Da "Il sole 24 ore"

CONFINDUSTRIA ieri pomeriggio ha tenuto due incontri: il primo con il Ministro dello Sviluppo Economico, il secondo con il Ministro del Lavoro. In sintesi, di seguito gli esiti di entrambi.
Incontro con il Ministro dello Sviluppo Economico
Il Ministro ha annunciato un Decreto-legge entro la fine della settimana con le misure più urgenti e un ulteriore provvedimento la prossima con interventi più strutturali. Nel merito, tutte le organizzazioni presenti hanno evidenziato questioni e istanze largamente condivise, tra cui la necessità di:
1) evitare iniziative estemporanee da parte di regioni ed enti locali e assicurare un coordinamento centrale;
2) sostenere la liquidità delle imprese;
3) approntare misure di sostegno al reddito dei lavoratori (anche per ambiti non coperti da integrazione salariale) e indirizzi unitari per quelli interessati da misure di contenimento;
4) assicurare la circolazione delle merci in ambito nazionale;
5) definire strumenti di ristoro dei danni connessi all’emergenza per le imprese e i settori più colpiti;
6) prevedere un’applicazione ampia - e non limitata alle zone rosse - delle diverse misure di sostegno.
Anche all’esito dell’incontro, nonché delle segnalazioni ricevute dal Sistema, CONFINDUSTRIA ha predisposto un documento con prime proposte per i provvedimenti che saranno assunti dal Governo nei prossimi giorni, che potrete trovare sulla Home Page del nostro portale www.confindustriachpe.it, rispetto al quale potete segnalarci eventuali integrazioni.
Incontro con il Ministro del Lavoro
Durante l'incontro il Ministro ha anticipato l’adozione delle seguenti misure.
1. Smart working. In tema di lavoro agile (previsto quale modalità alternativa alla sospensione dell’attività, laddove possibile), con un apposito DPCM, l’art. 3 del DPCM 23/2/2020 viene sostituito dal seguente:
“Art. 3 (Applicazione del lavoro agile) 1. La modalità di lavoro agile disciplinata dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81, è applicabile in via automatica, fino al 15 marzo 2020, nelle Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Veneto e Liguria, a ogni rapporto di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, e anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti. Gli obblighi di informativa di cui all’articolo 22 della legge 22 maggio 2017, n. 81, sono assolti in via telematica anche ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito dell'Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro”.
La nuova disposizione chiarisce l’ambito applicativo della disposizione e mantiene ferma l’impostazione derogatoria che consente di fare ricorso al lavoro agile su iniziativa unilaterale dell’impresa.
Resta anche ferma la valorizzazione della modalità di adempimento degli obblighi di informativa, anche se abbiamo fatto presente al Ministro e all’Inail l’esigenza di chiarire i passaggi procedurali per l’adempimento di questo obbligo formale, ricevendone assicurazione.
2. Sospensione degli adempimenti. Con altro provvedimento verrà prevista la sospensione (fino al 31 marzo 2020) dei termini per i versamenti e gli adempimenti degli obblighi contributivi e assicurativi.
3. Cassa integrazione guadagni. Nel medesimo provvedimento dovrebbero essere introdotte: la previsione della CIG in deroga per tutti coloro che non possono far ricorso agli ammortizzatori a regime; l'eventuale integrazione della dotazione finanziaria del Fondo di integrazione salariale (FIS); la regolazione del rapporto tra le sospensioni di CIGS in atto e le nuove situazioni di CIGO.
4. Indennità per gli autonomi: per i lavoratori autonomi dovrebbe essere prevista una indennità per tre mesi fino ad un massimo di 500 € mensili.
Per queste due ultime misure il Ministero del Lavoro stima un costo di circa 21 milioni di €.
All’incontro era presente anche il Ministro per l’innovazione tecnologica, Paola Pisano, che ha assicurato il supporto alle imprese per l’adozione di misure che agevolino il ricorso allo smart working.
Durante l'incontro CONFINDUSTRIA ha evidenziato alcune criticità e proposte, anche sulla base delle numerose sollecitazioni pervenute dal sistema associativo.
In sintesi:
1. In tema di cassa integrazione abbiamo fatto presente
a. la necessità della previsione di un'unica causale per la CIG (sia ordinaria che in deroga) e la semplificazione della procedura (sul modello dell’automatismo del ricorso al lavoro agile);
b. l’esigenza che tutti i periodi di CIG qualificati come legati ad un evento oggettivamente non evitabile non comportino oneri aggiuntivi a carico delle imprese anche per quei settori che invece li devono sopportare (es. l’edilizia) con la conseguente neutralizzazione ai fini del computo nelle 52 settimane;
c. l’esigenza che il trattamento di CIG possa essere riconosciuto a tutti i lavoratori, impossibilitati a raggiungere la sede di lavoro, a causa delle ordinanze che limitano la mobilità dei lavoratori;
d. le criticità derivanti dalla molteplicità degli strumenti a disposizione (CIGO, Cig in deroga, fondi) e la conseguente opportunità di adottare un unico strumento per affrontare la situazione;
e. le criticità derivanti dal fatto che le ordinanze contingibili e urgenti del Governo (centrale e locale) hanno qualificato, in talune circostanze, l’assenza dei lavoratori come “malattia” in modo automatico (v. ad es. Ordinanza del Sindaco di Piacenza).
2. In tema di adozione delle misure igieniche da parte delle imprese, abbiamo confermato l’esigenza di formalizzare il chiarimento che non si tratta di adempimenti collocati all’interno del D.lgs. 81/2008 in materia di salute e sicurezza, trattandosi di iniziative precauzionali secondo le indicazioni dell’OMS;
3. In tema di aeroporti, sono state evidenziate le criticità inerenti le procedure e le tutele da adottare per il personale aeroportuale;
4. In tema di logistica e trasporto, sono state evidenziate le criticità inerenti sia le modalità (tempi e procedure) per l’accesso “in deroga” alle zone rosse e le difficoltà per il controllo individuale dei lavoratori;
5. In tema di adempimenti Inps e Inail:
a. La sospensione di tutti i versamenti e gli adempimenti contributivi (già anticipata dal Ministro) ed assicurativi;
b. La sospensione degli adempimenti relativi ad autoliquidazione, domanda di benefici Inail per prevenzione (cd OT23 e ISI);
6. In tema di relazione con i lavoratori, sono state sollevate alcune questioni conseguenti alla necessità di contemperare il divieto previsto dall’art 5 dello Statuto dei lavoratori in capo al datore di lavoro di effettuare accertamenti sullo stato di salute del lavoratore e l’esigenza di accertare anche sul luogo di lavoro la presenza di eventuali situazioni a rischio contagio;
7. È stato richiesto il chiarimento di alcuni dubbi interpretativi relativi alle misure adottate (es. ampiezza e modalità della chiusura degli esercizi commerciali, smart working, comportamento dei lavoratori nell’ambito dei servizi collegati a quelli essenziali - es TLC, ecc.). In particolare, è stato chiesto di chiarire che la comunicazione di avvio dello smart working nelle zone interessate dal DPCM possa essere effettuata entro 20 giorni dall’avvio della prestazione in modalità smart working;
8. Con riferimento alle esigenze dei settori (in linea con le richieste avanzate sul tavolo di confronto con il Ministero dell’Economia), al di là della previsione della CIG in deroga, è stata evidenziata la situazione di crisi dei settori più esposti (turismo, settore termale, attività culturali, trasporto, alberghi, ecc.) in vista di misure straordinarie.


Vi ringrazio tutti per la collaborazione e le segnalazioni di questi giorni. Rimango con tutti i colleghi di CONFINDUSTRIA CHIETI PESCARA a Vostra disposizione per qualsiasi necessità.


IL DIRETTORE GENERALE
Luigi Di Giosaffatte

Pubblicato in Organizzazione

Le Assise Generali 2020 di Confindustria Assafrica & Mediterraneo, già convocate per il 18 marzo p.v., sono rinviate ad ulteriore data, che sarà fissata quanto prima in relazione all'evolversi della situazione Coronavirus.

Pubblicato in Affari internazionali
Mercoledì, 26 Febbraio 2020 16:02

Diamo il benvenuto a: UMANA SPA

Oggi Confindustria Chieti Pescara ha un associato in più: UMANA SPA

E' un'agenzia per il Lavoro leader del settore e offre soluzioni complete nell’ambito dello sviluppo e della gestione delle risorse umane capaci di rispondere alle puntuali esigenze delle aziende.

Somministrazione a tempo determinato
Staff Leasing
Intermediazione
Ricerca e Selezione
Outplacement
Formazione
Politiche attive del lavoro
Age Management

UMANA SPA  farà parte della Sezione Servizi Innovativi e sarà rappresentata in Confindustria dalla D.ssa Maria Raffella Caprioglio.

Per chi volesse approfondire la conoscenza della UMANA SPA può visitare il sito https://www.umana.it/

Pubblicato in Organizzazione

Al via la X edizione di Impresa IN Accademia, percorso rivolto agli studenti universitari della laurea triennale e magistrale dell'Università "G. D'Annunzio" Chieti Pescara. Un progetto che da dieci anni investe nei giovani, nella loro valorizzazione affinchè si avvicinino al mondo del lavoro con consapevolezza e con gli strumenti giusti per rispondere alle richieste del mercato.

Il percorso avrà inizio il prossimo 12 marzo alle ore 14,30 con il workshop a cura del dr. Claudio Bonasia dal titolo "Realizza i tuoi sogni".

Proseguirà il 19 marzo e il 26 marzo  alla stessa ora con due tavole rotonde "Imprenditore di te stesso" e "I lavori del futuro: nuovi scenari" moderate la prima dal Presidente Giovani Imprenditori di Confindustria Chieti Pescara, dr. Federico De Cesare e la seconda moderata dalla giornalista di Rete 8 Gigliola Edmondo.

I workshop sono gratuiti e prevedono per gli studenti l'attribuzione di crediti formativi a seconda dei Dipartimenti di appartenenza.

Nei prossimi giorni verrà comunicata l'aula di svolgimento degli stessi.

In allegato il calendario.

L'Area Education è a disposizione per approfondimenti.

Pubblicato in Education

In ottica di prevenzione e in adeguamento alle misure indicate dal Ministero della Salute che suggeriscono la massima cautela e riduzione degli assembramenti, Confindustria Chieti Pescara ha disposto l'annullamento delle attività convegnistiche in calendario fino al 15 marzo prossimo. Pertanto si comunica che la XXVI edizione dell’Orientagiovani prevista per il prossimo 10 marzo è rinviata a data da destinarsi.

Pubblicato in Education
Mercoledì, 26 Febbraio 2020 08:48

Emergenza Coronavirus: restrizioni agli ingressi

Con riferimento alle misure di controllo applicate ai cittadini italiani provenienti dalle “zone rosse” si segnala che al momento i seguenti Paesi hanno adottato misure restrittive agli ingressi:

Croazia: le autorità sanitarie locali hanno adottato specifiche misure di controllo nei confronti delle persone provenienti dall’Italia al confine terrestre con la Slovenia, laddove sono stati predisposti container ad hoc adibiti a unità epidemiologiche mobili. In particolare, tutte le persone provenienti dall’Italia verranno sottoposte a verifiche relative a località di origine, località di destinazione e durata della permanenza in Croazia. Le persone provenienti dalle quattro regioni italiane considerate a rischio (Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto) saranno sottoposte a controlli sanitari. Le persone che presentino sintomi da stato influenzale (febbre, tosse ecc.) verranno poste in immediato stato di isolamento nei reparti di infettivologia costituiti ad hoc presso gli ospedali croati. Le persone che risulteranno prive di sintomi influenzali verranno ammesse nel Paese ma saranno sottoposte per 14 giorni ad obbligo quotidiano di verifica del proprio stato di salute da parte delle autorità sanitarie locali e dovranno comunicare i propri spostamenti. Alle persone risultanti prive di sintomi che intendano effettuare l’ingresso e l’uscita dal Paese nella stessa giornata saranno garantiti l’accesso e la circolazione nel Paese senza ulteriori controlli sanitari per il giorno in considerazione.
Regno Unito: il governo inglese ha invitato le persone che hanno viaggiato nei comuni attualmente sotto quarantena in Nord Italia a isolarsi in casa e chiamare l'NHS al numero 111 per informarli, anche in mancanza di sintomi. Per le persone che hanno viaggiato in Nord Italia fuori dalle zone di quarantena (a partire da una linea sopra e non includendo Pisa, Firenze e Rimini), il governo ha invitato a informare l'NHS e a isolarsi solo nel caso si sviluppino sintomi attribuibili al virus.
Romania (agg. 25/02/20, ore 15:08): tutti i viaggiatori asintomatici provenienti dalle località italiane oggetto di specifica ordinanza verranno collocate direttamente in quarantena per un periodo di 14 giorni. Per i viaggiatori provenienti da altre località delle regioni Lombardia e Veneto sarà richiesto un isolamento volontario domiciliare per 14 giorni dall'arrivo in Romania.
Bulgaria: Tutti i passeggeri provenienti dall'Italia dovranno compilare un questionario all'arrivo in presenza di un ispettore sanitario, dichiarando le proprie generalità e possibili sintomi avvertiti. Le autorità invitano, in caso di sintomi, a prendere contatto con un medico prima di andare in ospedale.
Slovacchia: le autorità locali hanno disposto che, a partire dal 25 febbraio, presso l’aeroporto di Bratislava, sia effettuato un controllo rafforzato su tutti i passeggeri in arrivo dall’Italia.
Montenegro: Per tutti i visitatori provenienti dall'Italia, oltre ad un controllo da parte di personale medico è richiesta anche la compilazione di un questionario con i propri dati anagrafici, comunicando possibili sintomi e la sottoscrizione di un modulo con dettagli sulla permanenza nel Paese. Ogni viaggiatore dovrà segnalare nelle due settimane successive il proprio stato di salute due volte al giorno a un numero telefonico specifico.
Lituania: Tutte le persone provenienti dalle regioni italiane del Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna saranno controllate a bordo dell'aereo, e verranno raccolti i loro recapiti affinchè gli operatori possano in seguito contattarli per monitorare il loro stato di salute.
Lettonia: i passeggeri in arrivo su voli provenienti da Milano, Bergamo, Venezia e Verona dovranno compilare in aeroporto un modulo in cui indicare la Regione di provenienza, luoghi visitati di recente nonchè la durata e il luogo di soggiorno in Lettonia.
Egitto: controlli medici all'arrivo per tutti i passeggeri provenienti dall'Italia.
Argentina: autodichiarazione all'atterraggio per ogni passeggero in arrivo dall'Italia e controlli a campione della temperatura corporea.
Brasile: Previsto all'arrivo all'Aeroporto internazionale di San Paolo la salita a bordo dell'aereo di alcuni ispettori, formulazione di una serie di domande ai fini di sanità pubblica e la lettura di un messaggio informativo che richiama misure preventive per evitare la trasmissione della malattia.
Turkmenistan: le Autorità turkmene hanno adottato misure precauzionali tra cui la sospensione del rilascio del visto di ingresso ai cittadini dei Paesi in cui sono stati accertati casi conclamati di infezione, inclusa l'Italia.
Israele: chiunque sia stato in Italia nei 14 giorni precedenti l’arrivo in Israele e sviluppi sintomi compatibili con il COVID-19 dovrà sottoporsi a controlli medico-sanitari secondo le linee guida le Ministero della Salute israeliano.
Emirati Arabi Uniti: Qualora ci si rechi in ospedale per sintomi compatibili con il COVID-19 e si provenga da un Paese considerato "a rischio" coronavirus (inclusa l'Italia), le autorità sanitarie potranno predisporre delle misure di quarantena.
Giordania: Vietato l'ingresso di tutti i viaggiatori provenienti dall'Italia, salvo i cittadini giordani. Ai viaggiatori che abbiano viaggiato in Italia nei 14 giorni precedenti l'arrivo in Giordania sarà negato il visto d'ingresso.
Kuwait: il Paese ha annunciato la sospensione di tutto il traffico aereo da/per l’Iran, l’Italia, la Corea del Sud e la Thailandia.
Madagascar: le autorità locali si riservano la facoltà di adottare varie misure restrittive nei confronti di tutti i viaggiatori, inclusi i viaggiatori italiani. Le misure possono andare dall’effettuazione di test, alla quarantena obbligatoria, sino al respingimento alla frontiera.
Sudafrica: le autorità del Paese hanno intensificato le misure di controllo negli aeroporti soprattutto per chi proviene dalla Cina e dall’Italia.
Seychelles: Ad eccezione dei cittadini e residenti, le autorità hanno vietato alle compagnie aeree di imbarcare passeggeri che siano stati in Italia negli ultimi 14 giorni. Misura analoga per gli sbarchi via mare.
Mauritius: le Autorità delle Mauritius hanno interdetto l’accesso ai viaggiatori provenienti dalle seguenti regioni italiane: Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna; tutti i cittadini mauriziani che abbiano viaggiato (o anche solo in transito) negli ultimi 14 giorni nelle regioni italiane Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna potranno entrare a Mauritius ma saranno sottoposti a quarantena.
Samoa: il Ministero della Salute di Samoa ha stabilito che i viaggiatori provenienti (o in transito) dall'Italia saranno ammessi nel Paese solo se abbiano trascorso 14 giorni di quarantena in un Paese in cui non siano occorsi casi di coronavirus e posseggano certificazione medica che escluda il contagio.

Per un aggiornamento in tempo reale si consiglia di consultare il sito www.viaggiaresicuri.it

Pubblicato in Affari internazionali
Mercoledì, 26 Febbraio 2020 08:46

Eventi Area Affari Internazionali CONNEXT2020

Confindustria ha deciso di riprogrammare l’edizione 2020 di Connext prevista per il 27 e 28 febbraio prossimi.

La decisione è motivata dalla gravità dell’emergenza COVID-19, confermata dai recenti provvedimenti delle Autorità pubbliche, che rende oggettivamente impossibile dar seguito all’evento.

La rapida - ed estremamente critica - evoluzione dell’emergenza sanitaria nel Nord Italia, e in particolare in regione Lombardia, ha reso necessaria questa decisione, determinata da ragioni di forza maggiore, nonché di tutela dell’incolumità degli stessi espositori e visitatori, dei loro collaboratori e delle loro famiglie.

La consapevolezza delle problematiche conseguenti a tale decisione per tutti gli operatori coinvolti, nazionali ed internazionali, ci induce altresì a prevedere fin d’ora la riprogrammazione dell’evento.

Pertanto, provvederemo quanto prima a comunicare le nuove date della manifestazione, compatibilmente con le disponibilità del MiCo, e a fornire le informazioni utili al prosieguo dell'organizzazione di Connext 2020.

Sono quindi rinviati a data da definire tutti gli eventi organizzati dall’Area Affari Internazionali programmati per il 27 e il 28 febbraio per i quali si daranno ulteriori informazioni per una loro eventuale riprogrammazione.

Pubblicato in Affari internazionali

L'Ufficio dell'Agenzia ICE di Praga ci informa dell'avvio, a partire da Febbraio 2020, con il coordinamento dell’Ambasciata d’Italia in Repubblica Ceca, dell'attività dell'Innovation Desk, collocato presso la rappresentanza diplomatica a Praga, in Nerudova 20.

 Si trasmette in allegato il relativo comunicato con i riferimenti del desk.

Pubblicato in Affari internazionali

A seguito del recente accordo di collaborazione sottoscritto tra Confindustria Chieti Pescara e Banca del Mezzogiorno - Mediocredito Centrale, abbiamo il piacere di annunciare che dal corrente mese di febbraio l’ufficio di rappresentanza territoriale dell’Istituto è ospitato presso la nostra sede in Pescara. (tel. 0854325554).

Ricordiamo che la convenzione in essere consente alle imprese associate di accedere alla piattaforma online per operazioni creditizie a medio lungo termine a condizioni di particolare favore e riguarda i seguenti prodotti per investimenti (durata 18-84 mesi) e per scorte o altre necessità di circolante (18-60 mesi):

  • Chirofast, (per tutte le imprese, importi da 25.000 a 200.000 euro)
  • ChiroPMI (destinato alle MPMI, importi da 200.000 a 500.000 euro)
  • Chiro Nuove Imprese, (finanziamento delle start up con meno di tre bilanci, da 25.000 a 500.000 euro)
  • Altre operazioni saranno possibili previa intesa con l’Istituto.

In virtù della Convenzione l’istituto si impegna a riconoscere una riduzione dello 0,26% (zero ventisei per cento) dello spread per finanziamenti fino a 36 mesi ed dello 0,15% (zero quindici per cento) dello spread per finanziamenti oltre i 36 mesi ai Beneficiari che sottoscrivano una richiesta di finanziamento relativa ad uno dei Prodotti, a condizione che tale richiesta sia formalizzata per il tramite del portale https://www.mcc.it/finanziamenti/ e secondo le modalità specifiche che saranno indicate dalla Banca, idonee ad identificare i Beneficiari richiedenti quali associati di Confindustria Chieti Pescara.

Per accedere alla piattaforma https://easypmi.mcc.it/easypmi/registrazione occorre ricevere un apposito codice da richiedere ai ns uffici (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Banca del Mezzogiorno - Mediocredito Centrale è anche gestore del Fondo di Garanzia per le PMI, di recente sottoposto a riforma, che assicura una garanzia pubblica su operazioni finanziarie delle PMI fino all’80%.

Ulteriori informazioni sui fogli informativi dell’Istituto.

Pubblicato in Credito, Finanza e Fisco
Martedì, 25 Febbraio 2020 16:53

Aggiornamento - Task force Coronavirus

Cari Associati,

Vi allego una nota di aggiornamento sulle iniziative che CONFINDUSTRIA nazionale ha intrapreso nella prima fase di gestione dell'emergenza Coronavirus, incentrata soprattutto sui rapporti con la Cina.

Il documento sarà integrato e ampliato sulla base delle nuove criticità che le articolazione del sistema stanno segnalando e che da qualche giorno vede impegnata la nostra confederazione su scala nazionale.

Allego, inoltre, due documenti redatti rispettivamente dalle Aree Affari Legislativi e Lavoro&Welfare, che contengono alcune linee guida utili per le imprese.

Un caro saluto.

IL DIRETTORE GENERALE
Luigi Di Giosaffatte

Pubblicato in Organizzazione
Pagina 1 di 248

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account