Da "Il sole 24 ore"

DL SEMPLIFICAZIONI: MIGLIORARE SISTEMA CERTIFICAZIONE CREDITI E SANZIONI AMMINISTRATIVE

“Le im­pre­se spe­ri­men­ta­no quo­ti­dia­na­men­te un si­ste­ma com­ples­so, in­sta­bi­le, co­sto­so che ‘za­vor­ra’ lo svi­lup­po del Pae­se, im­bri­glian­do l’at­ti­vi­tà dei con­tri­buen­ti in una con­ge­rie di ri­gi­di­tà le­gi­sla­ti­ve e bu­ro­cra­ti­che. Per Con­fin­du­stria sem­pli­fi­ca­re e ra­zio­na­liz­za­re il qua­dro nor­ma­ti­vo re­sta un obiet­ti­vo fon­da­men­ta­le”. Così la DG Fran­ce­sca Ma­riot­ti, in au­di­zio­ne pres­so le Com­mis­sio­ni riu­ni­te di Bi­lan­cio e Fi­nan­ze alla Ca­me­ra dei De­pu­ta­ti su DL Sem­pli­fi­ca­zio­ni Fi­sca­li. “Con­fin­du­stria so­stie­ne da anni 2 pro­po­ste – ha pro­se­gui­to: l’e­la­bo­ra­zio­ne di una di­sci­pli­na qua­dro del­le mi­su­re fi­sca­li da in­tro­dur­re in caso di ca­la­mi­tà o even­ti straor­di­na­ri, con pro­ce­du­re at­tua­ti­ve già de­cli­na­te e con­cor­da­te tra le di­ver­se am­mi­ni­stra­zio­ni; il ri­cor­so alle ana­li­si di im­pat­to sul­la re­go­la­men­ta­zio­ne vi­gen­te, pri­ma del­l’in­tro­du­zio­ne di un nuo­vo adem­pi­men­to a ca­ri­co dei con­tri­buen­ti”. Per la DG, “no­no­stan­te ci sia­no al­cu­ni in­ter­ven­ti po­si­ti­vi, man­ca­no cor­ret­ti­vi al con­tri­bu­to Ex­tra­Pro­fit­ti e una nor­ma che in­qua­dri de­fi­ni­ti­va­men­te la na­tu­ra IVA dei dif­fe­ren­zia­li mo­ne­ta­ri ge­ne­ra­ti dai con­trat­ti de­ri­va­ti e che evi­ti alle im­pre­se stra­vol­gi­men­ti pro­ce­du­ra­li e ri­schio san­zio­ni. Co­sti­tui­sce un pas­so si­gni­fi­ca­ti­vo an­che l’in­tro­du­zio­ne di una pro­ce­du­ra di cer­ti­fi­ca­zio­ne de­gli in­ve­sti­men­ti ai fini del­l’ap­pli­ca­zio­ne dei cre­di­ti di im­po­sta per gli in­ve­sti­men­ti in at­ti­vi­tà di R&S&I. La nor­ma ha, tut­ta­via, ampi mar­gi­ni di mi­glio­ra­men­to”. In­fi­ne, Ma­riot­ti ha ri­mar­ca­to la ne­ces­si­tà di “in­ter­ve­ni­re pa­ral­le­la­men­te sul­l’at­tua­le im­po­sta­zio­ne del re­gi­me san­zio­na­to­rio am­mi­ni­stra­ti­vo del­l’in­de­bi­ta com­pen­sa­zio­ne di cre­di­ti d’im­po­sta, di­stin­guen­do bene chi com­met­te er­ro­ri in buo­na fede da chi ten­ta la fro­de”

IMPRESE FAMILIARI, MARENGHI: RAPPRESENTANO IL 49% DEL MANIFATTURIERO, QUI C’E’ IL DNA PER LO SVILUPPO. IL PREMIO DELL’ASSOCIAZIONE A GIULIO PEDROLLO
 
“Il se­gre­to per po­ter ave­re ol­tre 200 anni di vita? Met­te­re l'a­zien­da al pri­mo po­sto, con le sue per­so­ne e la qua­li­tà del pro­dot­to”. Così Al­ber­to Ma­ren­ghi, Vice Pre­si­den­te di Con­fin­du­stria per l’Or­ga­niz­za­zio­ne, lo Svi­lup­po e il Mar­ke­ting e pre­si­den­te di tur­no del­l’As­so­cia­zio­ne He­no­kiens, nata 40 anni fa a Pa­ri­gi e che riu­ni­sce a li­vel­lo in­ter­na­zio­na­le le azien­de fa­mi­lia­ri con al­me­no 200 anni di sto­ria, la fa­mi­glia come azio­ni­sta e al­me­no un mem­bro nel­la go­ver­nan­ce. Vi­sta la pre­si­den­za ita­lia­na, si è te­nu­ta in Ita­lia l’as­sem­blea an­nua­le, dove è sta­to as­se­gna­to il pre­mio “Leo­nar­do da Vin­ci” a Giu­lio Pe­drol­lo, AD del Grup­po Pe­drol­lo. “L'I­ta­lia ha una for­te strut­tu­ra di azien­de fa­mi­lia­ri, che han­no di­mo­stra­to di sa­per­si evol­ve­re e com­pe­te­re, man­te­nen­do con­ti­nui­tà e va­lo­ri uma­ni. Come ‘he­no­kia­ni’ vo­glia­mo tra­smet­te­re que­sti prin­ci­pi”, ha spie­ga­to Ma­ren­ghi. “Far par­te del­l’as­so­cia­zio­ne pre­sup­po­ne una lun­ga sto­ria im­pren­di­to­ria­le e fa­mi­lia­re: al­me­no 7-8 ge­ne­ra­zio­ni, un las­so di tem­po in cui pro­dot­ti e mer­ca­ti sono de­ci­sa­men­te ri­vo­lu­zio­na­ti. La tra­di­zio­ne e la for­te con­no­ta­zio­ne rap­pre­sen­ta­ta dal­la sto­ria azien­da­le di­ven­ta­no fat­to­ri iden­ti­ta­ri for­ti, che ren­do­no i no­stri pro­dot­ti uni­ci sui mer­ca­ti, quel made in Ita­ly di suc­ces­so che ec­cel­le sui mer­ca­ti. La mia mis­sion da pre­si­den­te de­gli He­no­kiens è al­lar­ga­re il nu­me­ro dei soci ma non trop­po ve­lo­ce­men­te, così da pre­ser­var­ne l’u­ni­tà, e inol­tre raf­for­za­re il mo­del­lo del­l'im­pre­sa fa­mi­lia­re ren­den­do­lo sem­pre più al pas­so con i tem­pi, per­ché le azien­de fa­mi­lia­ri sono pro­ta­go­ni­ste im­por­tan­ti nel si­ste­ma eco­no­mi­co di mol­ti pae­si eu­ro­pei: nel set­to­re ma­ni­fat­tu­rie­ro in Ita­lia rap­pre­sen­ta­no il 49%.”
 
Leggi l’audizione sul Dl Semplificazioni
https://www.confindustria.it/home/crisi-ucraina/documenti-e-analisi/dichiarazioni-presidente/notizia/Audizione-su-DL-Semplificazioni-Fiscali

Leggi l’intervista di Marenghi al Sole24Ore

Pubblicato in Organizzazione

L'Agenzia ICE, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Dar es Salaam, organizza dal 27 al 30 settembre 2022 una missione di imprenditori italiani in Tanzania, in occasione del Business Forum Italia-Tanzania per la presentazione delle opportunità di partenariati industriali e commerciali per le aziende italiane nel Paese.

I settori focus dell’iniziativa sono:
• Agribusiness (Macchine agricole, Macchine trasformazione alimentare, catena del freddo e Packaging)
• Infrastrutture
• Blue Economy

Il programma del Business Forum assieme ad ulteriori informazioni logistiche ed organizzative sono disponibili al seguente link.

I soci interessati a partecipare, potranno iscriversi al seguente form entro e non oltre il 15 luglio 2022.

Pubblicato in Affari internazionali

Confindustria organizza un webinar su “Il quadro sanzionatorio UE all’indomani del sesto pacchetto di misure: impatto e aspetti operativi per l’export delle imprese italiane” che si terrà domani 5 luglio dalle ore 10.00 alle ore 12.00.

L’incontro - rivolto alle imprese associate - intende fare il punto sul quadro sanzionatorio della UE nei confronti della Russia, con particolare riguardo alle principali disposizioni contenute nell’ultimo regolamento.

Inoltre, verranno approfondite le maggiori problematiche riscontrate dalle imprese e gli aspetti operativi dell’export delle nostre imprese.

Questo il link per iscriversi all’incontro:

https://confindustria.zoom.us/meeting/register/tZ0qceyvrjgpE9cq7TdtFhj08h-CLDUtiCEI

Dopo l’iscrizione, verrà inviata un’email di conferma con le informazioni necessarie per prendere parte alla riunione.

Pubblicato in Affari internazionali

COMUNICATO STAMPA

Presentazione del volume

Lucio MARCOTULLIO
Mille mani, una sola anima
a cura di Luigi Di Giosaffatte, Textus Edizioni

5 luglio 2022, ore 11:00
Sala Consiliare del Comune di Pescara


Pescara, 4 luglio 2022
- Lucio Marcotullio - Mille mani, una sola anima è il titolo del libro curato da Luigi Di Giosaffatte, direttore generale di Confindustria Chieti Pescara, dedicato al ricordo del grande imprenditore, politico, manager e mecenate scomparso nel settembre 2020. Dopo il successo dell’evento del dicembre scorso a Penne, l’Associazione degli industriali intende celebrare il professore Lucio Marcotullio anche nella Città di Pescara alla presenza del Sindaco Carlo Masci e di molti che hanno avuto l’opportunità di conoscerlo. Il volume sarà quindi presentato nella Sala Consiliare del Comune di Pescara il 5 luglio p.v. alle ore 11:00.

Aprirà la presentazione Carlo Masci sindaco di Pescara, seguirà l’introduzione di Alessandro Addari, Vice presidente di Confindustria Chieti Pescara e si proseguirà con le testimonianze di Michela Ridolfi, giornalista, Galliano Cocco, psicosociologo e docente di strategia della comunicazione aziendale all’Università G. d’Annunzio di Chieti Pescara, Michele Borgia, presidente Bcc Cappelle sul Tavo, Massimo Sargiacomo professore ordinario in Economia aziendale dell’Università G. d’Annunzio di Chieti-Pescara. Chiuderà i lavori Luigi Di Giosaffatte, direttore generale di Confindustria Chieti Pescara, ideatore e curatore del volume.

L’opera, edita da Textus Edizioni e finanziata da Bcc Cappelle sul Tavo e Abruzzese Salute, raccoglie ricordi e testimonianze nonché scritti e interventi pubblici di Marcotullio, per sette anni (1988-1995) presidente dell’Unione industriali della provincia di Pescara e per quattro presidente regionale della Confindustria abruzzese. Il testo ricompone, inoltre, frammenti di vita professionale e privata grazie al contributo di protagonisti dell’industria, della finanza, della cultura: Luigi Abete, Innocenzo Cipolletta, Emanuele Panunzio, Galliano Cocco, Luisa Franchi dell’Orto, Giovanni Claudio Bottini, Massimo Sargiacomo, Michela Ridolfi, Domenico Moretti, Michele Borgia e Luigi Di Giosaffatte.

“Marcotullio è stato un imprenditore intelligente e uno studioso brillante, che ha costruito con l’impegno quotidiano un pezzo di storia della nostra comunità. Ha saputo guidare le associazioni degli industriali di Pescara e d’Abruzzo con leadership determinata e attenta a tutte le istanze e i cambiamenti sociali che in quegli anni hanno dato forma all’economia attuale del nostro territorio. Valori, creatività e impegno civile sono gli insegnamenti che ci lascia e che continueremo a perseguire come imprenditori e come donne e uomini del nostro tempo”, così lo ricorda Silvano Pagliuca, presidente di Confindustria Chieti Pescara.

“Con questa pubblicazione Confindustria Chieti Pescara ha voluto lasciare una traccia indelebile dell’identità valoriale di Lucio Marcotullio che si traduce in un lascito culturale ed economico straordinario per l’area vestina, per l’Abruzzo, per il nostro amato Paese e per l’alta moda sartoriale nel mondo. L’opera che abbiamo costruito attorno alla sua figura non vuole essere soltanto un tributo alla sua memoria, ma anche una esortazione alle giovani generazioni del Terzo Millennio. Ispirandosi all’esempio di Lucio Marcotullio, auguro loro di saper sempre coniugare lo sviluppo dell’economia con la sostenibilità sociale delle azioni politiche e amministrative, con la crescita culturale. In altre parole, di saper sempre mettere al centro la persona, come detentrice indiscussa di dignità, identità e spiritualità”, ha dichiarato Luigi Di Giosaffatte.

L’evento è a partecipazione gratuita, previa iscrizione al seguente link:
https://it.surveymonkey.com/r/CT272NH
Gli organi di informazione sono invitati a partecipare.

Per informazioni: Confindustria Chieti Pescara, tel. 085432551

Lucio Marcotullio
Cavaliere del lavoro, Lucio Marcotullio è nato a Penne (Pescara) nel 1933. Dopo la laurea in economia e commercio, nel 1957, all’Università La Sapienza di Roma, diventa revisore ufficiale dei conti e ordinario di Economia aziendale. Nel 1959, con la fondazione della Roman Style S.p.a., crea in Penne uno dei più grandi centri produttivi dell’Abruzzo e del meridione d’Italia. In quarantotto anni di attività manageriale e imprenditoriale contribuisce anche ad accrescere la rinomanza del lavoro italiano all’estero. Nel portare avanti la sua attività ha curato, con impostazione veramente innovativa, la formazione delle risorse umane, recuperando la tradizione sartoriale abruzzese. Tante le iniziative promosse: contatti e collaborazioni con università e istituzioni, formazione continua, stage aziendali, tesi universitarie, premi letterari (Premio Penne fino alla XXXII edizione, presidente Vincenzo Cappelletti), restauri, master, convegni, ricerche e pubblicazioni. È riuscito a mobilitare risorse e ad attivare tutte le componenti locali a livello sociale, politico e culturale.
Nel 1985, per dare continuità produttiva alla qualità Brioni, ideò e fu direttore di una scuola superiore di sartoria per formare maestri sarti con giovani selezionati dopo la scuola dell’obbligo. Dal 1988 al 1995 fu presidente di Confindustria Pescara. Nel 1997 costituì e fu presidente della Fondazione Nazareno Fonticoli, con sede a Penne, per l’aiuto dei giovani da avviare al lavoro e la valorizzazione e la tutela delle bellezze e della storia di Penne. Nel 2000 costituì la Fondazione ForModa, ente di formazione accreditato presso la Regione Abruzzo. È stato sindaco di Penne per due mandati fino al 2001. Lunga la lista delle cariche pubbliche da lui rivestite. È morto il 5 settembre 2020.

Confindustria Chieti Pescara - www.confindustriachpe.it

Pubblicato in Organizzazione
Giovedì, 30 Giugno 2022 15:41

I 10 soci della settimana

LDS S.R.L., LEA & FLO S.a.s. DI NORSCIA F. & C., LEONARDO FINMECCANICA SRL, LFA srl, LGA AUTOMATION SRL, LIFE METER S.R.L., LIGHTHOUSE S.r.l., M.D. ECOGEN e M.P.I.M. S.r.l. e MA srl

Confindustria Chieti Pescara è un network strategico di imprese, un luogo di incontro, di confronto e di crescita.

 Per favorire la conoscenza reciproca dei soci vi presentiamo 10 aziende, 10 realtà del territorio ognuna con la sua specificità e caratteristica. 
Questa settimana abbiamo il piacere di accendere i riflettori su:

LDS SRL
Offre soluzioni di logistica e trasporto veicoli e/o merci sul territorio Nazionale ed Internazionale.
Un’ampia flotta controllata via satellite e con capacità di fornire servizi tailor-made. L’assetto organizzativo è caratterizzato da una organizzazione molto snella, con reperibilità h 24 per 365 giorni. Tutti i tipi di movimentazione sono inoltre assicurati con formula All Risk affinché il cliente sia sempre in buone mani.
L'azienda fa parte della Sezione Trasporti e Logistica  ed è rappresentata in Confindustria dal dott. Luca Di Sano.

LEA & FLO S.a.s. DI NORSCIA F. & C.
Lea & Flò raccoglie sotto la sua insegna vari punti vendita tra negozi, outlet e monomarca, concentrati nella provincia di Pescara. Partner di oltre 100 Brand internazionali presenti sul mercato. Oggi è anche online con un sito E-commerce.
L'azienda fa parte della Sezione Sistema Moda ed è rappresentata in Associazione dal Dott. Remo Innocenti.

LEONARDO FINMECCANICA S.p.A.
E' un'azienda globale ad alta tecnologia nei settori dell'Aerospazio, Difesa e Sicurezza.
L'azienda fa parte della Sezione Meccatronica ed è rappresentata in Associazione dal Dott. Raimondo Astarita.

LFA srl 
LFA srl è un'azienda che opera da oltre 25 anni nella lavorazione di ferro ed alluminio, sempre alla ricerca dell'innovazione e della qualità dei suoi prodotti con orientamento di servizio verso i propri clienti.
L'azienda fa parte della Sezione Meccatronica ed è rappresentata in Associazione dal Dott. Luciano Ciarcelluti.

LGA AUTOMATION SRL
Specializzata nel campo dei sistemi di automazione integrata e di servizio manutenzione di aziende leader nel settore automotive.
L'Azienda fa parte della Sezione Meccatronica ed è  rappresentata in Confindustria dal Dott. Levino Di Croce.

LIFE METER SRL
L'azienda si occupa di progettazione, sviluppo, prototipazione, produzione e commercializzazione di prodotti e servizi innovativi ad alto valore tecnologico.
Attualmente è impegnata nella progettazione e costruzione di un dispositivo elettromedicale per la valutazione nella vita reale della saturazione di ossigeno e della frequenza cardiaca durante la vita quotidiana: il BrOxy.
Questo dispositivo elettromedicale consente, attraverso la misurazione accurata e continua della SpO2, della frequenza cardiaca e del movimento, di monitorare pazienti con insufficienza respiratoria indotta da qualsiasi causa e di far emergere episodi non riconosciuti di desaturazione dell'ossimaglobina dovuta allo sforzo o al sonno, definendone la gravità.
L'azienda farà parte della Sezione Sanità ed è rappresentata in Confindustria dalla D.ssa Eugenia De Benedetto.

LIGHTHOUSE S.r.l.
Si occupa di servizi e di attività immobiliari.
L'azienda fa parte della Sezione Servizi Innovativi ed è rappresentata in Confindustria dalla D.ssa Maria Lucia Grande,

M.D. ECOGEN
Si occupa di progettazione e costrizioni industriali.
L'azienda fa parte della Sezione servizi Innovativi ed è rappresentata in Associazione dal Dott. Enrico Marramiero.

M.P.I.M. S.r.l.
Si occupa di fornitura, installazione ed assistenza di strumentazione scientifica e di precisione destinata ai laboratori e alle industrie.
L'azienda fa parte della Sezione servizi Innovativi ed è rappresentata in Associazione dalla D.ssa  Irene Mardegan.

MA S.r.l.
Si occupa di componenti per l’automotive per la lavorazione della lamiera di parti per autovetture e veicoli commerciali.
L'azienda fa parte della Sezione Meccatronica ed è rappresentata in Associazione dal Dott. Mario Orsini.

Pubblicato in Organizzazione

Si è tenuto il 30 giugno 2022 il quarto ed ultimo incontro del percorso TR.E.N.D. CYBER SECURITY A 360° promosso dalla Sezione Servizi Innovativi in collaborazione con il Comitato Piccola Industria di Confindustria Chieti Pescara e Confindustria Piccola Industria dal tema "Cyber Security: trend, scenari e buone pratiche" presso la Sala Orofino di Confindustria Chieti Pescara in Via Raiale 110bis, Pescara.

Il programma si è così sviluppato:

Saluti - Paolo Campana, Vice Presidente Confindustria Chieti Pescara

Introduzione a cura di Giuseppe Ranalli, Presidente Comitato Piccola Industria Confindustria Abruzzo e di Alessandro Addari, Presidente Comitato Piccola Industria Confindustria Chieti Pescara

Geopolitica, scenari e minacce cyber internazionali - Lorenzo Russo, Cyber Security Partner - Deloitte Risk Advisory

La sicurezza della Supply Chain e lo sviluppo di ecosistemi territoriali - Aldo Sebastiani, Leonardo SVP Cyber ​​Security & Digital Center of Leonardo Spa con un focus su temi come creare ecosistemi Cyber, promuovere specializzazioni verticali e locali; sponsorizzare start-up e associazioni no profit per la promozione della cultura cyber e l’innovazione tecnologica.

Tavola Rotonda: Sicurezza informatica, testimonianze di imprese e P.A.
Alvise Biffi, Delegato Piccola Industria Confindustria per la Cybersecurity
Giammaria De Paulis, Presidente Piccola Industria Confindustria Teramo
Paolo Santucci, Dirigente Settore Transizione Digitale Comune di Pescara
Nicola Bressan, Chief Technical Officer Yarix Srl - da remoto

Conclusioni - Paolo De Grandis, Presidente Sezione Servizi Innovativi Confindustria Chieti Pescara

Modera: Nino Germano, giornalista RAI ABRUZZO

Si ringraziano per il supporto alla realizzazione dell'evento le imprese associate: EcohMedia, Polymatic, Ranalli, Top Solutions.

È disponibile il video completo dell'evento: Cyber Security: trend, scenari e buone pratiche - YouTube

Pubblicato in Eventi

Nella giornata di ieri 29 giugno il MADE Competence Center di Milano ha aperto le sue porte alla delegazione di Confindustria Chieti Pescara, composta da Paolo De Grandis, Presidente Sezione Servizi Innovativi - Andrea Gagliardi, rappresentante del Comitato Piccola Industria, Alfredo Castiglione, socio convenzionato per consulenza area finanziamenti alle imprese - Paola Primiterra, in rappresentanza di Mylia e promotrice della visita, Luigi Di Giosaffatte, Direttore Generale e Claudia Pelagatti, Responsabile Affari Internazionali ed Education.

MADE è una fabbrica digitale e sostenibile che supporta le imprese manifatturiere nel percorso di trasformazione digitale verso l'Industria 4.0. Davide Polotto, Responsabile Relazioni con le imprese, Marta Rispoli, Responsabile Orientamento e Formazione e Pasquale Lovino, Componente Comitato Scientifico del MADE, ci hanno condotto nella visita condividendo l'ampio panorama di conoscenze, metodi e strumenti sulle tecnologie digitali presenti nel MADE che spaziano dalla progettazione all’ingegnerizzazione, dalla gestione della produzione alla consegna, fino alla gestione del termine del ciclo di vita del prodotto.

Un demo-center di oltre 2.500 mq, con aule per la formazione e ampi spazi per co-working e riunioni, che rappresenta una soluzione unica nel suo genere. Lo speciale percorso di crescita verso la trasformazione digitale messo a punto si basa su queste fasi: informare e mostrare le tecnologie Industria 4.0, spiegare attraverso attività di formazione ad-hoc, per arrivare a trasferire e implementare attraverso progetti le soluzioni tecnologiche.

Un ringraziamento va ai partner tecnologici del MADE Siemens Beckhoff Automation Warrant Hub FasThink Srl nel ruolo di docenti nell'ambito del learning tour.

Facilitare i processi di innovazione, di trasferimento tecnologico, ricerca applicata e assistere le imprese nello sviluppo delle tecnologie 4.0, per migliorare la competitività sui mercati: questi alcuni degli obiettivi di Confindustria Chieti Pescara che da anni lavora per creare un network di valore e realizzare grandi progetti per la crescita del territorio.

Pubblicato in Education
Mercoledì, 29 Giugno 2022 13:07

Diamo il benvenuto a: DEEP CUBE SRL

Oggi Confindustria Chieti Pescara ha un associato in più: DEEP CUBE SRL

E' una giovane e dinamica società nata dall'esperienza pluriennale dei suoi soci in ambito informatico e marketing trasformation.
Si propone come partner privilegiato per le migliori aziende che vedono nella Digital Technology un'opportunità di crescita strategica. Le nuove strategie digitali e l'utilizzo di tecnologie che accelerano l'innovazione e duraturi per instaurare un rapporto solido con i propri consumatori al fine di raggiungere gli obiettivi di business.

I principali servizi: Artificial Intelligence, Digital Marketing, Software House, Web & Communication Agency, Loyalty e Gamification, Project Management, IT consulting, Law Consultant.

DEEP CUBE SRL farà parte della Sezione Servizi Innovativi e sarà rappresentata in Confindustria Chieti Pescara dal Sig. Fabio Di Meo.

Scopri di più su https://www.deepcube.eu/index.php

Pubblicato in Organizzazione

COMUNICATO STAMPA

Sicurezza informatica: domani 30 giugno in Confindustria Chieti Pescara un convegno sulle buone pratiche contro i rischi cui sono esposte aziende e PA

Si conclude domani il percorso formativo sulla Cyber Security che conta oltre 130 iscritti: è promosso dalla Sezione Servizi Innovativi e dal Comitato Piccola Industria di Confindustria Chieti Pescara.

Pescara, 29 giugno 2022 – Convegno di calibro nazionale domani 30 giugno alle ore 15 nella Sala Orofino di Via Raiale 110 bis – Pescara – ma potrà essere seguito anche in collegamento da remoto. Si parlerà di "Cyber Security: trend, scenari e buone pratiche". Gli attacchi alla sicurezza informatica aumentano, infatti, in maniera esponenziale e colpiscono indistintamente soggetti diversi. Proteggere il proprio patrimonio informativo è ormai una priorità per tutti e soprattutto per le aziende, piccole e grandi.

Promosso dalla Sezione Servizi Innovativi e dal Comitato Piccola Industria di Confindustria Chieti Pescara, l’appuntamento di domani è gratuito e aperto a tutti gli interessati. Vedrà la partecipazione di imprenditori ed esperti di calibro nazionale e ha l’obiettivo di diffondere le buone pratiche ormai indispensabili a fronteggiare gli importanti rischi cui quotidianamente sono esposte imprese e PA nel mondo digitale.

Così lo presenta Paolo De Grandis, Presidente della Sezione Servizi Innovativi di Confindustria Chieti Pescara: “Gli attacchi cyber alle aziende costano globalmente circa 250 miliardi di dollari all’anno e l’Italia è fra i primi Paesi esposti. Il pericolo cyber è particolarmente elevato per le piccole e medie imprese manifatturiere, in cui gli addetti spesso confondono un attacco informatico con un’anomalia del sistema produttivo. È necessario, quindi, conoscere i principali rischi, valutarli e ridurne l’impatto adottando adeguati sistemi di protezione. Come Associazione, siamo fortemente impegnati ad affiancare tutte le aziende e la PA del territorio nel far crescere la cultura della Sicurezza Informatica. Il nostro contributo è stato concreto e di questo siamo molto soddisfatti perché con questo percorso formativo abbiamo raggiunto oltre 130 persone; inoltre abbiamo reso disponibile l’intera formazione sulla piattaforma web associativa, per quanti vorranno informarsi successivamente. Il percorso, denominato “Cyber Security a 360 gradi”, grazie alle molte voci degli esperti testimoni ci ha permesso di affrontare vari aspetti correlati alla difesa dei sistemi informativi, come l’impatto su Industria 4.0, il GDPR e il trattamento dei dati, gli sviluppi futuri e gli strumenti da mettere in campo.”

Dopo i saluti e l’introduzione istituzionali di Paolo Campana, Vice Presidente Confindustria Chieti Pescara, Giuseppe Ranalli, Presidente Comitato P.I. Confindustria Abruzzo e di Alessandro Addari, Presidente Comitato P.I. Confindustria Chieti Pescara, il convegno di domani vedrà le autorevoli testimonianze di Lorenzo Russo, Cyber Security Partner - Deloitte Risk Advisory, con un focus su Geopolitica, scenari e minacce cyber internazionali e di Aldo Sebastiani, Leonardo SVP Cyber Security & Digital Center of Leonardo Spa con una relazione dedicata alla sicurezza della Supply Chain e allo sviluppo di ecosistemi territoriali. Seguirà una tavola rotonda sulla sicurezza informatica, con testimonianze di imprese e P.A. che vedrà la partecipazione di Alvise Biffi, Delegato Piccola Industria Confindustria nazionale per la Cybersecurity, Giammaria De Paulis, Presidente Piccola Industria Confindustria Teramo, Paolo Santucci, Dirigente Settore Transizione Digitale Comune di Pescara, Nicola Bressan, Chief Technical Officer Yarix Srl – quest’ultimo in collegamento da remoto. Le conclusioni saranno affidate a Paolo De Grandis, Presidente Sezione Servizi Innovativi Confindustria Chieti Pescara. Il tutto con la moderazione di Nino Germano, giornalista RAI Abruzzo.

L’evento è gratuito, previa prenotazione, ed è dedicato ad imprenditori, manager, collaboratori d’impresa, professionisti, istituzioni, Pubblica Amministrazione e a tutti gli interessati.

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.confindustriachpe.it o chiamare Confindustria Chieti Pescara allo 085432551.

Gli organi di informazione sono invitati a partecipare.

Allegati:
locandina 30 giugno

Confindustria Chieti Pescara - www.confindustriachpe.it

Pubblicato in Organizzazione

Pubblichiamo il comunicato stampa odierno a firma del presidente ANCE Abruzzo e ANCE Chieti Pescara Antonio D'Intino.

L’Aquila, lì 28.06.2022

SUPERBONUS 110%: Non ci prenderete per stanchezza!

Il superbonus 110%, unito al meccanismo di cessione del credito, ha prodotto importanti risultati, non solo in termini di interventi di riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico, ma perché ha inciso positivamente sul PIL con la registrazione del più 6,6 per cento dell’anno scorso, con quattro punti che sono merito dell’edilizia con i settori collegati!

In una fase storica caratterizzata dalla ripresa dell’inflazione, è doveroso e giusto moralmente incentivare provvedimenti che, oltre i benefici diretti, stimolano gli investimenti, riducono l’evasione fiscale ed il lavoro nero.

Lo Stato rientra delle minori entrate e consegue, addirittura, un saldo positivo, in termini di fatturato delle imprese, con maggiori versamenti di IRES ed IVA, e per il fattore lavoro.

Nel quadro degli investimenti attivati dagli incentivi fiscali per il recupero edilizio e per la riqualificazione energetica nel 2021, con il 110% a fare da traino, il saldo per il sistema economico del Paese risulta positivo per quasi 4 miliardi di euro.

A fronte di un aumento della spesa per edilizia abitativa pari a 8,75 miliardi nel triennio 2020-2022, si registra un incremento del valore aggiunto complessivo per il Paese di 16,64 miliardi nel periodo di attuazione del provvedimento e un ulteriore incremento di 13,71 miliardi negli 8 anni successivi a fronte di un impatto netto attualizzato sul disavanzo pubblico pari a -811 milioni di euro.

A fronte di questi dati, non si comprende perché lo Stato continui a lanciare allarmi circa la difficoltà di rifinanziare il provvedimento,rendendolo strutturale, se non ipotizzando che le entrate vengano riassegnate ad altre poste di spesa.

Le richieste hanno superato già i 33,7 miliardi di euro e ci dicono che i fondi sono finiti, con il rischio che alcuni cantieri restino bloccati.

Le imprese, in questo scenario, devono scontare l’inasprimento delle condizioni e dei tassi in quanto le banche, che ancora accettano le cessioni del credito, lo fanno,se del caso, a prezzi più elevati rispetto ad un anno fa, di 6 o 7 punti percentuali.Queste sono le prepotenze da combattere! 

Queste distorsioni stanno producendo danni incalcolabili mettendo a rischio la tenuta delle imprese, e ben potevano essere evitate adottando una strategia di lungo respiro garantendo un arco temporale di applicazione degli incentivi di almeno un decennio, inserendo un tetto annuale di “soli” 15 miliardi, in modo da consentire la migliore programmazione sia pubblica che privata con possibilità di investimenti pluriennali in termini di produzione e lavoro.

In assenza di un arco temporale di riferimento e, soprattutto di regole certe,nessun operatore economico ha possibilità di fare investimenti a lungo termine e la crescita economica è strozzata.

Come ANCE abbiamo suggerito, sin dalla introduzione del SUPERBOUNS,alcune misure di miglioramento che avrebbero garantito la migliore e più efficace applicazione: dalla stabilizzazione temporale, all’introduzione di un tetto di spesa, alla riserva dei lavori in capo ad imprese certificate alla adozione del contratto collettivo di lavoro dell’Edilizia.

La limitazione dei lavori ad imprese qualificate favorisce non solo la qualità del lavoro ma incide anche sulla limitazione delle truffe ad opera di aziende improvvisate senza storia e senza nulla da perdere. 

Il superbonus, inoltre, a differenza di altre tipologie, ha regole tali da scoraggiare illegalità tra obblighi di asseverazione dei prezzi, massimali e visti di conformità.

In tal senso, anche la contrattazione dei prezzi è regolata da tariffari pubblici e siamo stati sempre noi, come ANCE, a chiedere di riconoscere solo quelli delle regioni di riferimento attingendo agli altri, di natura privata, solo per le voci mancanti.

Anche sul caro prezzi, è smascherata la clamorosa bugia che riconduce l’escalation al superbonus. Le rilevazioni dell’indice dei prezzi delle costruzionidi Istat ed Eurostat, del quarto trimestre dell’anno scorso, rilevano una crescita del 20% sui dodici mesi nei 27 paesi UE.

L’Italia si colloca sotto la media con un incremento del 9,7%. 
Nei Paesi nei quali non ci sono i bonus per l’edilizia si registrano incrementi molto più consistenti.
È il caso della Germania con +24,1%, Spagna +19%, rialzi tra il 23 e il 32% in Scandinavia.
Le maggiori tensioni sui costi delle costruzioni emergono in Repubblica Ceca con un aumento del 43% e in Ungheria con il 74%.
Il caro-materiali è un fenomeno geopolitico internazionale con intensità differenziata, e l’Italia si colloca tra quelli più virtuosi, anche nel primo trimestre 2022

Lo stato attuale dei cantieri, con monitoraggio a cura di ENEA e del Ministero della Transizione Ecologica ci parla di un sistema in fermento, al 31 maggio 2022,in Italia, ci sono circa 170.000 cantieri edili di Superbonus aperti per 30 miliardi di euro di investimenti ammessi a detrazione.

Stiamo parlando di oltre l’1% del PIL, il 4% con i settori collegati.

In Abruzzo, al 31 maggio, si rilevano 4.800 interventi con 1 miliardo di euro di lavori ammessi a detrazione e 672 milioni di investimenti per lavori conclusi.

A fronte di questi dati, non ci faremo scoraggiare da eccesso di burocrazia e falsi problemi, continueremo a cercare un confronto serio ed obiettivo rispetto alle vere criticità per i bonus edilizi che sono la mancanza di certezza nel tempo e stabilità dello strumento di incentivazione.

Chiediamo atti di responsabilità al Governo, chiediamo di essere messi in condizioni di lavorare a beneficio della ripresa economica e sociale,la nostra è una battaglia di civiltà per la certezza del diritto e per il rispetto che dobbiamo alle imprese che sono il motore dello sviluppo. 

Pubblicato in Organizzazione
Pagina 8 di 499

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account