Luigi Di Giosaffatte

Luigi Di Giosaffatte

Direttore Generale
Telefono 085 4325545 - 3386951916
email l.digiosaffatte@confindustriachpe.it

È stato firmato tra CGIL, CISL, UIL e Confindustria, un avviso comune sulla governance degli enti previdenziali. Nel testo, inviato al Governo, le parti sociali richiamano la necessità di una riforma che affermi un modello di governance coerente con gli obiettivi e le finalità proprie degli enti, sia per la gestione ottimale dei processi sia per garantire la tutela degli interessi dei cittadini, dei lavoratori e delle imprese.

CGIL, CISL, UIL e Confindustria propongono un vero sistema duale, nel cui quadro va garantita l'effettività dei poteri in capo ai diversi organi a fronte delle carenze dell’attuale modello. La natura, i modelli organizzativi, la qualità e la pluralità della governance sono condizioni indispensabili per affermare un assetto degli Enti improntato ad obiettivi di maggiore efficienza, trasparenza ed effettiva partecipazione.

Si è riunito ieri il COMITATO DI INTERVENTO PER LE CRISI AZIENDALI E DI SETTORE (C.I.C.A.S.) per esaminare e deliberare in merito all'Accordo Quadro Ammortizzatori Sociali in deroga anno 2013:  risorse 2013, comunicazioni del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e conseguenti determinazioni.

In merito alle istanze AREA ABRUZZO - CIG IN DEROGA si è determinato l'accoglimento di tutte le istanze di Cassa Integrazione in Deroga presentate entro il 28.02.2013, istruite positivamente dalla DRL, limitatamente al periodo di utilizzo dal 1.1.2013 al 28.02.2013 e nel limite complessivo di spesa di Euro 10.560.283,61;

Per le istanze AREA ABRUZZO - MOBILITA' IN DEROGA si è determinato l'accoglimento di tutte le istanze di Mobilità in Deroga presentate entro il 28.02.2013. istruite positivamente dalle rispettive Province, nel limite complessivo di spesa di Euro 4.000.000,00, come segue:
- fino ad un periodo massimo di mesi uno alle istanze di cui al punto 3 lettere d, e, f, k, l, m, n, o, s, del verbale CICAS del 28.12.2012 ed interventi assimilati di cui ai verbali CICAS dell'anno 2012;
- fino ad un periodo massimo di 13 settimane alle istanze di cui al punto 3 lettere g, h, i, j, p, q, r, t, del verbale CICAS del 28.12.2012 ed interventi assimilati di cui ai verbali CICAS dell'anno 2012. Per la lettera "t" del verbale CICAS del 28.12.2012 non oltre il 31.03.2013.

Il verbale del 20.03.2013 contiene anche le disposizioni per AREA SISMA - CIG IN DEROGA ed AREA SISMA - MOBILITA' IN DEROGA (cfr. pag. 4).

Si segnala che l'accordo del 20.03.2013 integra e modifica l'Accordo Quadro che definisce i criteri per l'accesso agli ammortizzatori sociali in deroga per l'anno 2013, di cui al verbale CICAS del 28.12.2012 e disciplina gli interventi di CIG e Mobilità in deroga per il periodo dal 21.03.2013 al 30.04.2013, con decorrenza dal 21.03.2013
.

Si ribadisce che le autorizzazioni e le conseguenti erogazioni delle indennità di Cassa e di Mobilità in deroga di cui agli interventi definiti dal presente Accordo Quadro, saranno effettuate entro i limiti e subordinatamente alle disponibilità finanziarie delle risorse assegnate alla Regione dal Governo con l'Intesa Stato/Regioni 2013, sancita dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome il 22.11.2012 e successivi provvedimenti, nonchè al rispetto delle condizioni stabilite dalle disposizioni legislative ed amministrative, anche con riferimento ai periodi considerati per la scadenza dei trattamenti previdenziali usufruiti in precedenza dai lavoratori interessati e, infine, nel rispetto delle domande di intervento degli ammortizzatori sociali da parte delle aziende e dei lavoratori interessati. S.E&O

E' altresì opportuno richiamare la massima attenzione nella valutazione dell'avvio di richiesta di CIG in deroga onde evitare disguidi legati alla effettiva copertura finanziaria dei  periodi di ammortizzatori in deroga richiesti. I nostri uffici sono  a vostra disposizione per ogni chiarimento e per la definizione di possibili percorsi che rendano più chiara la gestione delle pratiche amministrative di ammortizzatori sociali. Potrete contattare il dr. Fabio Scalzini (085.4325538 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.) ed il dr. Pasquale Pinnetti (085.4325537 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

Come annunciato dalla Presidente Emma Marcegaglia Confindustria ed INAIL, con la collaborazione tecnica di APQI – Associazione Premio Qualità Italia ed Accredia – Ente Italiano di Accreditamento, intendono offrire un significativo contributo al processo di diffusione della cultura della sicurezza che coinvolge tutto il sistema produttivo italiano, lanciando la prima edizione del “Premio Imprese per la sicurezza”.

Il CLES presso la Direzione Territoriale del Lavoro di Pescara ha diffuso i dati sull'andamento delle verifiche ispettive eseguite nel corso del 2011 e sullo stato del mercato del lavoro nella nostra provincia.

In allegato troverete l'intera relazione.

 

 

La Camera di Commercio I.A.A. di Pescara realizzerà a partire dal 2 aprile p.v. il I° corso per imprenditori esposti.

Il corso è gratuito per gli imprenditori interessati e prevede lo svolgimento su tre giornate dalle ore 10,00 alle ore 13,00 come da programma allegato.

Confindustria e le Segreterie Generali di CGIL,CISL,UIL hanno deciso di assumere una iniziativa congiunta per aiutare le popolazioni, i lavoratori e il sistema produttivo dei territori dell’Emilia-Romagna, in particolare le province di Ferrara, Modena e Bologna, e della provincia di Mantova, colpite dagli eventi sismici di questi giorni.

In analogia con gli interventi svolti in precedenti occasioni, le parti sociali hanno deciso di favorire, con la collaborazione delle loro articolazioni territoriali, la raccolta in azienda di contributi volontari da parte dei singoli lavoratori tramite la trattenuta dalla busta paga dell'equivalente di un'ora di lavoro, e di invitare le aziende a devolvere un contributo equivalente per la medesima finalità.

Con questo gesto Confindustria e CGIL, CISL, UIL intendono fornire interventi di sostegno alle popolazioni, ai lavoratori e ai sistemi produttivi così duramente colpiti, secondo modalità e forme che le parti individueranno con l'obiettivo di garantire la certezza della destinazione e la loro più rapida utilizzazione ai fini della ricostruzione.

I contributi così raccolti dovranno essere versati sul conto corrente bancario appositamente attivato:

conto corrente bancario n. 12900
presso Carisbo Spa sede di Bologna (Gruppo Intesa Sanpaolo)
IBAN IT11N0638502401100000012900


intestato a  CONFINDUSTRIA, CGIL, CISL, UIL
FONDO INTERVENTO A FAVORE DELLE POPOLAZIONI, DEI LAVORATORI E DEI SISTEMI PRODUTTIVI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E DELLA PROVINCIA DI MANTOVA

La  Consulta regionale del Patto per lo Sviluppo della Regione Abruzzo, tenutasi lo scorso 30 novembre a Pescara,  ha stabilito che la restituzione delle addizionali IRPEF e IRAP, a seguito del ripianamento del deficit extra sanitario, avverrà nella misura del 55% a valere sull'IRPEF e del 45% a valere sull'IRAP.
 
Si attendono i provvedimenti esecutivi del deliberato del Patto per lo Sviluppo.
 

Provincia di Pescara, Montepaschi, Confindustria Pescara e CGIL, CISl e UIL  hanno siglato stamane un importante accordo che consente ai lavoratori in Cassa Integrazione di ottenere l'anticipazione della relativa indennità nelle more dell'istruttoria dell'INPS.

L'80% della retribuzione con massimali di legge e fino ad un importo di 6.000,00 Euro per ciascun lavoratore verranno anticipati, su richiesta ed apertura di conto corrente dedicato e senza spese, ai beneficiari previo addebito dell'indennità di CIG.

Tale apertura di credito cesserà con il versamento da parte dell'INPS dell'indennità di CIGS o CIGS in deroga che avrà effetto solutorio del debito maturato.

Il tasso di interesse applicato alle suddette operazioni sarà pari all'Euribor Flat 3M/base 360 (media del mese precedente). La Provincia di Pescara si accolla l'onere della restituzione degli interessi passivi maturati sulle singole pratiche per il tramite di Confindustria Pescara entro il limite massimo di 30.000,00 Euro per tutta la durata della convenzione.

Ogni eventuale chiarimento potrà essere richiesto ai nostri uffici (085.4325554 - Dr. Carlo Di Pancrazio), i quali saranno operativi anche per l'istruttoria delle pratiche che interessano i lavoratori delle imprese associate a Confindustria Pescara. Il servizio dovrà essere richiesto direttamente dall'azienda associata con l'indicazione di tutti i lavoratori beneficiari.

Giovedì, 01 Marzo 2012 19:44

NUOVE MISURE PER IL CREDITO ALLE PMI

Confindustria, ABI ed altre Associazioni di rappresentanza delle imprese hanno siglato un protocollo sulle misure per il credito alla PMI.

Lunedì, 13 Gennaio 2014 11:58

Nota CSC su credit crunch

Alleghiamo la Nota CSC n.2/2014  su " Italia: il credit crunch prosegue nel 2014" a cura di Ciro Rapacciuolo.

L'esame congiunturale è riferito alle proiezioni sull'erogazione del credito alle imprese per il 2014 e 2015.

 

 

Pagina 8 di 13

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account