Da "Il sole 24 ore"

A fronte di una forte industrializzazione, il territorio compreso nelle province di Chieti e Pescara è caratterizzato in modo preponderante dalla varietà e dalla qualità intatta dei suoi valori ambientali: un patrimonio di enorme valore, non solo come risorsa turistica, ma come garanzia per la qualità della vita delle presenti e future generazioni. L'intera area è nota per le sue produzioni di qualità nei settori della vitivinicoltura,nell'indistria alomentare e di trasformazione dei prodotti agricoli, e nel turismo marino e montano in continua crescita.
Dal punto di vista delle attività produttive territorio interprovinciale si suddivide in quattro macro ambiti:

Ambito Chietino-Ortonese

Ad esso fanno capo infrastrutture primarie importantissime per l'economia dell'intero Abruzzo, come: l'aeroporto d'Abruzzo, il porto regionale di Ortona, l’interporto Val Pescara, le linee ferroviarie Adriatica e Pescara - Roma, che si interconnettono proprio allo sbocco dell'asta valliva del Pescara, le autostrade A14 Adriatica e A25 Pescara - Roma che ripetono anch'esse le medesime direttrici di collegamento longitudinale e trasversale della rete ferroviaria.

Diversamente da quasi tutti gli altri agglomerati industriali della provincia e della stessa regione, generalmente esterni ai centri abitati e francamente autonomi da questi, sia in termini urbanistici sia socio-culturali, l'area industriale della Val Pescara non solo ha determinato la conurbazione fra Chieti e Pescara, ma rappresenta oggi l'episodio più classico e sedimentato in Abruzzo di realtà industriale urbana, sul modello storico delle grandi città industriali del centro-nord.

Ambito della Val Di Sangro

Si tratta di una realtà comprensoriale di grandi dimensioni, che ha provocato una significativa rivitalizzazione dell’area stimolandone il riassetto attraverso il ruolo propulsivo dei redditi ridistribuiti dall'industrializzazione.
L'innesto di solide iniziative industriali di grandi dimensioni produttive, occupazionali e tecnologiche, l'attento sostegno allo sviluppo delle iniziative imprenditoriali locali e dei fenomeni di indotto, una ampia infrastrutturazione delle aree in termini di viabilità, servizi logistici e trasporti ferroviari, approvvigionamento energetico ed idrico, depurazione dei reflui industriali, fanno della odierna realtà industriale della Val di Sangro un punto di riferimento per l'intero meridione italiano. In ulteriore espansione con il prossimo completamento della FV Sangro in direzione Tirreno.

L'area ha una forte caratterizzazione nel settore metalmeccanico ed in particolare nel settore della produzione di veicoli a motore a due e quattro ruote, che ha determinato la nascita di un vero e proprio Cluster, con la creazione del Polo di Innovazione Automotive e la connessione tra sistema produttivo e ricerca applicata, oltre ad iniziative di formazione specializzata (ITS Meccatronica di Lanciano).

Ambito del Vastese

Il territorio si suddivide principalmente in tre aree industriali, la maggiore di Vasto-S.Salvo, Vasto-Punta Penna e Val Sinello. Anche in quest'esperienza di industrializzazione, il ruolo propulsivo di alcune grandi aziende ha consentito l'emersione e l'affermazione di un tessuto produttivo locale, molte volte segnato da un modello di integrazione fra Settore Primario e Industria che per molti versi è peculiare dell'Abruzzo, e ancor più marcatamente della provincia chietina. Qui troviamo grandi aziende del settore automobiistico, della meccatronica, della fabbricazione del vetro e dell'energia.

A caratterizzare positivamente il comprensorio è poi l'alto livello di dotazione infrastrutturale (il Porto di Vasto, reti viarie, acquedotti, metanodotti, impianti energetici, raccordi ferroviari, fognature, impianti di trattamento e potabilizzazione acque, impianti di depurazione acque reflue industriali, ecc.) che lo rende uno dei più funzionali dell'intero Meridione.

Ambito Pescarese

Il sistema economico-produttivo della provincia pescarese affonda le sue radici sulla storia imprenditoriale che parte dal tessuto delle piccole e medie aziende manifatturiere e del settore delle costruzioni e si sviluppa come centro di interesse strategico sul terziario avanzato o innovativo. 

Le tre macro aree che racchiudono il cuore produttivo e imprenditoriale della provincia sono rappresentate dalla Valpescara, dall’area metropolitana Pescara-Spoltore-Montesilvano e dall’area Vestina.

La Valpescara è territorio che partendo dalla longitudine sud della città capoluogo si estende fino a Popoli. In essa si è concentrato un alto sviluppo industriale in un arco temporale di settant’anni, con una qualificazione elevata del settore metalmeccanico che, al suo interno, ha aziende a sviluppo endogeno: oggi il fiore all’occhiello dell’impiantistica strutturale, della carpenteria metallica e della meccanica fine.

La Valpescara ha inoltre più di cento anni di storia nel settore della chimica e della farmaceutica.

L’area metropolitana Pescara-Spoltore-Montesilvano, che è sicuramente più giovane dal punto di vista della storia d’impresa, insinua le sue radici in una imprenditoria legata prevalentemente al settore delle costruzioni e vanta tra le infrastrutture di riloievo il Porto di Pescara. Dall’inizio degli anni ottanta alcuni pionieri avviarono attività legate ai servizi reali alle imprese nei segmenti della comunicazione, del marketing, della consulenza direzionale ed organizzativa, dell’ICT, e successivamente dei servizi ambientali e finanziari. Tutto quello che oggi costituisce il patrimonio del Terziario Innovativo.

Infine, l’area Vestina ha vissuto una storia imprenditoriale principalmente legata all’alta sartoria italiana fino alla creazione di un sistema-moda con una significativa espansione delle piccole aziende terziste dell’abbigliamento (faconnaire) ad alta qualità di lavorazione.
L’area Vestina vede progressivamente aumentare nell’ultimo decennio la quota di imprese legata all’agroalimentare e alla filiera agrituristica.


In questo contesto Confindustria Chieti Pescara intende creare un volano per lo sviluppo innovativo e sinergico del territorio, in logica di diffusione dell’identità e dei valori espressi dalla rete confederale.


Seguici attraverso i nostri canali social

Icon TwitterBlu   Icon GoogleBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu