Da "Il sole 24 ore"
Martedì, 06 Settembre 2022 13:03

Assegnazione d’ufficio dei domicili digitali alle imprese individuali (art.37 D.L.n.76/2020) e procedimento sanzionatorio

Scritto da

Come noto, al fine di garantire l’utilizzo della posta elettronica certificata, tutte le imprese (individuali e societarie) sono tenute a dotarsi di domicilio digitale (pec).

Il domicilio digitale è infatti prerequisito essenziale per l’iscrizione al Registro Imprese delle Camere di Commercio.Le imprese non ancora dotate di domicilio digitale oppure titolari di un domicilio digitale a suo tempo cancellato d’ufficio e non più sostituito, devono provvedere alla regolarizzazione della loro posizione, presentando apposita comunicazione al Registro delle Imprese con pratica telematica semplificata e gratuita. In assenza di regolarizzazione, l’impresa sarà sottoposta al pagamento di una sanzione amministrativa ai sensi della L. 689/1981 e all’assegnazione d’ufficio di un domicilio digitale da parte della Camera di Commercio.
La CCIAA di Chieti Pescara è ormai prossima al rilascio d’ufficio dei domicili digitali e, congiuntamente, all’irrogazione delle relative sanzioni pecuniarie, con avvio delle proceduredal 01.10.2022, come previsto nella deliberazione del Consiglio n. 14 del 24.08.2022. E’ pertanto urgente che le imprese non in regola con il domicilio digitale comunichino la propria pec al Registro delle Imprese, evitando così di incorrere nel procedimento sanzionatorio. Infatti, secondo quanto previsto del “Regolamento per l’assegnazione d’ufficio dei domicili digitali alle imprese individuali e società e per la loro iscrizione nel registro delle imprese” approvato dal Consiglio camerale con deliberazione n. 14 del 24.08.2022, le imprese non in regola saranno formalmente diffidate e, in caso di mancato adempimento, la CCIAA procederà all’assegnazione del domicilio digitale “coattivo” e alla notificazione a quel domicilio digitale neo-assegnato della contestazione dell’illecito con irrogazione della relativa sanzione.
Nello specifico, sono previste le seguenti sanzioni:
- Sanzione per le Società: art. 2630 cc. (da 206,00 a 2.604,00 euro) in misura raddoppiata
- Sanzioni per le imprese individuali: art. 2194 cc. (da 30,00 a 1.548,00 euro) in misuratriplicata.

Marilena Mariani

Marketing Associativo, Fidelizzazione Associativa, Eventi, Sale, Organizzazione interna, Segreteria Sezione Sanità; Sezione Chimica, Farmaceutica, Gomma, Plastica, Cartario, Vetro; Comitato Piccola Industria

Contatti
Telefono: 085 4325511 - 3453724023
Email: m.mariani@confindustriachpe.it

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu    Icon InstagramBlu    Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account