Da "Il sole 24 ore"
Venerdì, 12 Aprile 2019 16:22

Sette giorni - newsletter di Confindustria del 12 aprile 2019

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

I temi della settimana

DEF: BAGNO DI REALISMO MA MANOVRA BIS ANCORA EVITABILE. SERVE OPERAZIONE FORTE DI CRESCITA
tag: economia, pil, crescita, investimenti, conti pubblici, Iva

Con il Def il Governo ha fatto un bagno di realismo, in particolare sul 2019. Ora è evidente che lo stesso governo prevede un incremento della crescita solo a condizione di provvedimenti importanti come lo lo sblocca cantieri e il decreto crescita, su cui le aspettative chiaramente si elevano nella logica della competitività del Paese. Così il presidente di Confindustria ha commentato le previsioni del Def che hanno rivisto al ribasso la crescita per il 2019. Serviva un'operazione verità determinante per il Paese e per il governo stesso e speriamo che si possa ripartire da qui. Se si facesse una operazione forte sul dl crescita e sblocca cantieri si potrebbe evitare la manovra bis. Il secondo step è la manovra di fine anno che non sarà semplice, perché ci sono 23 miliardi di euro di clausole di garanzia Iva. La priorità è ora arginare il rallentamento economico.

FLAT TAX: PRIORITA E'TAGLIO COSTO DEL LAVORO.VALUTARE IL NODO RISORSE
tag: fisco, cuneo, imprese, conti pubblici

Sulla flat tax non siamo contrari in teoria, ma bisogna considerare il nodo risorse e comunque la priorità dovrebbe essere quella della riduzione del cuneo fiscale tutto a favore dei lavoratori, come da tempo abbiamo indicato nel Patto della Fabbrica. Così il presidente Vincenzo Boccia ha commentato le ipotesi di introduzione della tassa piatta: va poi affrontata seriamente la questione industriale a partire dall'eliminazione di patrimoniali come l'Imu sui Capannoni. Se vogliamo costruire ricchezza dobbiamo avere attenzione al mondo della produzione ed a non incrementare deficit e debito pubblico. Abbiamo una manovra finanziaria di fine anno che impatta per circa 23 miliardi sulle cosiddette clausole di salvaguardia Iva, occorre capire dove si prendono le risorse. Evidentemente vale la pena affrontare una riforma fiscale complessiva per il Paese ma con i due assi, imprese e lavoratori.

ELEZIONI: APPELLO CONGIUNTO PARTI SOCIALI PER UN'EUROPA DEL LAVORO E DELLA CRESCITA
tag: imprese, lavoro, sindacati, Europa

Confindustria, Cgil, Cisl e Uil al termine di uno dei tavoli di attuazione del Patto della fabbrica hanno firmato Un appello per l'Europa, in vista delle elezioni. L'invito è rivolto a tutti i cittadini di tutta Europa ad andare a votare per sostenere la propria idea di futuro e difendere democrazia, valori europei, la crescita economica sostenibile e la giustizia sociale, si legge nel documento (in allegato), che parte dalla centralità del lavoro. Ai deputati italiani si chiede prioritariamente un piano straordinario per gli investimenti, una politica industriale Ue e l'impegno per lo sviluppo del dialogo sociale e la contrattazione.

ELEZIONI: MILANO TERZA TAPPA ROADSHOW PRESENTAZIONE DOCUMENTO "RIFORME PER L'EUROPA"
tag: Europa, elezioni, politica, associazioni

Ieri a Milano la terza tappa del roadshow di Confindustria per discutere con imprenditori e politici le proposte delle imprese in vista delle elezioni europee.
L'industria sente forte la responsabilità di sostenere il rilancio del processo di integrazione dell'Unione europea perché la sfida non è tra Paesi europei ma tra Europa e mondo esterno. Il presidente Boccia ha ribadito che l'Italia da sola non ce la fa. Per creare lavoro e rendere l'Europa competitiva occorre un intervento organico di politica economica che abbia chiari i fini da realizzare per agire sugli strumenti per poterli raggiungere.

SBLOCCA CANTIERI: IN ATTESA DEI PROVVEDIMENTI
tag: infrastrutture, governo, semplificazione, pa

In occasione del Consiglio generale tenutosi ieri al Salone del Mobile a Milano, che ha visto un passaggio del Ministro dello Sviluppo economico di Maio, il presidente Boccia ha sottolineato l'apprezzamento della sensibilità mostrata dal Ministro nel corso dell'incontro con le imprese come motore di sviluppo del Paese, ma Confindustria resta alla finestra e in attesa dello Sblocca cantieri che, nelle aspettative degli imprenditori, si immagina e si spera sia un'operazione massivamente rilevante. Il presidente ha ribadito che si potrebbe evitare di subire il rallentamento economico, attivando quanto prima i cantieri e superando il nodo risorse. L'importante è reagire ma Confindustria resta sui fatti, in attesa del decreto crescita e dello 'sbloccacantieri' per poi valutare i provvedimenti.

Leggi in allegato l'Appello per l'Europa di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil

Ultima modifica il Venerdì, 12 Aprile 2019 16:24
Laura Federicis

Assistenza Presidenza e Direzione, Convenzioni, Centro Studi, Ufficio Relazioni con i Media
Segreteria Sezione Turismo

Telefono 085 4325543 - 3405579577
email l.federicis@confindustriachpe.it

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu   Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account