Da "Il sole 24 ore"
Martedì, 04 Agosto 2015 00:00

Riforma sistema camerale - Approvato oggi definitivamente in Aula al Senato il DdL sulla riorganizzazione delle P.A.

Scritto da

L'Aula del Senato ha approvato in via definitiva il DdL
sulla riorganizzazione delle P.A.

L'art. 10 (ex art. 8), che contiene la delega al Governo per il riordino
del sistema camerale, non ha subito alcuna modifica in questo passaggio al
Senato rispetto al testo trasmesso dalla Camera dei deputati e che in
estrema sintesi prevede:
- determinazione del tributo camerale tenendo conto delle disposizioni di
cui all'art. 28 del D.L. n. 90/2014
- riduzione delle circoscrizioni territoriali, mediante accorpamenti, dalle
attuali 105 a non più di 60, con la possibilità di mantenere la singola
camera non accorpata sulla base della soglia dimensionale minima di 75.000
imprese (garantita comunque la presenza di almeno una camera per ogni
regione e la possibilità di istiturne una in ogni provincia autonoma e
città metropolitana e nei casi di comprovata rispondenza a indicatori di
efficienza e di equilibrio economico)
- ridefinizione dei compiti e delle funzioni con particolare riguardo alla
pubblicità legale generale e di settore, semplificazione amministrativa,
tutela del mercato, limitando e individuando gli ambiti in cui svolgere la
funzione di promozione del territorio e dell'economia locale.
Partecipazioni societarie limitate a quelle necessarie per lo svolgimento
delle funzioni istituzionali nonché per lo svolgimento di attività in
regime di concorrenza
- riordino delle competenze relative al registro imprese con un ruolo di
coordinamento del Mise
- definizione da parte del Mise, sentita Unioncamere, di standard nazionali
di qualità delle prestazioni delle CCIAA e di un sistema di monitoraggio
per garantirne il rispetto
- riduzione dei componenti dei consigli e delle giunte e riordino della
relativa disciplina, compresa quella sui criteri di elezione - in modo da
assicuare un'adeguata consultazione delle imprese - e sul limite ai
mandati. Gratuità degli incarichi diversi da quelli nei collegi dei
revisori dei conti
- disciplina transitoria che tenga conto degli accorpamenti già deliberati
e che assicuri la sostenibilità finanziaria e il mantenimento dei livelli
occupazionali.
Per vostra utilità, in attesa del testo pubblicato in Gazzetta ufficiale,
alleghiamo l'art. 10 trasmesso dalla Camera al Senato che nella colonna di
destra riporta la versione ormai divenuta definitiva.

Ultima modifica il Martedì, 04 Agosto 2015 17:48
Luigi Di Giosaffatte

Direttore Generale

Contatti
Telefono: 085 4325545 - 3386951916
Email: l.digiosaffatte@confindustriachpe.it

Seguici attraverso i nostri canali social

   Icon TwitterBlu    Icon InstagramBlu    Icon TwitterBlu   Icon YouTubeBlu   Icon LinkedinBlu   Icon RSSBlu

Website Security Test

 

Entra nel tuo account