Da "Il sole 24 ore"
Laura Federicis

Laura Federicis

Assistenza Presidenza e Direzione, Convenzioni, Centro Studi, Ufficio Relazioni con i Media
Segreteria Sezione Turismo

Telefono 085 4325543 - 3405579577
email l.federicis@confindustriachpe.it

Gli industriali in prima linea per sostenere l'economia delle zone montane
Roma, 16 ottobre 2018 – "Oggi siamo qui per raccontarvi l'importanza dell'industria nell'economia dei territori di montagna". Così il Vice Presidente di Confindustria, Stefan Pan, saluta l'avvio dei lavori degli Stati Generali della Montagna, voluti dal Ministro Erika Stefani.
"Le zone montane sono oggi minacciate da numerosi rischi, primo fra tutti lo spopolamento, ma sono anche tra le più ricche d'Europa, grazie al valore, alla capacità e alla competitività delle imprese, soprattutto quelle industriali".
"Un'industria moderna, innovativa e sostenibile fa da collettore con il territorio e contribuisce al dialogo e alla cooperazione anche oltre i confini nazionali. E' il pilastro attorno a cui si sviluppano un'economia competitiva e una società inclusiva ed è il driver che abbiamo seguito nella costituzione della Rete di Confindustria per la Montagna"– fa notare Pan.
"Vogliamo mettere insieme le forze, divulgare le buone pratiche, favorire la conoscenza delle peculiarità dei territori e gli Stati Generali - conclude il vice presidente degli industriali - sono un'occasione importante per accrescere la consapevolezza del valore unico dell'impresa".

Al seguente link https://youtu.be/I1ptU371Uc4?list=PLrhk2d3WTcyRqbnUDt_uAQq7rKqdJ6XvI

è possibile rivedere la puntata dedicata ad ECONOMIA E CRESCITA IN ABRUZZO di Rete8Economy di ieri 15 ottobre, dove è intervenuto il dr. Luigi Di Giosaffatte, Direttore Generale Confindustria Chieti Pescara

Gli altri ospiti in studio con il conduttore dr. Renzo Labarile: 

Stefano Cianciotta, editorialista ed opinionista economico, docente universitario di crisis management
Carmine Salce, Direttore CNA Pescara
Leo Malandra, segretario regionale CISL

I temi della settimana

MANOVRA: RESTIAMO IN ATTESA. PER ORA POCHI 4 MILIARDI PER LA CRESCITA
tag: investimenti, sviluppo, conti pubblici
Sulla manovra, Confindustria rimane attendista. Il governo deve fare una cosa semplice: spiegare come impatta sulla crescita. Se ci sono delle criticità e le stime di crescita sono troppo ottimistiche è bene che intervenga. Lo ha detto Boccia, presidente di Confindustria, parlando da New York a margine di un evento di cui e' stato protagonista
E' evidente che sulla crescita il governo si gioca la sua credibilità e la sostenibilità di questa manovra. Occorre vedere nel merito quanto viene dedicato alla crescita, non solo in termini di risorse. Al momento ci sembra ci siano solo 4 miliardi su un totale di 37, ed è tutto destinato alle misure annunciate nel contratto di Governo. Sarebbe meglio destinare 18 miliardi allo sviluppo, agli investimenti soprattutto. Occorre entrare nel merito per fare una riflessione più complessiva. Spiegando che la crescita rende sostenibili i conti, non solo in termini di deficit/Pil. L'Italia ha bisogno di più sostenibilità dei conti e di investimenti.

MANOVRA: IL DEFICIT E' UN PROBLEMA NOSTRO NON DELL'EUROPA. EVITIAMO PROVOCAZIONI SOLO A FINI ELETTORALI
tag: elezioni, europa, politica
Se facciamo una manovra per incrementare il deficit senza investimenti, il problema non è l'Europa ma siamo noi. ha ribadito il presidente a Boccia a 1/2 ora in più di Lucia Annunziata. Spero non si auspichi la procedura di infrazione a marzo, solo per avere la scusa per costruire una campagna elettorale contro, in vista delle europee. Il problema non è se è colpa o meno dell'Europa, non è una scelta tra Europa sì o Europa no, ma Europa come, ossia come intendiamo costruire una grande stagione riformista e mettere al centro dell'attenzione della futura politica europea il lavoro e la crescita e non solo l'austerità.

CONTI PUBBLICI: MERCATI NERVOSI SU PERCEZIONI E DICHIARAZIONI. SERVONO MENO PAROLE E PIU' BUON SENSO, BENE DRAGHI
tag: spread, borse, Draghi
L'allargamento in questi giorni del differenziale tra i rendimenti dei titoli di stato italiani e quelli tedeschi non si basa sui fatti, ma sulla percezione. Però questo ha effetti reali sugli italiani, perché le rate dei mutui salgono. L'Italia è un Paese che ha potenzialità incredibili e fondamentali solidi; è la seconda manifattura d'Europa. Quindi non dobbiamo stare troppo a guardare le dichiarazioni e le oscillazioni giornaliere, perché ad oggi lo spread non sta aumentando su fatti o elementi di merito concreti. Proprio per questo ci auguriamo tutti che il buon senso prevalga anche nelle attenzioni del governo. Certe volte sarebbe opportuno fare meno dichiarazioni per evitare di dare una percezione negativa e di criticità all'estero e sui mercati, come ci ha suggerito anche Mario Draghi. Serve senso di responsabilità.

DDL CORRUZIONE: BENE PREVENZIONE, MA ALCUNE MISURE REPRESSIVE E SQUILIBRATE
tag. imprese, giustizia, norme, parlamento
Bene le misure orientate al rafforzamento degli strumenti di prevenzione e indagine; meno bene invece gli interventi la cui portata è marcatamente repressiva. E' questo il giudizio di Confindustria, nel corso di un'audizione alla Camera, sul Ddl anti-corruzione del governo. Entrando nel merito ci sono dei dubbi sulla azioni sotto copertura, a cominciare dalla figura dell'agente infiltrato da distinguere con norme chiare da quella dell'agente provocatore. Più critiche le valutazioni relative invece alla misure più spiccatamente repressive come l'inasprimento delle pene accessorie che prevedono l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e l'incapacità di contrattare con la Pa per i condannati a più di due anni di reclusione. E' una inasprimento eccessivo e che solleva molti dubbi. La repressione fine a se stessa rischia inoltre di colpire duramente il tessuto produttivo e l'occupazione, decretando la morte di imprese per colpe dei singoli.

Guarda l'intervista del Presidente Boccia a 1/2 ora in più ->

https://www.raiplay.it/video/2018/09/12-h-in-piu-24c1c31b-ac8d-47d4-8b34-3895f65c6f10.html

La convenzione con CAR-E di Antonio Nenna per i servizi di Noleggio auto e furgoni a lungo termine riserva per i Soci Confindustria Chieti Pescara i seguenti Vantaggi :

1) stock periodici, di veicoli, riservati dall'agenzia car-e per i convenzionati Confindustria (in allegato le offerte di OTTOBRE)

2) penalità agevolate e personalizzabili

3) consulente dedicato in zona, 7/7, christian marcaccini mob. 393 9126196; mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

4) possibilità di anticipo zero

5) neocostituite: richiesta di fido agevolata

6) consegna a domicilio gratuita

7) ritiro a domicilio gratuito

8) anche per privati: offerte speciali riservate ai dipendenti delle aziende associate Confindustria.

In allegato le offerte di OTTOBRE 2018 per le imprese associate.

Ricordiamo che per usufruire di tutti i vantaggi delle Convenzioni è indispensabile il certificato associativo che potrete richiedere a:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per informazioni
In azienda:
Dott. Christian Marcaccini - 393 9126196 / 085 9431556
MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
sito http://car-e.it/

In Confindustria:

Laura Federicis - tel 0854325543
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il giorno 15 Ottobre, ore 11.00, sarà ospite del Dipartimento di Economia Aziendale Ud'A, il Segretario di Stato all'Industria e al Lavoro della Repubblica di San Marino Dr. Andrea Zafferani.

Il dr. Luigi Di Giosaffatte – Direttore Generale di Confindustria Chieti Pescara, è tra gli illustri relatori dell'incontro di studio organizzato in suo onore sul tema: "Il tema dello Sviluppo e del Lavoro in una Europa globalizzata".

In allegato il programma.

Per ulteriori informazioni:


Roberto Veraldi
Aggregate Professor in Sociology of economic development
Department of Management and Business Administration
University Gabriele d'Annunzio of Chieti - Pescara
Viale Pindaro 42 - 65127 Pescara, Italy


Distinguished Visiting Professor in Sociology
University of Belgrade (Republic of Serbia)
E-mail address: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel. studio + 39 085/4537993 - Fax: +39 0854537990;

Pubblichiamo la NEWSLETTER per i Soci Confindustria Chieti Pescara a cura dello Studio Torcello sul tema:

Inerenza dei costi sostenuti dall'impresa e contestazioni del Fisco: quali "novità" in punto di deducibilità
dei compensi degli amministratori ritenuti elevati dall'A.E.?

I temi della settimana

MANOVRA: SE NON C'E' CRESCITA SARÀ INSOSTENIBILE, GOVERNO SI GIOCA CREDIBILITÀ

tag: def, conti pubblici, reddito cittadinanza, crescita

L'Italia vive un momento in cui dovrà fare i conti con le sue potenzialità. Del resto il Governo indica nella crescita l'elemento sostanziale. Con la crescita il Governo si gioca la sua credibilità e la sostenibilità della manovra economica. La manovra è un po' di più di 21 miliardi, ma aspettiamo di entrare nel merito di questi provvedimenti che saranno contenuti nella Legge di Bilancio e valuteremo le risorse e l'impatto sull'economia reale e sull'occupazione. Ha commentato il presidente Boccia dopo la pubblicazione della Nota di aggiornamento al Def. È evidente che la partita si gioca sul secondo pilastro, quello della crescita e non sul primo che è quello delle promesse. Il problema non è se si sfora di un punto o no, l'importante è che ci sia crescita che porti occupazione. Bisogna stare attenti a spiegare bene la manovra perché i mercati osservano e bisogna evitare l'incertezza. Per quanto riguarda Il reddito di cittadinanza ci auguriamo che non sia un disincentivo al lavoro.

MANOVRA: FARE DI PIÙ SU INVESTIMENTI, GIOVANI, PRODUTTIVITÀ E CREDITO
tag: fisco, debiti pa, produttività, industria 4.0
Su quelli che saranno i contenuti della manovra, in occasione del Rapporto CSC, il Presidente Boccia ha indicato una serie di proposte sui cui si può e si deve intervenire : il pagamento dei debiti della Pa; il rafforzamento del Fondo di garanzia per sostenere le aziende in fase di transizione, anche in considerazione di un eventuale aumento del costo del denaro; la rateizzazione a 10 anni dei debiti fiscali delle aziende in crisi; una forte detassazione e decontribuzione dei premi di produttività, per favorire lo scambio salario-produttività. Inoltre occorrerebbe un grande piano di inclusione giovani, in una logica di equità generazionale. Non è automatico che quota 100 favorisca l'ingresso dei giovani. La questione industriale è centrale ed è necessario accelerare gli investimenti pubblici, il vero snodo della manovra, così come indicato anche da Tria. Tra i 5 miliardi di investimenti per l'Ilva, i 6 miliardi mobilitati per il credito di imposta, l'intervento di Industria 4.0 che va mantenuto e migliorato, un'accelerazione degli investimenti pubblici è decisiva per la crescita del paese.

POLITICA: CONFINDUSTRIA VALUTA I PROVVEDIMENTI, NON FA ENDORSEMENT. VOGLIAMO AIUTARE IL PAESE NON FAR CADERE I GOVERNI
tag: governo, partiti, imprese, crescita

Confindustria non ha l'obiettivo di far cadere o sostenere i governi, ma di non fare danni al paese, non alimentare lo spread, che è un costo per famiglie, imprese e finanziabilità del debito pubblico, e avere più crescita. Vogliamo essere parte della sfida e aiutare il nostro paese confrontandoci serenamente con il governo. La politica valuti le nostre proposte, di un'industria che genera 450 miliardi di export su un totale di 550. Se sono nell'interesse del paese le faccia sue. Non siamo di parte - ha sottolineato Boccia commentando le polemiche a seguito di frasi attribuitegli di presunto sostegno alla Lega Nord - poniamo la nostra attenzione al futuro del paese. Abbiamo rispetto per il governo e per tutte le forse politiche, però chiediamo per noi lo stesso rispetto, come attore sociale rappresentativo delle imprese e del paese produttivo. Vogliamo essere criticati per quello che diciamo non per quello che altri ci mettono in bocca, non vogliamo farci strumentalizzare. Evidentemente siamo stati male interpretati, perché Confindustria non può, non deve e non fa endorsement.

CENTRO STUDI: ITALIA RALLENTA. MOLTI RISCHI PESANO SUL FUTURO, SERVE UN PIANO DI POLITICA ECONOMICA
tag: pil, conti pubblici, manovra, politica economica
Il Centro Studi Confindustria stima una crescita del PIL italiano in rallentamento all'1,1 per cento nel 2018 e allo 0,9 nel 2019, rispetto all'1,6 registrato nel 2017. Rispetto a giugno, vengono riviste al ribasso di 0,2 punti sia il 2018 che il 2019. Pesano: l'export più debole, i consumi in rallentamento per un aumento del tasso di risparmio dovuto all'incertezza sulle condizioni economiche future e una dinamica meno favorevole del credito, a causa dell'aumento dello spread. Si sono indebolite le condizioni per la crescita, a causa di fattori esterni, alcuni già materializzati, altri di cui non è prevedibile l'esito. A ciò si sommano vari fattori interni, che potrebbero prendere direzioni diverse: la fiducia che i mercati riporranno nella manovra economica del Governo, la capacità di incidere sui nodi irrisolti dell'economia, la sostenibilità del contratto di governo, con flat tax, reddito di cittadinanza, controriforma delle pensioni. E' fondamentale che coperture siano credibili per avere un impatto macroeconomico positivo. Le previsioni CSC non incorporano le intenzioni del Governo perché le misure andranno dettagliate in sede di Legge di bilancio e gli effetti macro dipenderanno dal modo in cui gli interventi verranno disegnati.

https://www.confindustriachpe.it/sviluppo-d-impresa-notizie/21-sviluppo-d-impresa/8775-rapporto-centro-studi-confindustria-3-ottobre-2018

Attività & Servizi
Sisofo fornisce strumenti per le aziende che puntano ad essere più competitive ottimizzando il flusso dei loro processi documentali e dei dati, mirando anche alla risuzione dei tempi e dei costi. Offre supporto con progetti ad hoc, con l'obiettivo di dare valore alla gestione delle informazioni.  Seleziona le tecnologie per rendere l'ufficio smart. Sviluppa soluzioni personalizzate per quidare alla trasformazione digitale nell'automazione dei processi aziendali. 

Vantaggi & Sconti

Modulo software di abilitazione al processo di fatturazione B2B tramite piattaforma accreditata con interfaccia web semplice e intuitiva, modulare ed integrabile con i sistemi informativi.

Attivazione del servizio Fatturazione Elettronica. In allegato la brochure illustrativa del servizio. 

Canone mensile riservato agli associati a partire da 45 euro + iva. 

Per informazioni

In azienda: tel 085693555 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ricordiamo che per usufruire di tutti i vantaggi delle Convenzioni è indispensabile il certificato associativo che potrete richiedere scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovedì, 04 Ottobre 2018 13:00

Rete8 Economy: Innovazioni per la crescita

Al seguente link https://youtu.be/UhJcimTyZoQ

è possibile rivedere la puntata dedicata a @InnovAzioni 2018 di Rete8Economy: Pescara il 26 e il 27 ottobre sarà al centro dell'Italia che innova grazie all'evento/concorso promosso dalla Sezione Servizi Innovativi di Confindustria Chieti Pescara. www.innovazioni.camp.

Sono state presentate le idee imprenditoriali in concorso, gli ospiti "big", l'Innovation Hackaton riservato agli studenti universitari.

Gli ospiti in studio con il conduttore dr. Labarile: 

ALESSANDRO ADDARI, Vice Presidente Confindustria Chieti Pescara
PAOLO CAMPANA, A.d. ECOHMEDIA, azienda vincitrice Premio InnovAzioni PMI 2015
AUGUSTA CONSORTI, Prorettore Università degli Studi "G. d'Annunzio" Chieti - Pescara
CRISTIANO FINO, Presidente Sezione Servizi Innovativi Confindustria Chieti Pescara

E' disponibile il video della lectio magistralis tenuta dal prof. Domenico De Masi sul tema "perché bisogna prevedere l’occupazione di domani":

https://youtu.be/iZV1sWA4pDA

Si ringrazia lo sponsor tecnico Informa 360 per la realizzazione del video: Domenico De Masi è stato ospite in Confindustria Chieti Pescara in occasione di "90 minuti con..." il 27 settembre 2018, evento promosso dal Vice Presidente Vicario di Confindustria Chieti Pescara Silvano Pagliuca.

Il suo impegno è da sempre volto a capire gli effetti tra l'azione congiunta di progresso tecnologico, sviluppo organizzativo, globalizzazione, mass media, scolarizzazione di massa e trasformazione della società, rendendolo un interlocutore di primaria importanza per rispondere a quesiti quali: gli effetti del progresso tecnologico sull'occupazione, il futuro dei NEET, come dovranno cambiare le imprese.

De Masi sostiene che «per progettare qualsiasi futuro, e in particolare quello del lavoro, occorre prevederlo».

Nel corso dell'incontro è stata illustrata la sua ultima ricerca "Lavoro 2025", realizzata con altri undici esperti in differenti materie, di cui è stato coordinatore.

Per ulteriori informazioni: dr.ssa Laura Federicis, responsabile Centro Studi di Confindustria Chieti Pescara (tel 0854325543, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Pagina 10 di 232

Seguici attraverso i nostri canali social

Icon TwitterBlu   Icon GoogleBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

 

Entra nel tuo account