligatoria dal 2022
https://www.economyup.it/automotive/telematic-box-vantaggi-e-svantaggi-della-scatola-nera-per-auto-obbligatoria-dal-2022/?utm_campaign=economyup_nl_20190414&utm_source=economyup_nl_20190414&utm_medium=email&sfdcid=0030O00002LZ1fyQAD


10 previsioni fintech per il 2019, n.10: le grandi aziende investiranno sempre più in startup
https://www.economyup.it/fintech/10-previsioni-fintech-per-il-2019-n-10-le-grandi-aziende-investiranno-sempre-piu-in-startup/?utm_campaign=economyup_nl_20190414&utm_source=economyup_nl_20190414&utm_medium=email&sfdcid=0030O00002LZ1fyQAD

I temi della settimana

DEF: BAGNO DI REALISMO MA MANOVRA BIS ANCORA EVITABILE. SERVE OPERAZIONE FORTE DI CRESCITA
tag: economia, pil, crescita, investimenti, conti pubblici, Iva

Con il Def il Governo ha fatto un bagno di realismo, in particolare sul 2019. Ora è evidente che lo stesso governo prevede un incremento della crescita solo a condizione di provvedimenti importanti come lo lo sblocca cantieri e il decreto crescita, su cui le aspettative chiaramente si elevano nella logica della competitività del Paese. Così il presidente di Confindustria ha commentato le previsioni del Def che hanno rivisto al ribasso la crescita per il 2019. Serviva un'operazione verità determinante per il Paese e per il governo stesso e speriamo che si possa ripartire da qui. Se si facesse una operazione forte sul dl crescita e sblocca cantieri si potrebbe evitare la manovra bis. Il secondo step è la manovra di fine anno che non sarà semplice, perché ci sono 23 miliardi di euro di clausole di garanzia Iva. La priorità è ora arginare il rallentamento economico.

FLAT TAX: PRIORITA E'TAGLIO COSTO DEL LAVORO.VALUTARE IL NODO RISORSE
tag: fisco, cuneo, imprese, conti pubblici

Sulla flat tax non siamo contrari in teoria, ma bisogna considerare il nodo risorse e comunque la priorità dovrebbe essere quella della riduzione del cuneo fiscale tutto a favore dei lavoratori, come da tempo abbiamo indicato nel Patto della Fabbrica. Così il presidente Vincenzo Boccia ha commentato le ipotesi di introduzione della tassa piatta: va poi affrontata seriamente la questione industriale a partire dall'eliminazione di patrimoniali come l'Imu sui Capannoni. Se vogliamo costruire ricchezza dobbiamo avere attenzione al mondo della produzione ed a non incrementare deficit e debito pubblico. Abbiamo una manovra finanziaria di fine anno che impatta per circa 23 miliardi sulle cosiddette clausole di salvaguardia Iva, occorre capire dove si prendono le risorse. Evidentemente vale la pena affrontare una riforma fiscale complessiva per il Paese ma con i due assi, imprese e lavoratori.

ELEZIONI: APPELLO CONGIUNTO PARTI SOCIALI PER UN'EUROPA DEL LAVORO E DELLA CRESCITA
tag: imprese, lavoro, sindacati, Europa

Confindustria, Cgil, Cisl e Uil al termine di uno dei tavoli di attuazione del Patto della fabbrica hanno firmato Un appello per l'Europa, in vista delle elezioni. L'invito è rivolto a tutti i cittadini di tutta Europa ad andare a votare per sostenere la propria idea di futuro e difendere democrazia, valori europei, la crescita economica sostenibile e la giustizia sociale, si legge nel documento (in allegato), che parte dalla centralità del lavoro. Ai deputati italiani si chiede prioritariamente un piano straordinario per gli investimenti, una politica industriale Ue e l'impegno per lo sviluppo del dialogo sociale e la contrattazione.

ELEZIONI: MILANO TERZA TAPPA ROADSHOW PRESENTAZIONE DOCUMENTO "RIFORME PER L'EUROPA"
tag: Europa, elezioni, politica, associazioni

Ieri a Milano la terza tappa del roadshow di Confindustria per discutere con imprenditori e politici le proposte delle imprese in vista delle elezioni europee.
L'industria sente forte la responsabilità di sostenere il rilancio del processo di integrazione dell'Unione europea perché la sfida non è tra Paesi europei ma tra Europa e mondo esterno. Il presidente Boccia ha ribadito che l'Italia da sola non ce la fa. Per creare lavoro e rendere l'Europa competitiva occorre un intervento organico di politica economica che abbia chiari i fini da realizzare per agire sugli strumenti per poterli raggiungere.

SBLOCCA CANTIERI: IN ATTESA DEI PROVVEDIMENTI
tag: infrastrutture, governo, semplificazione, pa

In occasione del Consiglio generale tenutosi ieri al Salone del Mobile a Milano, che ha visto un passaggio del Ministro dello Sviluppo economico di Maio, il presidente Boccia ha sottolineato l'apprezzamento della sensibilità mostrata dal Ministro nel corso dell'incontro con le imprese come motore di sviluppo del Paese, ma Confindustria resta alla finestra e in attesa dello Sblocca cantieri che, nelle aspettative degli imprenditori, si immagina e si spera sia un'operazione massivamente rilevante. Il presidente ha ribadito che si potrebbe evitare di subire il rallentamento economico, attivando quanto prima i cantieri e superando il nodo risorse. L'importante è reagire ma Confindustria resta sui fatti, in attesa del decreto crescita e dello 'sbloccacantieri' per poi valutare i provvedimenti.

Leggi in allegato l'Appello per l'Europa di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil

Pagina 4 di 246

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account