Da "Il sole 24 ore"
Mercoledì, 10 Aprile 2013 10:37

DECRETO LEGGE SUI PAGAMENTI DEI DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Scritto da

desideriamo aggiornarVi sul Decreto Legge recante “Disposizioni urgenti per il pagamento dei debiti scaduti della Pubblica Amministrazione, per il riequilibrio finanziario degli enti territoriali, nonché in materia di versamento dei tributi degli enti locali” che, come sapete, è stato approvato sabato dal Consiglio dei Ministri ed è in attesa di essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Il testo approvato, che non è ancora disponibile nella versione ufficiale, contiene alcuni miglioramenti rispetto alle bozze circolate nei giorni scorsi, ottenuti grazie alla forte azione che Confindustria ha svolto nei confronti dei Ministeri.

In particolare: sono state attenuate le penalizzazioni che avrebbero disincentivato gli enti debitori a pagare; è stato chiarito meglio l'ambito di applicazione delle misure del decreto esplicitando che le stesse riguardano anche i debiti per i quali sia stata emessa fattura o richiesta equivalente di pagamento; è stata introdotta, sebbene non in via preliminare come avremmo voluto, una ricognizione completa dei debiti; sono state migliorate le misure in materia di certificazione, anche consentendo la compensazione, finora limitata ai soli debiti fiscali iscritti a ruolo, tra i crediti commerciali certificati e i debiti fiscali dovuti a seguito di accertamento con adesione o altri meccanismi deflattivi del contenzioso.

Siamo, inoltre, in attesa di conferma circa l'annunciato aumento della soglia di compensazione tra crediti e debiti fiscali da 516 a 700 mila euro, apparsa sulla stampa.

Rimangono, tuttavia, ancora molte zone grigie. Il testo è estremamente complesso, a causa di procedure molto articolate che prevedono l'adozione di provvedimenti di attuazione e richiedono il coordinamento tra lo Stato, le Regioni e gli enti locali. Queste complessità rischiano di rallentare il processo di liquidazione e di limitare fortemente l'incisività del decreto. Su queste criticità Confindustria promette di tornare nel corso dei lavori parlamentari per la conversione del decreto, proponendo tutte le necessarie modifiche.

Il decreto entrerà in vigore con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Per assicurare una rapida operatività delle misure dobbiamo pertanto avviare un monitoraggio puntuale e costante delle procedure e degli adempimenti previsti. Il ruolo del sistema Confindustria sarà fondamentale per far rispettare i termini di pagamento, attraverso una forte azione di pressione e di controllo nei confronti di tutti i livelli di governo.

Riteniamo che, attraverso questa azione coordinata tra tutte le articolazioni del nostro Sistema, potremo contribuire a rendere operativi i meccanismi e gli strumenti definiti dal provvedimento, evitando che si crei uno stallo.

Una volta pubblicato il testo ufficiale, Confindustria elaborerà una nota di valutazioni più dettagliata sui singoli aspetti del provvedimento, che potrà anche individuare le modalità di coordinamento al nostro interno per rendere più efficace l'azione di monitoraggio e di pressione.

Ultima modifica il Mercoledì, 10 Aprile 2013 10:37
Luigi Di Giosaffatte

Direttore Generale

Contatti
Telefono: 085 4325545 - 3386951916
Email: l.digiosaffatte@confindustriachpe.it

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu    Icon InstagramBlu    Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account