Stampa questa pagina
Giovedì, 20 Maggio 2021 17:44

Allarme di Confindustria sul caro-noli container

Scritto da

Confindustria nazionale sta affrontando il delicato tema dell’andamento anomalo dei noli marittimi e del relativo impatto sulla filiera dell’impiantistica. Diverse aziende hanno segnalato rilevanti difficoltà riguardanti gli straordinari aumenti dei prezzi dei noli marittimi e degli impatti negativi (dovuti sia all’aumento dei costi che alla mancanza di navi, container, ecc.) sugli equilibri economici e competitivi del sistema produttivo nazionale negli scambi import-export.

Tenuto conto che la problematica ha avuto pesanti ripercussioni sulle imprese manifatturiere, oltre che di trasporto e logistica, Confindustria è intervenuta sui servizi della Commissione Europea (DG Grow, DG Comp e DG Move) per una possibile richiesta di indagine su eventuali comportamenti lesivi della concorrenza e del mercato interno da parte delle grandi compagnie internazionali di navigazione e delle loro alleanze.

Questo andamento dei noli marittimi rischia di coinvolgere la stessa geografia economica globale. L'export italiano rischia di essere non solo meno competitivo ma anche di essere sostituito da forniture ‘di prossimità’

A supporto dell’eventuale apertura di un’indagine, i servizi della Commissione hanno chiesto di fornire dati, anche comparativi, che attestino l’effettivo impatto del fenomeno dei noli marittimi sulle nostre aziende associate, in particolare riguardo alle variazioni dei prezzi (di trasporto sia di rinfuse che di container) e alla cancellazione di rotte/servizi di navigazione.

Di seguito alcune raccomandazioni:

- prepararsi a pagare più degli anni scorsi per le spedizioni (ma meno delle rate di nolo spot attuali);
- prevedere i volumi da trasportare il più precisamente possibile; negoziare space allocations in anticipo;
- valutare di tenere una parte dei volumi sul mercato spot perché in questo momento i contratti sono quotati ai noli più alti di sempre;
- spostare parte dei volumi su contratti premium; suddividere il rischio (carriers, routings, container vs break bulk);
- appoggiarsi a uno spedizioniere professionale.

Chiediamo pertanto alle aziende associate interessate di inviarci, a stretto giro, eventuali contributi al fine di permettere al nazionale di elaborare una posizione documentata da trasmettere ai servizi della Commissione.

Per info e invio documentazione:
segreteria Sezione Trasporti e Logistica, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Ultima modifica il Giovedì, 20 Maggio 2021 18:07
Gianluca Ravasini

Energia, Trasporti e Logistica, Sviluppo e Reti di Impresa, Segreteria Sezione Energia, Sezione Trasporti e Logistica, Responsabile Sede Vasto e Val Di Sangro

Contatti
Telefono: 0873 366336 - 085 4325534 - 3355933523
Email: g.ravasini@confindustriachpe.it

Ultimi da Gianluca Ravasini

Articoli correlati (da tag)

Logo Copyright © Confindustria Chieti Pescara. Tutti i diritti riservati

Entra nel tuo account