Da "Il sole 24 ore"
Laura Federicis

Laura Federicis

Assistenza Presidenza e Direzione, Convenzioni, Centro Studi, Ufficio Relazioni con i Media
Segreteria Sezione Turismo

Telefono 085 4325543 - 3405579577
email l.federicis@confindustriachpe.it

Per tutti gli associati, è attiva la convenzione 2020 con Lo Studio Legale Tributario Torcello, nella persona del Titolare Avv. Davide Torcello, e lo Studio Catena Dottori Commercialisti, nella persona del Titolare Dott. Bruno Catena: alla luce della propria partnership consolidata, risultano in grado di offrire un servizio professionale globale di assistenza e consulenza, con particolare riguardo ai settori contabile – tributario – societario.
Gli Studi risultano inoltre in grado di offrire i propri servizi professionali, relativamente ai rispettivi ambiti di competenza, per quanto riguarda l'assistenza e la consulenza giuridico-contabile in favore degli Associati aderenti operanti nel settore vitivinicolo.
In virtù della presente Convenzione, entrambi gli Studi summenzionati garantiranno a beneficio degli Associati aderenti la resa delle rispettive prestazioni professionali a condizioni favorevoli, come meglio illustrato nel dettaglio dai rispettivi "tariffari", che saranno inviati su richiesta (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.) agli interessati ai fini di una più agevole comprensione dei compensi richiesti.

Le attività professionali convenzionate, in sintesi, posso articolarsi come segue (l'elencazione è da intendersi in ogni caso a titolo esemplificativo e non esaustivo):

 per quanto concerne lo Studio Legale Tributario Torcello:
- Attività stragiudiziale di consulenza, resa tramite: consultazione orale o scritta.
Particolare attenzione rivolta all'ambito tributario (in riferimento ad ogni tipologia di questione attinente alle materie della fiscalità nazionale ed internazionale, con speciale riguardo alla redazione di pareri ed interpelli);

- Attività stragiudiziale di assistenza, resa tramite: studio della pratica; svolgimento di appuntamenti.
Particolare attenzione rivolta all'ambito tributario, in riferimento a tutti gli aspetti propri delle fasi dell'accertamento (accessi, ispezioni, verifiche fiscali, indagini finanziarie, notifiche di atti impositivi) e della riscossione dei tributi da parte degli agenti della riscossione; valutazione dell'eventuale opportunità di ricorrere a strumenti deflativi del contenzioso tributario).

- Attività di rappresentanza ed assistenza resa sia nella fase contenziosa stragiudiziale che in quella propriamente giudiziale, prestata innanzi le competenti giurisdizioni in ogni fase dei giudizi incardinati, come da allegato esplicativo.
Particolare attenzione rivolta all'ambito del contenzioso tributario.

 per quanto concerne lo Studio Catena Dottori Commercialisti:
- Consulenza in operazioni societarie, con particolare riferimento ad operazioni di ristrutturazione societaria, ovvero operazioni straordinarie, quali fusioni, scissioni, trasformazioni e concentrazioni;

- Perizie, valutazioni e pareri inerenti i singoli beni, rami aziendali ed aziende;

- Attività di consulenza contrattuale, resa mediante la predisposizione e redazione di tutta la contrattualistica riguardante l'intero ambito aziendale e societario, quali atti, scritture private e preliminari;

- Attività di assistenza nei rapporti con il ceto bancario per le pratiche di accesso al credito e finanziamenti alle aziende resa mediante attività di valutazione tecnica relativi alla scelta delle diverse forme di finanziamento e predisposizione di business plan per l'accesso ai finanziamenti.

Per informazioni: 

Avv. Davide Torcello - Studio Legale Tributario Torcello

65128 Pescara, Via Orazio 118/124 

Tel. 085.8961703 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ricordiamo che per usufruire di tutti i vantaggi delle Convenzioni è indispensabile il certificato associativo che potrete richiedere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Confindustria Chieti Pescara ha avviato il 13 marzo una raccolta per costituire un Fondo di Solidarietà da destinare ad iniziative sanitarie o sociali per il nostro territorio: tutti insieme per combattere l’emergenza COVID-19! 
Uniti saremo più forti in questa lotta.

Per quanto riguarda la destinazione dei fondi, proprio raccogliendo l’esigenza sanitaria delle ASL di Pescara e di Chieti, Lanciano, Vasto abbiamo acquistato una partita di mascherine per donarle ai due presidi provinciali per il loro personale sanitario.

Inoltre il Consiglio di Presidenza convocato d’urgenza in videoconferenza in data 19 marzo 2020, nel ratificare l’acquisto urgente della partita di mascherine sopra citato, ha approvato una contribuzione di euro 100.000 attraverso il Fondo di Garanzia di CONFINDUSTRIA CHIETI PESCARA per sostenere la realizzazione del progetto della ASL Chieti, Lanciano, Vasto di riconversione di un piano dell’Ospedale San Camillo di Atessa in una struttura dedicata all'assistenza di persone affette da Coronavirus con l'attivazione dei primi 60 posti letto di Medicina COVID-19 utilizzabili anche dalla ASL di Pescara. In data 1 aprile 2020, abbiamo inoltre disposto la donazione di euro 100.000 per dare seguito alla richiesta di supporto pervenutaci dalla ASL di Pescara.

Questo per darvi contezza della destinazione dei Fondi.

Ringraziamo in particolare per le generose donazioni, assieme alle numerose imprese che hanno contribuito in maniera anonima, le aziende: 

ALMACIS

DAYCO

DENSO

DI PROSPERO

ECOHMEDIA

LGA

MARIFARMA

OLEIFICIO ANDREASSI

SONICATEL

TECNOMEC SUD

TEMPRA SUD

Z3

ZECCA


Tutte le imprese, associate e non, e le persone possono continuare a contribuire, anche in ottica di responsabilità Sociale d’Impresa ad una emergenza che rischia di avere ricadute troppo dolorose per il Paese, potranno versare il loro contributo sull’IBAN Poste:

IT 17 W 07601 15400 000072036247
intestato a CONFINDUSTRIA CHIETI PESCARA con la causale: “EROGAZIONE CORONAVIRUS TRAMITE CONFINDUSTRIA CHIETI PESCARA”.


CONFINDUSTRIA: IL CONSIGLIO GENERALE DESIGNA PRESIDENTE CARLO BONOMI CON 123 VOTI

Roma, 16 Aprile 2020 - Il Consiglio Generale di Confindustria ha designato Presidente Carlo Bonomi con 123 preferenze. Hanno votato tutti i 183 aventi diritto. Alla candidata concorrente Licia Mattioli sono andate 60 preferenze. Nessuna scheda bianca, nessuna nulla.
Il risultato è stato validato dai Probiviri Sergio Arcioni, Luca Businaro, Gabriele Fava e Antonio Serena Monghini assistiti dal notaio Cesare Quaglia.
Il Consiglio generale si è svolto a distanza e alla presenza, nella sede di Confindustria, del Presidente Vincenzo Boccia, della Dg Marcella Panucci e dei due candidati.
La nomina dovrà avere il gradimento dell'assemblea dei delegati, convocata il 20 maggio, che di fatto eleggerà il 31° presidente di Confindustria.
Il 30 aprile il Consiglio generale dovrà esprimersi sulla squadra dei Vicepresidenti scelta dal presidente designato.

Confindustria sta collaborando con la Commissione europea per l'organizzazione dell'hackathon paneuropeo #EUvsVIRUS, che si terrà il 24-25-26 aprile interamente online attraverso la piattaforma Slack. 
 
L'iniziativa mira a trovare soluzioni innovative per vincere le sfide connesse al coronavirus sotto diversi aspetti (Health & Life, Business Continuity, Social & Political Cohesion, Remote Working & Education, Digital Finance).
 
Sono invitati a partecipare sviluppatori, designer, problem solver, imprenditori digitali, makers, imprese e start up da tutta Europa (link sito). I partecipanti potranno iscriversi in team o come singoli e creare il proprio team di progetto dopo la registrazione.

Le iscrizioni sono attualmente aperte e gli ambiti individuati sono i seguenti:

  •     Health & Life (Protective equipment, Ventilators/respirators, Protection of medical personnel, Real time communication & prevention, Cheap rapid tests, Lack of skilled caregivers, Research, Other)
  •     Business Continuity (Efficient team work, New and resilient business models, Value chains & logistics, Protecting employees, Demonstrate purpose, Stay close to your customers, Others)
  •     Social & Political Cohesion (Protection of isolated & risk groups, Mitigating fake news spreading, Support arts & entertainment, Fight against crime, Developing people-driven economies, Others)
  •     Remote Working & Education (E-Learning methods & tools, Efficient remote working, Family life during remote working & education, Primary and secondary school specific challenges, University specific challenges, Students’ challenges, Others)
  •     Digital Finance (Support identification of financial shortfalls, Speed-up access to financial support, Speed-up distribution of financial support, Availability of emergency health insurance, Enable crowd to help financially, Support for digitally excluded, Others)
  •     Others
     
    Scadenza per l'iscrizione: 19 aprile 2020.
     
    Le soluzioni verranno valutate da una giuria di esperti indipendenti e le migliori saranno selezionate per entrare a far parte dell’ecosistema dell’European Innovation Council, ampliando così le loro possibilità di finanziamento.
        
    Come indicato nel sito, la Commissione invita anche le imprese corporate, le associazioni, gli enti finanziatori e gli enti locali a contribuire all'iniziativa.

    Partecipare come Team Coordinator o come Mentor
    Durante l’hackathon saranno trasmessi webinar e talk organizzate dalla Commissione europea e da altri partner dell’iniziativa. Vi è, inoltre, la possibilità di partecipare come Team Coordinator o come Mentor, supportando così il processo di sviluppo delle soluzioni proposte dai team. I Team Coordinator saranno coinvolti nell'organizzazione e nel coordinamento dei team durante l'hackathon, mentre i mentor potranno fornire suggerimenti e supporto ai team grazie alla loro esperienza.

    Se siete interessati a candidarvi in uno dei questi ruoli, o a invitare vostri partner a farlo, le iscrizioni saranno aperte sino al 19 aprile al seguente link.

Aggiornate al 14 aprile le offerte di mascherine tramite gli accordi Confindustria PI: qui https://www.confindustria.it/coronavirus/info-dpi potete trovare le offerte in vigore.

L’intesa Piccola Industria Confindustria nell’ambito dell’attività del Programma Gestione Emergenze è rivolta a facilitare gli approvvigionamenti di mascherine da parte del Sistema associativo e, tramite le donazioni previste, del SSN.

L’intesa di fatto semplifica le procedure di sdoganamento dei DPI e delle mascherine chirurgiche ordinate dagli associati tramite gli Accordi Quadro che Piccola Industria sta siglando con produttori a elevata capacità produttiva/importatori. Tra l’altro, il 20% della merce ordinata mediante questi Accordi viene donata, dopo gli opportuni controlli di conformità effettuati dall'importatore, al Commissario per l'emergenza.

Per eventuali ulteriori informazioni è comunque possibile rivolgersi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

OFFERTA Genertec

Sostenere la continuità produttiva e tutelare la salute dei lavoratori sono le finalità dell’ intesa siglata da Piccola Industria, nell’ambito dell’attività del PGE, e il Commissario straordinario per l’emergenza.

L’intesa semplifica le procedure di sdoganamento di DPI e mascherine chirurgiche ordinate dalle associate tramite specifici Accordi Quadro stretti da Piccola Industria con produttori ad elevata capacità produttiva/importatori. Questi Accordi prevedono la donazione del 20% dell’ammontare totale di DPI e mascherine chirurgiche ordinate dalle imprese, che viene messo a disposizione del Commissario dall’importatore dopo che quest’ultimo ha effettuato gli opportuni controlli di conformità. E comunque possibile effettuare ordinativi da donare interamente, sempre tramite il Commissario, a sostegno della capacità del Paese di rispondere al Covid19.

In tale contesto di seguito offerta e condizioni di vendita relative all’Accordo Quadro di Piccola Industria Confindustria e Genertec Italia.  

Tipologia

Chirurgiche FFP2 (WN E680/952)

Lotto

600.000 pezzi

250.000 pezzi

Prezzo

0,75 euro + iva 

2,5 euro + Iva

Tempi di Consegna  in 10 gg Momentaneamente non disponibili

 MODALITÀ DI ORDINE
le richieste dovranno essere inviate direttamente all’email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e in copia anche a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando inoltre l’Associazione di Confindustria di appartenenza e nell'oggetto nome azienda e "Accordo Confindustria". 

MODALITÀ DI PAGAMENTO 

Il pagamento avverrà prima della consegna, dietro l’invio di fattura profroma. Non effettuare alcun pagamento prima della ricezione della fattura proforma.
ULTERIORI INFORMAZIONI

Le forniture saranno eseguite fino all’esaurimento delle predette quantità e in caso di ordini superiori alla quantità disponibile, la Società stabilirà le modalità di ripartizione dei quantitativi tra le richieste ricevute e non evase con Confindustria al fine di dare priorità ad aziende del settore sanitario e ad aziende produttive ed evitando comportamenti speculativi di rivendita.

GENERTEC fornisce DPI e DM a norma CE con relative certificazioni e schede tecniche che saranno fornite alle aziende al momento dell’ordine. In caso di prodotti non rispondenti alle normative europee, l’importazione avviene in ogni caso secondo le normative vigenti e sotto la piena ed esclusiva responsabilità di GENERTEC, in caso di resa in Italia. In caso di resa FOB Cina, GENERTEC fornisce tutta la documentazione necessaria e richiesta dall’importatore.

OFFERTA Space 2000 S.p.A.

Sostenere la continuità produttiva e tutelare la salute dei lavoratori sono le finalità dell’intesa siglata da Piccola Industria, nell’ambito dell’attività del PGE, e il Commissario straordinario per l’emergenza.

L’intesa semplifica le procedure di sdoganamento di DPI e mascherine chirurgiche ordinate dalle associate tramite specifici Accordi Quadro stretti da Piccola Industria con produttori ad elevata capacità produttiva/importatori. Questi Accordi prevedono la donazione del 20% dell’ammontare totale di DPI e mascherine chirurgiche ordinate dalle imprese, che viene messo a disposizione del Commissario dall’importatore dopo che quest’ultimo ha effettuato gli opportuni controlli di conformità. E comunque possibile effettuare ordinativi da donare interamente, sempre tramite il Commissario, a sostegno della capacità del Paese di rispondere al Covid19.

In tale contesto si allegano offerta e condizioni di vendita relative all’Accordo Quadro di Piccola Industria Confindustria e Space 2000 spa.

Tipologia

Mascherine chirurgiche medicali 3 strati MS0100

Lotto

500.000 pezzi

Prezzo

0,85 euro + Iva

Ordine minimo

2.500 pezzi in confezione da 50 pezzi

Tempi di Consegna  5/7 gg

MODALITÀ DI ORDINE

Le richieste dovranno essere inviate direttamente all’email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e in copia anche a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando inoltre l’Associazione di Confindustria di appartenenza e in oggetto “Accordo Confindustria”.

Consegne 5/7 giorni lavorativi da conferma ordine.

MODALITÀ DI PAGAMENTO

Il pagamento avverrà prima della consegna, dietro l’invio di fattura proforma, ma dopo la presentazione dei documenti di sdoganamento.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Space 2000 Spa ha sede legale in Torino, importa ed esporta prodotti da e verso i mercati asiatici da oltre 45 anni.

Space 2000 spa importa e distribuisce in esclusiva questo prodotto.

Il prodotto è contraddistinto da marchio CE del produttore ed indicazione del suo rappresentante europeo.

A maggior garanzia dell’acquirente, la nostra azienda, in qualità di importatore e distributore, fa testare tutti i prodotti presso laboratori italiani. Il presente prodotto è risultato ampiamente conforme alle norme di riferimento.

Le forniture saranno eseguite fino all’esaurimento delle predette quantità e in caso di ordini superiori alla quantità disponibile, la Società stabilirà le modalità di ripartizione dei quantitativi tra le richieste ricevute e non evase con Confindustria al fine di dare priorità ad aziende del settore sanitario e ad aziende produttive ed evitando comportamenti speculativi di rivendita.

OFFERTA Giglio Group S.p.A.

Sostenere la continuità produttiva e tutelare la salute dei lavoratori sono le finalità dell’intesa siglata da Piccola Industria, nell’ambito dell’attività del PGE, e il Commissario straordinario per l’emergenza.

L’intesa semplifica le procedure di sdoganamento di DPI e mascherine chirurgiche ordinate dalle associate tramite specifici Accordi Quadro stretti da Piccola Industria con produttori ad elevata capacità produttiva/importatori. Questi Accordi prevedono la donazione del 20% dell’ammontare totale di DPI e mascherine chirurgiche ordinate dalle imprese, che viene messo a disposizione del Commissario dall’importatore dopo che quest’ultimo ha effettuato gli opportuni controlli di conformità. E comunque possibile effettuare ordinativi da donare interamente, sempre tramite il Commissario, a sostegno della capacità del Paese di rispondere al Covid19.

Tipologia

FFP2 – KN95 

Lotto

2.000.000

Prezzo

2,95 euro + iva

Ordine minimo

5000 pezzi

Tempi di consegna  21 gg


MODALITÀ DI ORDINE

Le richieste dovranno essere inviate direttamente all’email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e in copia anche a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando inoltre l’Associazione di Confindustria di appartenenza e indicare in oggetto "Accordo Confindustria".

 MODALITÀ DI PAGAMENTO

A seguito delle richieste da parte delle imprese associate tramite il Sistema Confindustria, GIGLIO GROUP fornirà tempestivamente e direttamente alle imprese stesse l’offerta specifica con tutte le indicazioni ed i costi di trasporto. In caso di tempestiva conferma d’ordine Giglio Group emetterà contestualmente anche la fattura. Il pagamento della fornitura avverrà invece una volta sdoganata la merce.

Qualsiasi invito ad effettuare il pagamento alla conferma dell’ordine, non deve essere preso in considerazione segnalando richieste di questo tipo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ULTERIORI INFORMAZIONI

In caso di ordini superiori alla quantità disponibile, la SOCIETA’ stabilirà le modalità di ripartizione dei quantitativi tra le richieste ricevute e non evase con CONFINDUSTRIA al fine di dare priorità ad aziende del settore sanitario e ad aziende produttive ed evitando comportamenti speculativi di rivendita.

GIGLIO GROUP fornisce DPI e mascherine a norma CE con relative certificazioni e schede tecniche che saranno fornite alle aziende al momento dell’ordine. In caso di prodotti non rispondenti alle normative europee, l’importazione avviene in ogni caso secondo le normative vigenti e sotto la piena ed esclusiva responsabilità di GIGLIO GROUP, in caso di resa in Italia. In caso di resa FOB Cina, GIGLIO GROUP fornisce tutta la documentazione necessaria e richiesta dall’importatore.

OFFERTA Promo Gift srl

Sostenere la continuità produttiva e tutelare la salute dei lavoratori sono le finalità dell’intesa siglata da Piccola Industria, nell’ambito dell’attività del PGE, e il Commissario straordinario per l’emergenza.

L’intesa semplifica le procedure di sdoganamento di DPI e mascherine chirurgiche ordinate dalle associate tramite specifici Accordi Quadro stretti da Piccola Industria con produttori ad elevata capacità produttiva/importatori. Questi Accordi prevedono la donazione del 20% dell’ammontare totale di DPI e mascherine chirurgiche ordinate dalle imprese, che viene messo a disposizione del Commissario dall’importatore dopo che quest’ultimo ha effettuato gli opportuni controlli di conformità. E comunque possibile effettuare ordinativi da donare interamente, sempre tramite il Commissario, a sostegno della capacità del Paese di rispondere al Covid19.

 In tale contesto si allegano offerta e condizioni di vendita relative all’Accordo Quadro di Piccola Industria Confindustria e Promo Gift srl.

Tipologia

mascherine chirurgiche tre veli 

Lotto

1.500.000

Prezzo

0,72 euro + iva

Ordine minimo

10.000 pezzi

Tempi di consegna  20 gg

MODALITÀ DI ORDINE

Le richieste dovranno essere inviate direttamente all’email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e in copia anche a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando inoltre l’Associazione di Confindustria di appartenenza e in oggetto "Accordo Confindustria". 

MODALITÀ DI PAGAMENTO

Il prezzo sarà integralmente corrisposto dall’Operatore alla società prima della consegna di ciascuna fornitura di Dispositivi Sanitari. Solo dopo lo sdoganamento della merce Promo Gift invierà fattura proforma per il pagamento della fornitura e successivamente effettuerà la spedizione.

Qualsiasi invito ad effettuare il pagamento alla conferma dell’ordine, non deve essere preso in considerazione segnalando richieste di questo tipo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ULTERIORI INFORMAZIONI

In caso di ordini superiori alla quantità disponibile, la SOCIETA’ stabilirà le modalità di ripartizione dei quantitativi tra le richieste ricevute e non evase con CONFINDUSTRIA al fine di dare priorità ad aziende del settore sanitario e ad aziende produttive ed evitando comportamenti speculativi di rivendita.

La società al momento dell’ordine, si impegna a trasmettere direttamente all’Operatore le certificazioni e le schede tecniche dei Dispositivi Sanitari che ne attestino la conformità alla normativa CE. In caso di prodotti non rispondenti alle normative europee, l’importazione avviene in ogni caso secondo le normative vigenti e sotto la piena ed esclusiva responsabilità della SOCIETA’, in caso di resa in Italia. In caso di resa FOB Cina, la SOCIETA’ fornisce tutta la documentazione necessaria e richiesta dall’importatore.

Nota CSC - Le risposte di politica economica a favore dei lavoratori durante l’emergenza COVID: il diverso approccio di Europa e Stati Uniti
 
Il 9 aprile l’Eurogruppo ha approvato il SURE (lanciato dalla Commissione il 2 aprile) che fornirà prestiti fino a 100 miliardi di euro a condizioni agevolate agli Stati membri che approvino misure a sostegno dell’occupazione, quali il potenziamento di programmi di integrazione salariale in caso di riduzione degli orari di lavoro, come la CIG in Italia.
Il 27 marzo gli Stati Uniti hanno approvato i il CARES Act, un pacchetto di 2,3 trilioni di dollari (l’11% del PIL), il più ampio della storia americana, di cui oltre 250 miliardi volti a estendere durata, generosità e platea del sistema di Unemployment Insurance (UI).
La risposta USA pare fondarsi sul presupposto che la disoccupazione ineluttabilmente aumenterà. Al contrario, gli sforzi della UE si concentrano sull’obiettivo di scongiurare aumenti eccessivi della disoccupazione.
Lo sforzo europeo, rivolto a preservare posti di lavoro, è una strategia efficiente in questa fase transitoria di sospensione forzata delle attività lavorative.
In uscita da questa crisi economica, vi saranno inevitabilmente ristrutturazioni che coinvolgeranno aziende e interi settori. In vista di questa seconda fase, serve fin da ora un ripensamento più ampio del sistema di welfare europeo, volto a rafforzare le competenze dei lavoratori e a favorirne la mobilità.


Leggi la nota sul sito Confindustria:
https://bit.ly/sostegno_occupazione

Fornire liquidità alle imprese, per ripartire

A causa dell'epidemia e del crollo dei fatturati, si è determinato un enorme fabbisogno di liquidità nelle imprese italiane: c'è bisogno di impiegare ingenti risorse pubbliche per fornire oggi liquidità alle imprese per la tenuta del sistema e per rendere poi possibile la ripartenza, una volta usciti dall'emergenza sanitaria. Le misure varate dal Governo in aprile, dopo un primo passo a marzo, sono sostanzialmente in linea con le proposte di Confindustria e potrebbero riuscire a soddisfare le esigenze straordinarie di liquidità dovute dalla crisi.

Leggi la nota nostro sito Confindustria:  

Fornire liquidità alle imprese, per riaprire

I temi della settimana

FASE 2: RITROVARE LA SPERANZA E PROGRAMMARE INSIEME LE SOLUZIONI. LE IMPRESE SI FARANNO TROVARE PRONTE

tag: imprese, crescita, governo, cabina regia


Siamo molto uniti e compatti per uscire insieme da una crisi che è nazionale. Cosi il Presidente Boccia ha commentato le polemiche sull'avvio della cosiddetta fase 2 dopo il lockdown ( in allegato intervista al Mattino). Chi ha la leadership della rappresentanza deve agire di conseguenza facendo proposte, evitando preconcetti e combattendo strumentalizzazioni, per non essere solo portavoce di preoccupazioni e di disagio e portare soluzioni. Dopo la Fase 1 dell’immediata liquidità a breve per consentire la sopravvivenza del sistema economico occorre passare alla Fase 2 con graduali aperture delle fabbriche e degli uffici nel rispetto di tutte le prescrizioni sanitarie per la sicurezza dei lavoratori – per affrontare e vincere la guerra contro i contagi e la recessione affinché non diventi depressione - e poi alla Fase 3 attraverso massivi investimenti pubblici che compensino e supportino la progressiva ripresa. Dobbiamo recuperare lo spirito di coesione, di unità nazionale, di comunità che in questa fase difficile stiamo vivendo, occorre insieme ai sindacati e alle forze politiche, al governo e alla comunità scientifica, lavorare sin da ora per immaginare, sognare e costruire le precondizioni e gli strumenti per ripartire. Occorre seguire le indicazioni della comunità scientifica e non perdere la lucidità. Vediamo invece molte strumentalizzazioni, la ricerca delle colpe e degli untori e poca concentrazione sulle soluzioni. A volte si ha l'impressione che emerga il peggio del Paese: preconcetti, pregiudizi, rancore. In molti stanno sottovalutando la responsabilità del linguaggio e questo amareggia e delude molto. L'economia non deve prevalere sulla salute che resta la priorità, ma occorre prevedere da subito percorsi di uscita dall’emergenza. Il governo formerà per questo una cabina di regia. Occorre salvaguardare la salute ed evitare il default delle nostre imprese e del lavoro. Dobbiamo trasformare l'incertezza in speranza. Le imprese si devono preparare a riposizionarsi in termini di prodotti e di servizi. Questa è la sfida che ci aspetta. E dobbiamo farci trovare pronti alla ripartenza.



DL LIQUIDITÀ: CRUCIALE CHE LE RISORSE ARRIVINO SUBITO ALLE IMPRESE. SERVONO SEMPLIFICAZIONI E VALUTAZIONE SUI TEMPI

tag: credito, export, semplificazioni


Diamo atto al governo e ai ministri Gualtieri e Patuanelli di aver conseguito un risultato importante sotto il profilo delle risorse e degli strumenti mobilitati a favore del sistema produttivo. Adesso è importante che queste risorse giungano con tempestività alle imprese. Così il presidente Boccia nel commentare il contenuto del Decreto Liquidità pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Oggi più che mai occorre semplificare comprendere che stiamo vivendo in una fase di emergenza e che dobbiamo imparare a usare nuove regole utili a fronteggiare una situazione straordinaria. Il ministro Gualtieri ha promesso che se dovessero sorgere criticità sul Decreto Liquidità il governo è pronto a intervenire tempestivamente per superarle
Il punto non sono le risorse che dipenderanno dalla durata di questa emergenza sanitaria ed economica ma la possibilità reale che esse arrivino davvero e tempestivamente al mondo dell'economia del Paese - ha ribadito Boccia in un'intervista al Mattino. Non possiamo lavorare con le vecchie regole, siamo nel pieno di una economia di guerra. Nel Dopoguerra, se avessimo avuto le regole attuali, a partire da Basilea, non saremmo mai diventati la seconda manifattura d'Europa e una delle potenze economiche mondiali. Per essere veloci, il Fondo di garanzia non deve bloccarsi sulle procedure - questo vale per le piccole, le medie e le grandi imprese - ne avere imbuti a livello centrale. Occorrerà inoltre affrontare la questione delle imprese con un piano di ristrutturazione del debito, nel pieno del processo di transizione, per evitare che vengano escluse in una fase delicata. Anche sui tempi della restituzione dei prestiti ci sono delle perplessità. Avevamo chiesto una restituzione a 30 anni, come si fa per i debiti di guerra. Le imprese intendono pagare e fare la loro parte. Questa liquidità serve per la sopravvivenza economica.


EUROPA: PRIMO ACCORDO NELLA GIUSTA DIREZIONE. SERVONO STRUMENTI DI FINANZIAMENTO PER RIPARTIRE
tag: debito, conti pubblici, Europa, Mes, eurobond


Comincia ad esserci una consapevolezza in Europa, la prima decisione di ieri va nella direzione giusta
. Servono sia il Mes senza condizioni sia gli eurobond. Il primo per governare l'emergenza economica dei fondamentali europei, gli eurobond per la "fase 3", per finanziare una massiva operazione investimenti pubblici. Così il Presidente Boccia ha commentato a Radio 24 l'attesa decisione dell'Eurogruppo, che ora passerà sul tavolo del Consiglio Europeo della prossima settimana. L’Europa deve tornare ai suoi valori fondamentali – Pace, Protezione, Prosperità – e auspichiamo che il nuovo asse Francese, Spagnolo e Italiano possa indicare a tutti la nuova direzione di marcia con l’adozione tra l’altro di strumenti di finanziamento, come gli Eurobond, per la difesa interessi comuni e il rilancio delle nostre economie e dell’occupazione. Leggi il daily brief di Confindustria Bruxelles  https://mailchi.mp/7d9b179ec428/oggi-in-europa-daily-brief-10-aprile-2020-edizione-straordinaria?e=540a73064b


CORONAVIRUS: IL SISTEMA AL FIANCO DI COMUNITÀ E TERRITORI. OGNI SETTIMANA SI MOLTIPLICANO LE INIZIATIVE DI SOLIDARIETÀ

tag: associazioni, imprese, solidarietà,


Questa settimana almeno 15 sono state le associazioni impegnate in donazioni, e 15 quelle che hanno offerto servizi per l'emergenza. Circa 70 aziende del sistema si sono impegnate in iniziative di solidarietà e 18 tra associazioni e imprese hanno messo in campo attività per la riconversione.
Questi i numeri, in continuo aggiornamento, che siamo riusciti mappare grazie anche alle vostre segnalazioni su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..   Il sistema continua a lavorare fianco a fianco con comunità e territori nella battaglia contro il Coronavirus. E la solidarietà è la più forte testimonianza dei simboli di rinascita e rinnovamento che questa Pasqua porta con sè. Tutti i dettagli nella news on line sul sito di Confindustria. Leggi la news https://bit.ly/3c6hsMH

Leggi l'intervista del Presidente Boccia al Mattino e ascolta l'intervista a Radio 24 e Tg2 post

https://bit.ly/3ciV3Mv
https://bit.ly/3eaW2js
https://bit.ly/3aU53vb

Leggi il  comunicato stampa sul Dl liquidità https://bit.ly/39Wieui

Convenzioni per i Soci Confindustria: prodotti e servizi per le imprese che vogliono affrontare al meglio l'emergenza. 

Errebian, aziende leader nella fornitura di prodotti per l'ufficio, sicurezza sul lavoro, igiene e detergenza propone in convenzione con Confindustria alcuni prodotti particolarmente utili nel periodo emergenziale: 

  • mascherine chirurgiche 3 veli (prima consegna il 10 aprile) e FFP2. 
  • paretine protector polic. l.102 h.60, mobili per scrivanie e desk, possono essere anche fissate con morsetti (costo 280 euro, foto in allegato)
  • targhe ed espositori per nuove istruzioni e procedure 
  • salviette disinfettanti
  • disinfettante battericida

Inoltre disponibili anche: 

In allegato alcune foto e schede tecniche. 

Per ogni informazione e per preventivi personalizzati: Enrico Tullio cell 338 203 9582

Il catalogo completo qui: http://www.errebian.it/

COMUNICATO STAMPA

Crolla il turismo, Confindustria punta su taglio delle tasse e vouchers per chi in futuro sceglierà la vacanza in Abruzzo

Perdite di miliardi di euro per un settore che rappresenta il 13% del Pil

8 Aprile 2020 – Un aiuto concreto e immediato per le aziende che operano nel settore turismo, a partire dall’annullamento per tutto l’anno in corso delle imposte nazionali e locali. A chiederlo è Confindustria Chieti Pescara la cui Sezione Turismo alza il livello di allarme su una situazione gravissima per l’intero comparto. “Parliamo di perdite stimate in 120 miliardi di euro di volume d’affari a livello nazionale”, spiega il Presidente Silvano Pagliuca, “è una condizione da profondo rosso per uno dei settori più colpiti economicamente dalla pandemia in atto, un settore che rappresenta circa il 13% del Pil italiano. E non dimentichiamo che dietro i numeri ci sono le persone. Bisogna agire subito, azzerare le tasse e sostenere il comparto nel tempo, perché l’evoluzione dell’emergenza impatterà ancora per mesi sugli spostamenti e quindi sulla tenuta dell’industria del turismo”.

Un quadro drammatico che impone scelte immediate a sostegno della categoria. Confindustria chiede un doppio intervento: la cancellazione totale, e non la traslazione, di tutte le tasse nazionali e locali che riguardano il settore turistico fino a dicembre 2020, l’annullamento della Tassa di occupazione del suolo pubblico, di Cosap, Imu, Tari, imposta sulla pubblicità, tassa di soggiorno e imposta demaniale. E poi, l’emissione di vouchers per tutte le famiglie fuori regione che decideranno di venire in Abruzzo durante l’anno in corso. Si tratta di buoni spesa, del tipo di quelli adottati anni fa per il terremoto dell'Aquila, che dovranno essere commisurati al numero dei componenti del nucleo familiare e ai giorni di permanenza in regione.

“Se un settore non produce nulla, non può contribuire in nulla”, afferma Lucio Laureti, Vice Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Chieti Pescara, “le strutture alberghiere, quelle di ristorazione e quelle dei sevizi turistici non avranno fatturato e tanto meno utili nel corso dell’anno. Enormi le limitazioni sanitarie necessarie, azzerate le presenze turistiche straniere, impossibile la fruizione dei servizi rispettando le distanze sociali, e difficile pensare ad una capacità di spesa da parte degli utenti che normalmente vengono nell’area Pescara-Montesilvano e sulle coste teatine. Un quadro insomma, che impone di salvare un comparto fondamentale. Lo Stato e gli Enti locali devono intervenire”.

“Il settore è paralizzato”, aggiunge Pagliuca, “è inverosimile che gli operatori debbano pagare per qualcosa che in questo momento non esiste, come ad esempio la pesantissima tassa sui rifiuti che continua a rimanere in piedi nonostante le attività non producano alcun reddito. Si tratta di una situazione assurda che va subito sanata per cercare di arginare la frana in corso”.

Prospettive future incerte non permettono di vedere l’inizio della ripartenza. “Il blocco dei flussi turistici e le caratteristiche strutturali del mercato in questione”, conclude il Presidente, “non consentiranno di recuperare le perdite nel breve termine. La stagione estiva è compromessa e i tempi di rientro alla normalità saranno lunghi, in particolare per la clientela internazionale che costituisce la metà del nostro mercato”.

Le mancate prenotazioni per tutto il secondo semestre 2020 si sommano al vertiginoso calo delle ricerche online relative a viaggi, turismo e divertimento. Secondo una recente indagine di Parchi Permanenti Italiani, tali ricerche sono diminuite nel mese di marzo 2020 di oltre il 37% rispetto al dato del mese precedente, e sono dimezzate rispetto allo stesso mese del 2019. Il prossimo passo, annuncia Confindustria, sarà la messa in campo di strategie per il rilancio dell’economia di settore.

Relazioni con i Media Confindustria Chieti Pescara - Laura Federicis - 085/4325543 - 340/5579577

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.confindustriachpe.it

Ufficio Stampa - Melissa Di Sano

Pagina 10 di 271

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account